Torna Affordable Art Fair a Milano. E festeggia il suo decimo anniversario

Sta per aprire i battenti la decima edizione milanese della fiera più “abbordabile” di sempre, che si distingue per il suo carattere vivace e i prezzi contenuti delle opere. Come di consueto, noi di Artribune ci saremo, con report e immagini dalla fiera.

Deodato Arte
Deodato Arte

È ormai noto come il format fieristico dedicato all’arte “affordable”, adeguata a quasi tutte le tasche. Una piattaforma internazionale che ha posto le sue basi a Bruxelles, Stoccolma, Londra, Amsterdam, Amburgo, ma anche a New York, Hong Kong, Singapore e Melbourne. Dal 7 al 9 febbraio 2020 è il turno per Milano di accogliere la Affordable Art Fair, che quest’anno compie dieci anni e ha intenzione di festeggiarli con numerose iniziative e novità. Un programma accattivante a partire dal claim di questa edizione: Experience the unexepected, riferito all’emozione – per i nuovi collezionisti – di portarsi a casa un’opera d’arte per la prima volta. Con 85 gallerie presenti dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alla grafica, AAF si preannuncia essere ancora una volta la fiera dall’atmosfera fresca, aperta alle novità e smaccatamente pop. Con opere che vanno non oltre i 7500 euro.

Bleach Box Poppy Faun_Cool Waters 1979_2019_75x75cm
Bleach Box Poppy Faun_Cool Waters 1979_2019_75x75cm

AFFORDABLE ART FAIR A MILANO 

Quest’anno Affordable Art Fair si arricchisce di 31 nuove gallerie, il numero di new entry più alto che ci sia mai stato. Tra queste, artisti emergenti come Giulio Zanet (autore tra l’altro di un’installazione percorribile creata appositamente per questa edizione) e Massimo Dalla Pola di Circoloquadro; oltre a tanti internazionali già affermati, come gli urban artist OBEY, Mr. Brainwash e MrSavethewall portati dalla milanese Deodato Arte. Tante anche le gallerie provenienti dal resto dell’Europa o addirittura del mondo, come la Taku Sometani Gallery o la Emigre Art Collection, dal Giappone; torna inoltre Mediterranean Collection, la sezione curata che si focalizza quest’anno su espositori di Spagna e Portogallo. Ampio spazio dedicato all’illustrazione, con gli incontri Art For Breakfast del weekend e il progetto speciale Illustrazioni Seriali ideato da Chiara Pozzi. 

– Giulia Ronchi 

Affordable Art Fair 2020
Experience the Unexpected – 10th Anniversary
7-9 febbraio 2020
Superstudio Più
Via Tortona 27, Milano

www.affordableartfair.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.