Weekend coi morti Preview – La lucina

Bologna - 31/10/2018 : 31/10/2018

“La lucina” è tratto dal romanzo omonimo del 2013 di Antonio Moresco (edito da Mondadori), e l'autore è anche co-sceneggiatore e protagonista del film: alla proiezione, gratuita, saranno presenti i registi.

Informazioni

Comunicato stampa

Si aprirà con l’anteprima mondiale de La lucina di Fabio Badolato e Jonny Costantino, il prossimo mercoledì 31 ottobre (ore 20.30, Cinema Lumière, via Azzo Gardino, 65), il “Weekend coi morti” curato da Nomadica, circuito per il cinema di ricerca: un viaggio nelle immagini del cinema sperimentale contemporaneo – realizzato in occasione della Festa dei Morti.

“La lucina” è tratto dal romanzo omonimo del 2013 di Antonio Moresco (edito da Mondadori), e l'autore è anche co-sceneggiatore e protagonista del film: alla proiezione, gratuita, saranno presenti i registi



Da giovedì 1 a domenica 4 novembre il “Weekend coi morti” si sposterà allo Spazio Menomale (via de’ Pepoli, 1/a), per una vera e propria “maratona cinematografica” fatta di incontri e scontri, proiezioni e reazioni, suoni e visioni: decine di film provenienti da tutto il mondo in anteprima italiana, seminari che intrecciano astronomia, arte, filosofia, nuove forme di diffusione, e poi proiezioni in 16mm e focus su svariati temi. Dallla mattina fino alla notte si susseguiranno nel lungo weekend circa 50 opere di filmmaker provenienti da tutto il mondo, di cui buona parte mai proiettati in Italia e in alcuni casi in anteprima assoluta. E inoltre 4 programmi speciali organizzati da curatori attivi in Italia ed Europa.

“Probabilmente si tratta dell’evento più importante in Italia quest’anno sul cinema d’artista” spiegano gli organizzatori, “il programma è un distillato della più avanzata ricerca contemporanea sull’immagine in movimento”.

Le mattine del weekend saranno dedicate a vari seminari, in particolare giovedì 1 novembre alle ore 10 “Nuovi Potenti Occhi”, incontro con l’astronomo Flavio Fusi Pecci, vice presidente della Società Astronomica Italiana, esperto di evoluzione stellare, galassie e cosmologia, tra gli scienziati più di rilievo dell’astronomia italiana; venerdì 2 novembre invece, sempre alle ore 10, sarà la volta di “Storie della visione. L’arte come scuola dei sensi (e del senso)” tenuto da Francesco Cattaneo - ricercatore e docente di Estetica presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione di Bologna.
Al “Weekend coi morti” si intreccia il progetto “Percorsi nello Spazio”, promosso dall’associazione Menomale e incentrato sul rapporto tra l’astronomia e la città di Bologna. Oltre al seminario con Fusi Pecci, proiezioni in 16mm di rari film internazionali intreccia Un lungo momento dedicato al rapporto Uomo-Spazio con proiezioni in 16mm di rari film internazionali e altre iniziative che mescolano scienza ed arte, una “mappa astro-urbana” che verrà donata ai partecipanti accompagnerà gli spettatori alla scoperta degli affascinanti percorsi dell’astronomia lungo le vie e i palazzi della città di Bologna.

Lo Spazio Menomale ospiterà inoltre oggetti e opere di ogni tipo a comporre una wunderkammer, sorta di scenografia interattiva che accompagnerà l’intero evento, mentre in occasione della Festa dei Morti sarà allestito un altarino domestico ispirato alla colorata tradizione messicana in onore dei defunti.

Ingresso a offerta libera con tessera Menomale