Dopo artmonte-carlo, artgenève inaugura una nuova doppia fiera a Mosca

Si tratta di artmoscow e artmoscow/curated, la prima più tradizionale e la seconda basata, di volta in volta, su un diverso concept curatoriale. La fiera svizzera arriva così a Mosca, dopo la già consolidata tappa nel Principato di Monaco

artmonte-carlo 2017 Esplanade Pavilion by Hans-Walter Mueller photo Fabien Prauss
artmonte-carlo 2017 Esplanade Pavilion by Hans-Walter Mueller photo Fabien Prauss

Continua a crescere e a espandersi artgenève, fiera d’arte moderna e contemporanea diretta da Thomas Hug di cui, dal 30 gennaio al 2 febbraio a Ginevra, si svolgerà la nona edizione. Nel 2016 infatti la rassegna svizzera ha inaugurato un suo avamposto “primaverile” nel Principato di Monaco, artmonte-carlo. A questi appuntamenti adesso si aggiunge una nuova fiera, o per meglio dire, una nuova coppia di fiere: artmoscow e artmoscow/curated, in programma a Mosca dalla prossima primavera. 

ARTGENÈVE A MOSCA. ARTMOSCOW E ARTMOSCOW/CURATED 

artmoscow e artmoscow/curated saranno concepite come due fiere distinte, che si alterneranno ogni anno. La prima a essere inaugurata, dal 20 al 24 maggio, sarà artmoscow/curated, nell’ambito di Le Salon – Art and Design all’interno dello Schusev State Museum of Architecture: si tratterà di una piccola fiera curata, la cui prima edizione sarà organizzata da Francesco Stocchi del Boijmans Museum e Samuel Gross. Flowing State, è questo il titolo di artmoscow/curated 2020, sarà dedicata all’arte voluminosa, gonfiabile e alle opere basate sulla luce. Nel 2021 invece sarà la volta di artmoscow, format fieristico più tradizionale – e più commerciale – che si terrà negli spazi dello storico Manège, a pochi passi dalla Piazza Rossa. Se negli ultimi anni, insomma, molte fiere soprattutto indipendenti riflettono sui pro e i contra del dare alle proprie rassegne un taglio preminentemente curatoriale o commerciale, con il binomio artmoscow e artmoscow/curated sembrerebbe proprio che artgenève abbia trovato la propria quadratura del cerchio: “ci sono molte fiere d’arte che non hanno senso; per organizzare una fiera di successo, devi avere le carte giuste tra le mani”, ha dichiarato Thomas Hug ad Artnet News. E in questo scenario, la scelta di inaugurare una nuova fiera a Mosca non è stata casuale: “non è un segreto che ci sia potere d’acquisto a Mosca, ma con istituzioni come Garage, V-A-C Foundation, Museo Pushkin o New Hermitage c’è anche una scena artistica energica e una comprensione dell’arte contemporanea”.

L’AVAMPOSTO DI ARTGENÈVE NEL PRINCIPATO DI MONACO 

Si terrà invece dall’1 al 3 maggio 2020 la quinta edizione di artmonte-carlo, fiera d’arte moderna e contemporanea e design che si svolge al Grimaldi Forum di Monaco. Proponendosi come salon d’art e piattaforma artistica in Costa Azzurra per andare incontro alle esigenze dei molti facoltosi collezionisti e appassionati d’arte della regione, lo scorso anno artmonte-carlo ha lanciato la prima edizione di PAD Monaco, una fiera specializzata in design, arti decorative e arti primitive. La fiera in programma quest’anno invece conterà di progetti speciali in collaborazione con la Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship, il Museum Boijmans e il Prix Pictet, The global award in photography and sustainability.

 – Desirée Maida

www.artgeneve.ch

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.