Bando per il nuovo direttore del MAMbo e degli altri 4 musei del network di Bologna

Oltre al MAMbo, il responsabile area disciplinare Arte moderna e contemporanea che sostituirà il direttore uscente Lorenzo Balbi seguirà anche Museo Morandi, Casa Morandi, Museo per la Memoria di Ustica, Villa delle Rose.

MAMbo, Veduta esterna, Foto Matteo Monti
MAMbo, Veduta esterna, Foto Matteo Monti

Presto il MAMbo – assieme agli altri musei civici afferenti all’area Arte moderna e contemporanea, Museo Morandi, Casa Morandi, Museo per la Memoria di Ustica, Villa delle Rose, oltre alla Residenza per artisti Sandra Natali – avrà un nuovo direttore. Il Comune di Bologna ha, infatti, pubblicato un avviso per la selezione di cinque figure professionali di alta specializzazione, tra i quali anche il nuovo “responsabile dell’area disciplinare arte moderna e contemporanea dell’Istituzione Bologna Musei”, ovvero la struttura amministrativa bolognese che gestisce l’eterogeneo sistema museale comunale che va dall’area archeologica – rappresentata dal Museo Civico Archeologico nel quattrocentesco Palazzo Galvani – a quella industriale del Museo del patrimonio industriale, situato nelle ex Fornaci Gallotti: il bando in oggetto è, invece, riferito all’Area Arte moderna e contemporanea.

LORENZO BALBI DIRETTORE USCENTE

Il nuovo direttore andrà a sostituire Lorenzo Balbi, torinese, classe 1982, nominato direttore del network di musei bolognesi nell’aprile 2017, allora giovane curatore della Fondazione Sandretto che ebbe la meglio su 10 finalisti dello spessore di Maria Chiara Bertola, Cecilia Braschi, Fabio Cavallucci, Valerio Deho’, Stefano Raimondi, Beatrice Avanzi, Claudio Cravero, Alessandra Laitempergher e Davide Quadrio, convincendo la giuria con un mix di proposte mirate sulle arti sperimentali, sui giovani artisti, sull’arte contemporanea, specialmente quella italiana. Con una particolare attenzione per la trasformazione sociale: l’ultimo suo progetto in tal senso si chiama Nuovo Forno del Pane, uno spazio di produzione permanente all’interno del MAMbo che, accogliendo e sostenendo le artiste e gli artisti della propria città, è diventato di fatto il centro di un nuovo dipartimento del museo, votato alla ricerca e alla formazione.

REQUISITI RICHIESTI DAL BANDO

Il nuovo responsabile avrà l’incarico della direzione artistica delle attività dell’Area Arte Moderna e Contemporanea, dalla programmazione espositiva alla gestione dei servizi generali e del personale, e soprattutto dell’”attuazione del Piano Programma afferente all’Area Arte Moderna e Contemporanea in raccordo con la Direzione dell’Istituzione e in un’ottica integrata con le linee programmatiche di tutta l’Istituzione”, si legge nel bando. Tra i requisiti richiesti, la laurea vecchio ordinamento o specialistica/magistrale nuovo ordinamento, unita a un’esperienza di lavoro almeno triennale con funzioni apicali nell’ambito della programmazione culturale ed espositiva “all’interno di musei pubblici o privati riconosciuti a livello nazionale e internazionale”, si legge ancora nel bando. Il contratto di lavoro avrà durata fino al 30 settembre 2026, e sarà retribuito con una cifra da determinare, più “un’indennità ad personam che sarà definita tenendo conto della posizione di lavoro, dell’esperienza professionale e delle condizioni di mercato”. C’è tempo fino al 9 marzo 2022 per partecipare.

– Claudia Giraud

https://www.comune.bologna.it/myportal/C_A944/api/content/download?id=6214a40912e27a009a1887ac

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).