Rome museum exhibition 2021. Alla Sapienza la fiera del mercato del lavoro culturale

La quarta edizione di RO.ME – Museum Exhibition, Fiera internazionale su musei, luoghi e destinazioni culturali, quest’anno si terrà negli spazi dell’Università La Sapienza. Ecco il programma

La Sapienza, foto Góngora, CC BY SA 4.0
La Sapienza, foto Góngora, CC BY SA 4.0

Negli stessi giorni in cui sarà inaugurata la prima edizione della fiera d’arte moderna e contemporanea Arte in Nuvola, la Capitale ospiterà la quarta edizione di RO.ME – Museum Exhibition, fiera internazionale dedicata ai professionisti del mondo della cultura, dal 17 al 19 novembre presso il Museo di Arte Classica dell’Università La Sapienza. Promossa da Fiera Roma e Isi.Urb, RO.ME torna così in presenza, dopo l’edizione digitale del 2020.  

RO.ME – MUSEUM EXHIBITION 2021 

Eventi speciali, panel e workshop per un totale di 35 appuntamenti, 150 speaker italiani e internazionali caratterizzeranno la tre giorni dell’evento, con 50 aziende che offriranno, con i loro corner di presentazione, un ventaglio delle identità professionali del mondo della cultura: dal merchandising museale alle imprese creative della digital trasformation, dagli allestimenti tradizionali ai progetti immersivi sposati alla mixed reality, dai servizi per i visitatori e il collection management. Una vetrina allestita da Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma porta l’expertise e la formula museale internazionale: Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia e Spagna.  

LA FORMULA BLENDED DI RO.ME MUSEUM EXHIBITION  

Per la quarta edizione di RO.ME Museum Exhibition, è stata scelta una formula blended che mixa eventi in presenza e da remoto, da seguire sul sito web della manifestazione. Il tema della rassegna di quest’anno è Oltre la pandemia – Beyond the pandemic: a fronte di un cambiamento epocale in cui i tradizionali modelli di fruizione e lavoro della filiera culturale sono stati messi in discussione, il mondo dell’arte ha trovato la spinta per adottare strategie ad hoc, andando incontro alle attuali necessità, spostandosi verso il digitale e offrendo una gamma più ampia di attività e offerte.  

RO.ME – MUSEUM EXHIBITION 2021. IL PROGRAMMA 

Per la cerimonia inaugurale, la Magnifica Rettrice Antonella Polimeni sarà in coppia con Dario Franceschini, Ministro della Cultura; seguirà poi il Convegno inaugurale alla presenza dei direttori dei musei italiani. Sono previsti alcuni talk distribuiti nelle tre giornate, tra cui “Piano nazionale di resilienza e ripresa e i musei” e un focus speciale su Africa e Medio Oriente come aree geografiche emergenti nel settore dell’arte e della cultura. I panel invece affronteranno i temi sui nuovi pubblici, la condivisione, la dimensione phygital, le forme di digital engagement. Si punta in particolare su “Visitor experience“, un approfondimento sulle “strategie di fruizione e condivisione del pubblico, sempre più ibrida tra il fisico e il digitale”. La Digital Trasformation diventa quindi una risorsa imprescindibile se sfruttata in maniera intelligente, come accade con le collezioni librarie, ora accessibili a tutti grazie alla scannerizzazione di migliaia di volumi. Tra i workshop in programma segnaliamo: Musei, strategie e scenari, promosso e realizzato da Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura, e Ville e giardini storici: progetti di recupero e valorizzazione, coordinato da ICOM Lazio. 

RO.ME MUSEUM EXHIBITION ALLA SCOPERTA DEI PICCOLI MUSEI  

Un’iniziativa da ricordare è infine Ro. e Me. alla scoperta dei Piccoli Musei, format narrativo in formula podcast (da ascoltare qui), articolato in sette brevi episodi, dai 5 agli 8 minuti. Tramite gli occhi di due ragazzi, l’italiano ROmeo e l’australiana MElany, sarà possibile viaggiare per l’Italia alla scoperta di realtà museali meno note, ma altrettanto importanti e capaci di suscitare fascino e interesse: il Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica (Brescia), il Museo della Certosa di Pavia, il Museo Archeologico di Ferrara, il Museo Archeologico di Spoleto, la Galleria Nazionale dell’Umbria, Villa Giustiniani e Palazzo Altieri, i luoghi culturali dell’Archeologia Industriale a Roma.  

– Giorgia Basili 

 

https://romemuseumexhibition.com/ 

 

 

 

 

Eventi d'arte in corso a Roma