Zosen e Mina Hamada – Yin e Yang

Torino - 02/05/2015 : 04/06/2015

Zosen e Mina Hamada presentano alla Galo Art Gallery di Torino “Yin e Yang”, il loro primo duo-show in Italia.

Informazioni

  • Luogo: GALO ART GALLERY
  • Indirizzo: Via Saluzzo 11g - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 02/05/2015 - al 04/06/2015
  • Vernissage: 02/05/2015 ore 17,30-21
  • Autori: Zosen, Mina Hamada
  • Generi: personale, urban art

Comunicato stampa

(IT)
Zosen e Mina Hamada presentano alla Galo Art Gallery di Torino “Yin e Yang”, il loro primo duo-show in Italia.

Concetto basilare del pensiero tradizionale filosofico cinese, lo YinYang designa il binomio di due principi indissolubili, antitetici e complementari, dalla cui combinazione e interazione procede la totalità del mondo fenomenico. Lo Yin rappresenta il femminile, la terra, l'oscurità, il nero. Lo Yang, il maschile, il cielo, la luce, il bianco

Simbolo dinamico, lo YinYang non tratta della contraddittorietà duale tipica della civiltà occidentale, bensì diviene archetipo dell’armonia degli opposti, definiti non in termini assolutistici ma relativistici, giacché nessun elemento può considerarsi totalmente Yin o Yang in quanto naturalmente contiene parte dell'altro.

Questa dicotomia, questo simultaneo scambio, senza alcun dubbio è più che mai evidente nella coppia di artisti, Zosen e Mina Hamada.

Legati da un'esaltazione del colore di cui, richiamando le istanze dei Fauves, fanno propria la potenziale capacità espressiva, Zosen e Mina crescono con differenti background ed è a Barcellona che trovano il loro terreno comune. Lui nasce a Buenos Aires. Lei è giapponese, nasce in Louisiana ma presto si trasferisce a Tokyo. Lui rivendica fin dall'adolescenza un interesse per la street culture, attraverso lo skate prima ed il graffiti poi, per il punk e la cultura D.I.Y.. Lei si avvale di un percorso più accademico e legato all'illustrazione.

Il loro percorso artistico comune muove i suoi primi passi con l’esposizione "Neofauvismo" nella IAM Gallery di Madrid. La loro collaborazione creativa può interpretarsi come un riflesso della vita personale dei giovani artisti. Nei loro cammini Zosen e Mina si son influenzati ed arricchiti vicendevolmente, mantenendo sempre viva la propria essenza ed originalità, e riuscendo a non precludere a sé stessi un’evoluzione individuale e distaccata.

Riconosciuti a livello internazionale, nel loro connubio artistico, Zosen e Mina sono capaci di unire su differenti supporti, sia tela o muro, i singoli processi visivi ed interpretativi della loro pittura, che si palesa con evidenza attraverso una propria forza, allegria, joie de vivre e fresco impatto visivo.

Composizioni di forme e figure puramente spontanee ed intuitive si generano, di norma senza alcun bozzetto previo, caratterizzate da un' assenza totale di contorni.

Il lavoro di Mina Hamada è un gioco di colori intensamente legato ad uno studio delle forme, di linee dinamiche che fluttuano eteree, al tempo stesso delicate e vibranti sulla tela, accarezzandola. Il suo linguaggio artistico nasce come una semplificazione della natura, delle sue forme che raccontano storie celate da un approccio astratto, trasmettendo, attraverso lo spirito genuino dell'infanzia, quell'energia vitale che vibra in ogni elemento.

Zosen sviluppa un'iconografia più diretta ed un simbolismo profondamente legato al folklore di diverse culture, come possono essere una calavera o delle maschere, combinazioni di lottatori messicani e sculture africane, che l’artista modernizza attraverso l’uso del colore ed un approccio ironico. Così facendo Zosen modella un mondo simbolico in cui è evidente come la forza della pittura risieda nella pittura stessa, nel suo colore squillante e nelle sue relative contrapposizioni cromatiche, un mondo che simultaneamente parla e si relaziona con un vivido interesse verso la critica sociale.

Seguendo la tematica dello YinYang, Zosen e Mina Hamada presentano alcuni lavori inediti creati in duo ed individualmente in occasione dell’esposizione di Torino, tra i quali opere con fondo bianco o nero realizzate come confronto fra gli artisti.

L'inaugurazione avrà luogo il 2 di Maggio nella Galo Art, galleria da cinque anni referente in Italia per la street art.


TESTO: Sandy Fiocchetti


(ENG)
Zosen and Mina Hamada will present their first Duo show in Italy "Yin and Yang", at the Galo Art Gallery.

Based on the basic concept of traditional Chinese philosophical thought, the YinYang designates the combination of two principles indissoluble, antithetical and complementary combination an interaction from which the totality of the phenomenal world proceeds. Yin represents the feminine, the earth, the darkness, the black. Yang, the male, the sky, the light, the white. Dynamic symbol, it is the contradictory dual YinYang not typical of Western civilization, but becomes the archetype of the harmony of opposites, not defined in absolute terms but relative terms, since nothing can be considered totally Yin or Yang as one naturally contains part of the other.

This dichotomy, this simultaneous exchange, without any doubt is all more evident in the artist duo, Zosen and Mina Hamada.

Linked by an exaltation of color, taking influences from Fauves, they make their own potential expressiveness. Zosen and Mina are artists with different backgrounds and it is in Barcelona where they find their common ground. Zosen was born in Buenos Aires. Mina Hamada is Japanese, and was born in Louisiana but soon moved to Tokyo. Zosen has always shown an interest in street culture through skateboarding and after also through graffiti, punk and DIY culture. Mina Hamada has followed a more academic path related to illustration.

Their artistic commune took its first steps with the exhibition "Neofauvismo" in IAM Gallery in Madrid. Their creative collaboration can be interpreted as a reflection of the personal lives of young artists. During their artistic journey Zosen and Mina have influenced and enriched each other they strive to not preclude each others individual evolution by keeping alive the essence and originality of their work together and separately.

Internationally recognized, in their artistic union, Zosen and Mina are capable of uniting on different media, either canvas or wall. The individual processes and visual interpretation of their painting, which manifests itself with evidence through its own strength, happiness, joie de vivre and fresh visual impact. Compositions of shapes and purely spontaneous and intuitive figures are generated, normally without any prior composition, characterized by a total absence of outlines.


The work of Mina Hamada is a play of colors intensely tied to a study of forms, dynamic lines of floating ethereal at the same time delicate and vibrant on the canvas. Her artistic language was born as a simplification of nature, its forms that tell stories hidden by an abstract approach, passing through the genuine spirit of childhood, that vital energy that vibrates in every element.

Zosen develops more direct iconography and symbolism deeply tied to the folklore of different cultures. Combinations of Mexican wrestlers and African sculptures, calavera or masks the artist modernizes through the use of color and an ironic approach . Zosen models a symbolic world in which it is clear that the strength of the painting lies in the painting itself, in its bright color and its related chromatic contrasts, a world that simultaneously speaks and interacts with a vivid interest in the social criticism.

Following the theme of YinYang, Zosen and Mina Hamada have created works together as well as individually for the exhibition in the Galo Art Gallery in Turin which will inaugurate on the 02 of May 2015.

TESTO: Sandy Fiocchetti