Visioni per Genova

Genova - 22/07/2016 : 11/09/2016

Progetti e disegni di grandi architetti.

Informazioni

  • Luogo: ARTRE' - GALLERIA D'ARTE
  • Indirizzo: Piazza Delle Vigne 28R - Genova - Liguria
  • Quando: dal 22/07/2016 - al 11/09/2016
  • Vernissage: 22/07/2016 ore 18
  • Generi: architettura, disegno e grafica

Comunicato stampa

“ VISIONI PER GENOVA “
Progetti e disegni di grandi architetti

OBIETTIVI DELLA MOSTRA

La mostra, che riunirà opere dall’800 agli anni 2000 si articolerà in quattro sezioni.
La prima, intitolata “ Architettura… l’ipotesi, la provocazione, il sogno….. “ svilupperà il tema dell’immagine urbana dell’architettura pensata e immaginata tenendo conto delle rivoluzioni culturali che hanno segnato la società attraverso una radicale trasformazione del pensiero e quindi delle immagini. Immagini che inevitabilmente connettono mondi diversi: l’architettura, l’arte, il modo di sentire e vivere lo spazio e quindi anche lo spazio urbano


Genova è stata e rimane uno straordinario laboratorio per l’architettura. Qui hanno lavorato alcune tra le più importanti personalità della cultura architettonica del Novecento, da Ignazio Gardella a Franco Albini, da Carlo Scarpa ad Aldo Rossi e da qui si articolerà un percorso attraverso un patrimonio di immagini e di esperimenti di architettura straordinariamente ricco e vitale. Dal sogno mai completamente svanito della modernità al recupero della tradizione, dal dialogo con l’antico alle contaminazioni con l’arte contemporanea.

La seconda sezione “ Metamorfosi urbane ed eccentriche visioni “ metterà in scena una raccolta di immagini di architettura e di città collegate da un filo rosso che collega lo slancio visionario ottocentesco e del primo Novecento agli esperimenti contemporanei. In questa sezione la città verrà vista non solo nelle sue caratteristiche urbane più salienti ma anche come scenario di infinite metamorfosi e di infinite varianti. Un “ quadro urbano “ insomma, tuttora ricco di possibilità espressive e di vita, riflesso, come sempre è accaduto, di contraddizioni più vaste e profonde.
In questa sezione la città verrà vista non solo nelle sue caratteristiche urbane più salienti ma anche come scenario di infinite metamorfosi e di infinite varianti.


La terza e ultima sezione, intitolata “ Asparizioni “, tratterà il tema delle architetture che hanno fatto parte del territorio genovese e sono successivamente scomparse. Architetture demolite, distrutte nel corso del tempo, ma che vogliamo, senza alcun intento polemico bensì poetico ( lo stesso titolo è un omaggio a una delle più toccanti poesie di Giorgio Caproni )















Arch. Alba Guerrera
Arch. Luca Sturolo