La casa d’aste Pandolfini apre un nuovo Dipartimento su Nft e Digital Art

Pandolfini scommette sulle potenzialità di un mercato ai suoi primi passi, ma che certamente ha già più volte suscitato clamore e interesse sulle piazze internazionali

NFT Pandolfini
NFT Pandolfini

Un dipartimento nuovo di zecca dedicato al mercato di NFT, Non Fungible Token, e arte digitale. Eccola la novità della casa d’aste Pandolfini, che espande così le proprie aree di attività già consolidate nel mercato di arte e collectibles tradizionali e si apre al segmento del momento: NFT e arte digitale.
Per l’apertura del Dipartimento NFT | DIGITAL ART Pandolfini ha dato vita a una collaborazione con Futura Art Gallery, società fondata a Pietrasanta nel 2017, che in questi anni ha avviato un percorso nell’organizzazione di mostre e successivamente si è dedicata all’indagine dei punti di contatto tra il mondo dell’arte e le criptovalute e in particolare al più recente mercato dei Non Fungible Token. A capo del dipartimento della casa d’aste ci sarà il direttore di Futura Art Gallery Claudio Francesconi. 

NFT Pandolfini
NFT Pandolfini

PANDOLFINI: IL MERCATO DEGLI NFT 

Pandolfini scommette quindi sulle potenzialità di un mercato ai suoi primi passi, ma che certamente ha già più volte suscitato clamore e interesse sulle piazze internazionali, in un mix combinato e strategico di creatività, nuove tecnologie applicate alle opere d’arte, e alla loro tracciabilità, e asset finanziari.
Obiettivo? Porsi come interlocutore di riferimento per i collezionisti che intendono avvicinarsi a queste sperimentazioni, che offrono un certo margine di potenzialità e opportunità, anche in termini di investimento, ma che, come tutti i nuovi mercati, possono presentare dei passaggi ostici per gli acquirenti. 

PANDOLFINI E NFT: LE ATTIVITÀ  

Su tre leve principali si propone di operare in particolare Pandolfini: solidità, garanzia, credibilità. Attraverso attività avviate e sviluppate interamente all’interno della casa d’aste, con una programmazione del tutto simile alle altre aste, i collezionisti potranno così avvantaggiarsi di strumenti di garanzia tecnica e finanziaria a tutela di investimenti in un segmento ancora da comprendere a pieno e della credibilità di una azienda che opera sul mercato da decenni. Sono inoltre previsti dei percorsi di informazione e formazione sull’ambito NFT, per costruire e ampliare la conoscenza dei temi e degli aspetti più rilevanti degli asset digitali. 

 

-Cristina Masturzo 

https://www.pandolfini.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Cristina Masturzo
Cristina Masturzo è storica e critica d’arte, esperta di mercato dell’arte contemporanea, art writer e docente. Dal 2017 insegna Economia e Mercato dell'Arte e Comunicazione e Valorizzazione delle Collezioni al Master in Contemporary Art Markets di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti a Milano. È responsabile e contributor dell’area di mercato dell’arte di Artribune Magazine. Nel 2020 è stata tra i coordinatori del Forum dell'arte contemporanea italiana. Collabora con il Dipartimento di Arti Visive di NABA (Milano, Roma) e con FM Centro per l’Arte Contemporanea (Milano) e segue come freelance progetti di ricerca sul sistema dell’arte e progetti editoriali indipendenti. Suoi testi sono stati pubblicati in magazine e cataloghi.