Vuoto Critico

Savona - 05/07/2014 : 12/07/2014

Le opere degli artisti esposti saranno inedite, ideate e progettate per esprimere il concetto di vuoto critico così come vissuto dagli artisti stessi che lo rappresentano.

Informazioni

Comunicato stampa

VUOTO CRITICO, SI ENTRA NEL VIVO

Giovani, passioni, creatività e crisi: un progetto che nasce per gioco e diventa subito grande.

Metti un gruppo di amici -giovani, volenterosi e in gamba, come in tutte le belle storie che si rispettino- con la voglia di fare, di scuotere e stimolare un po’ Savona, gli occhi vivi e il pensiero costante alla situazione odierna. Aggiungi la volontà di raccogliere, con tutta l’umiltà del caso, il testimone di Italo Zerbini e avrai Vuoto Critico

«Zerbini ha fatto molto a Savona e dintorni con AICS, tra eventi culturali e sportivi tutti sostenuti dal desiderio di aggregare, educare e istruire -spiegano i volontari del progetto- ed è sotto l’egida di Aics Imperia – Accademia Arti Psico Fisiche Italo Zerbini che Vuoto Critico sta muovendo i suoi primi passi. A volte le cose sembrano nascere per gioco e non ci si rende conto che si sono messe in moto energie, aspirazioni, idee e pulsioni molto più grandi, condivise e profonde di quanto si possa credere. E così è capitato -e sta capitando- con Vuoto Critico».

Il punto di partenza di questo gruppo di ragazzi, determinati e pieni di energia, è il desiderio -e l'ambizione- di recuperare, ridefinire e valorizzare aree, zone e siti di Savona dismessi e abbandonati, ben definibili come “vuoti strutturali”. «E la prima cosa a cui si è pensato per riempire questo vuoto “fisico” -continuano- è stata un altro vuoto, ovvero la mancanza -o flebile presenza- di occasioni e strumenti per i giovani artisti (nell’accezione più ampia del termine) di Savona di mettersi in mostra e soprattutto di potersi esprimere e dar luce al proprio messaggio. E' un progetto nato per gioco ma diventato subito “grande” perché la voglia di rialzarsi a Savona è più diffusa di quanto non sembri, basta una spinta». Il progetto, assolutamente no profit e fondato sul volontariato, ha il patrocinio del Comune di Savona, si sta diffondendo e sta raccogliendo consensi, grazie ai media locali, alla pagina Facebook (“vuotocritico”) e al blog sul sito www.vuotocritico.com. Saranno poi interessati altri canali, quali You Tube, Instagram ed è in arrivo l'hashtag #VuotoCritico.

DOVE AVETE VISTO VUOTO CRITICO

25 aprile – In occasione della Festa del 25 Aprile “Savona (R)esiste” Vuoto Critico si è presentato al Priamar con le proprie magliette e la macchina fotografica per immortalare i sorrisi dei savonesi per quello che sarà uno degli appuntamenti del 5 di luglio.
1 maggio – A Legino, all’interno della Festa del Primo Maggio, dopo il concerto dei Buendìa, Vuoto Critico ha spiegato in linea generale dei suoi progetti e del suo programma, senza svelare troppo, per coinvolgere e incuriosire.
15 maggio – Per festeggiare la consegna delle opere da parte degli artisti per l’evento del 5 luglio Vuoto Critico ha dato appuntamento ad amici e curiosi al Maama Bar di Savona, serata impreziosita dalla musica dei Southern Cross, ovviamente muniti di magliette Vuoto Critico.
17 maggio – Per la manifestazione “Il cielo è di tutti” organizzata dall’Associazione “Un sorriso negli occhi” Vuoto Critico è tornato al Priamar svelando parte del suo ampio progetto. E’ stato presentato un prototipo dell’allestimento e le magliette. E ancora una volta sono stati coinvolti i savonesi chiedendo di esprimere in poche parole il proprio vuoto su di un biglietto. Queste riflessioni saranno poi raccolte ed
esposte all’interno dell’evento del 5 luglio.

DOVE VEDRETE VUOTO CRITICO

13 giugno – Vuoto Critico contagia anche la cucina, dalle ore 19 presso la Boutique della Birra (corso Vittorio Veneto 20/26r a Savona) il “vuoto culinario” verrà colmato da antiche ricette savonesi ormai scomparse riscoperte per l’occasione. Saranno anche presentati una birra e un vino di produzione artigianale e locale. Il tutto accompagnato da perfomance musicali selezionate da Vuoto Critico.
4 luglio – Conferenza stampa e serata Raindogs . Il giorno prima dell’apertura della mostra sarà indetta la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’evento. In serata invece presentazione molto più informale con una “Serata Vuoto Critico”al Raindogs di Savona.
5 luglio – Il primo vero grande evento avverrà presso il Comune di Savona dal 5 al 12 luglio 2014: uno spettacolo di apertura che durerà dalle 17:30 alle 24:00 e l’atrio del Comune aperto tutta la sera per rendere l’esposizione fruibile durante tutto lo spettacolo. Le opere degli artisti esposti saranno inedite, ideate e progettate per esprimere il concetto di vuoto critico così come vissuto dagli artisti stessi che lo rappresentano. Una parte importante e funzionale al tema dell’evento lo svolgerà
l’allestimento, verranno utilizzati infatti materiali di “riuso” quali pallet e bobine che, adeguatamente impegnati, “accoglieranno” le opere. Anche l’atrio, il porticato e la piazza antistante il Comune saranno il palcoscenico di Vuoto Critico. Performances di artisti di strada, un flashmob, un dj set e concerti si svolgeranno coinvolgendo passanti e i cittadini per invitarli a visitare e vivere la mostra all’interno, in una visione unica e complementare. E questo aspetto sarà anche evidenziato da un telo bianco che unirà, idealmente e fisicamente, gli spazi dell’evento. Infine sarà data voce ai sorrisi e ai pensieri raccolti nei precedenti appuntamenti.
24 luglio – Il fulcro del secondo evento sarà il vuoto urbano, inteso come aree e luoghi di Savona dismessi, trascurati e abbandonati. E’ stato pensato un percorso (da Piazza Chabrol fino al Palazzo della Rovere) che collega alcuni siti individuati come evocativi da Vuoto Critico e che sarà percorso in bicicletta. In bicicletta perché, oltre ad essere maggiormente funzionale all’idea dell’evento, si vuole sottolineare tra l’altro la necessità di altre piste ciclabili a Savona. I partecipanti, assistiti e accompagnati dai volontari di Vuoto Critico, avranno modo di scoprire e riscoprire angoli forse dimenticati di Savona che per l’occasione vedranno la propria bellezza amplificata e valorizzata dalle opere e dalle perfomances degli artisti di Vuoto Critico. E siccome uno degli obiettivi alla base del progetto è stimolare e invogliare alla partecipazione è stata richiesta la collaborazione gli esercenti delle attività che si
trovano lungo il tragitto al fine di impreziosire il percorso con vetrine allestite ad hoc e perfomances.