Xilografie

Mondovì - 11/08/2012 : 09/09/2012

Con la mostra Xilografie il Museo Civico della Stampa offre al pubblico la possibilità di conoscere due dei più rappresentativi esponenti della grafica artistica a livello internazionale, i torinesi Gianfranco Schialvino e Gianni Verna, che da anni si dedicano quasi esclusivamente all’incisione su legno.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CIVICO DELLA STAMPA
  • Indirizzo: via Misericordia 3 - Mondovì - Piemonte
  • Quando: dal 11/08/2012 - al 09/09/2012
  • Vernissage: 11/08/2012 ore 18.30
  • Autori: Gianni Verna, Gianfranco Schialvino
  • Generi: doppia personale, disegno e grafica
  • Orari: dall’11 al 16 agosto, durante la 44^ Mostra dell’Artigiano, dalle ore 16.00 alle 19.00 e dalle 20.00 alle 23.00. Dal 17 agosto al 9 settembre venerdì, sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00

Comunicato stampa

Con la mostra Xilografie il Museo Civico della Stampa offre al pubblico la possibilità di conoscere due dei più rappresentativi esponenti della grafica artistica a livello internazionale, i torinesi Gianfranco Schialvino e Gianni Verna, che da anni si dedicano quasi esclusivamente all’incisione su legno.

Come altre tecniche espressive, anche la xilografia ha conosciuto nel Novecento un impiego diverso rispetto a quello tradizionale. Gli Impressionisti, ad esempio, l’hanno utilizzata per il forte impatto emotivo che essa trasmette, arrivando addirittura ad utilizzarla con il colore



Su questa linea di ricerca si muovono Schialvino e Verna il cui impegno è andato, però, ben oltre utilizzo della stampa su legno come principale mezzo espressivo. Nel 1987, infatti, hanno fondato l’Associazione Nuova Xilografia per diffondere la conoscenza di quest’antica tecnica e contemporaneamente hanno avviato la pubblicazione di SMENS, una delle poche riviste d’arte ancora realizzate con i caratteri in piombo e i legni incisi.

Le opere esposte a Mondovì non seguono un tema particolare. La scelta è stata fatta per dare un assaggio della produzione dei due artisti e spingere il visitatore ad approfondire la conoscenza delle tecniche di stampa artistica visitando la collezione di macchine e attrezzature del Museo.

Il catalogo con introduzione di Remigio Bertolino è stato impresso nella stamperia del Museo in 600 copie.