Vittorio Valentini – Inquietanti manichini

Bologna - 02/02/2018 : 24/02/2018

Lo spazio Paoletti School of Photography ospita dal 2 al 24 febbraio la mostra fotografica di Vittorio Valentini dal titolo “Inquietanti manichini”, un allestimento di circa 40 immagini curato da Laura Frasca.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO PAOLETTI
  • Indirizzo: Strada Maggiore, 14 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 02/02/2018 - al 24/02/2018
  • Vernissage: 02/02/2018 ore 18.30
  • Autori: Vittorio Valentini
  • Generi: fotografia, personale

Comunicato stampa

Lo spazio Paoletti School of Photography ospita dal 2 al 24 febbraio la mostra
fotografica di Vittorio Valentini dal titolo “Inquietanti manichini”, un allestimento di
circa 40 immagini curato da Laura Frasca.
Presentata dal pittore Concetto Pozzati e dall’architetto Pier Luigi Cervellati, la
mostra è parte di una ricerca fotografica sui manichini quali oggetti, che sono si
inanimati e freddi, ma che nella loro plasticità ritrovano soggettività e identità reali


Nel predisporre il set fotografico, nel muoverli e smontarli per “metterli in posa” e
nell’osservarli da diverse angolazioni, Valentini si è lasciato sopraffare dai forti richiami
in cui il manichino è entrato a far parte della storia dell’arte.
Ecco allora queste fotografie in cui metafisica, surrealismo e dadaismo si intrecciano tra
loro producendo situazioni di ironica inquietudine.
Solo una “scala di grigi” poteva renderne appieno tutta la loro enigmatica forza.
Il nero profondo da cui i manichini, o parte di essi, emergono ne acuisce il mistero
dell’esistenza passata, allo stesso tempo la loro materica presenza nella gamma dei
grigi, li impone ai nostri occhi nella loro oggettività, stimolando letture nuove e
contemporanee.
“…Il manichino, simbolo dell’identificazione e della passione, viene creduto reale e
“vivente”.… …Sono inquietanti e ironici, sono la teatralità, la sorpresa, il reperto, lo
sguardo; sono trofei nell’interno-esterno, della collezione-mostra. Basta fare un
montaggio simbolico, spostare una mano (come avviene in Valentini) in un altro spazio,
che da metafisici silenziosi e orfani diventano surreal-rumorosi...
….Assisto ad una voluta contraddizione tra il visto e il visionario, tra il vero e il
falso. C’è uno stupore anche nelle foto che è malinconico ma che ci richiede ancora
interrogativi e non facili esclamativi, in una società falsamente liquida dove può
galleggiare tutto ma che un pensiero affonda…..(Concetto Pozzati)”.
www.vittoriovalentini.it
www.paolettionline.it
http://www.galleriacavourgreen.com/