Visioni in Dialogo #3 – Osservatore Osservato

Lugano - 15/11/2014 : 15/11/2014

L’Associazione “Fare arte nel nostro tempo / Making art in our time” presenta a Lugano nell’Aula Auditorio dell’Università della Svizzera Italiana la terza giornata del ciclo di incontri di Visioni in Dialogo dedicata al tema Osservatore – Osservato.

Informazioni

Comunicato stampa

L’Associazione “Fare arte nel nostro tempo / Making art in our time” presenta a Lugano nell’Aula Auditorio dell’Università della Svizzera Italiana la terza giornata del ciclo di incontri di VISIONI IN DIALOGO dedicata al tema OSSERVATORE – OSSERVATO.

Carlo Rovelli, fisico teorico e professore al Centre de physique théorique all’Università di Marsiglia, introdurrà il tema.
Intervengono e confrontano i differenti punti di vista Maurizio Ferraris, professore di filosofia teoretica all’Università di Torino, Daniel Soutif, filosofo e critico d’arte, Elena Volpato, storica dell’arte, e gli artisti Giulio Paolini e Sean Snyder.
Dopo il saluto dell’on

Giovanna Masoni Brenni, Vice Sindaco e Capo Dicastero delle Attività Culturali della Città di Lugano, l’incontro è introdotto da Marco Franciolli, direttore del Museo Cantonale d’Arte e del Museo d’Arte, Lugano e moderato da Elena Volpato.

L’osservazione non è solo effettuazione di registrazioni percettive, ma è anche ricerca di senso. E dunque non esiste nulla che si possa considerare come esperienza osservativa pura, assolutamente libera da aspettative e da una teoria (K. Popper, Logica della scoperta scientifica, 1935, Einaudi, 1970 p.514). Secondo Feyerabend l’esperienza dell’osservare nasce assieme agli assunti teorici, non prima. Il processo di conoscenza avviene così in una logica circolare in cui osservatore e osservato si influenzano reciprocamente. E ciò che percepiamo ci trasforma. Nelle arti visive l’atto di osservare è un nodo centrale del rapporto tra opera e autore. L’autore è in qualche modo il primo osservatore della sua opera, a volte in posizione non troppo diversa da quella del pubblico, così come il pubblico può, a volte, divenire parte dell’opera a lui consegnata.

“Fare arte nel nostro tempo / Making art in our time” è un’associazione privata senza fini di lucro nata nel 2012. Il ciclo VISIONI IN DIALOGO, ideato e organizzato dall’Associazione in collaborazione con il Museo Cantonale d’Arte, Lugano, propone due volte all’anno giornate di incontri aperte al pubblico per riflettere, sulla base di temi dati, su alcuni aspetti dell’essere nel mondo oggi attraverso lo sguardo di esperti di discipline diverse e di artisti.

I temi precedentemente affrontati sono stati “L’UOMO E’ SOLO?” e “LA FOLLA”. Un contributo all’avventura della conoscenza su temi attuali e insieme universali, che offrono possibilità di interpretazioni diverse e antitetiche ma anche di incontro, con la premessa che la complessità non è solo nelle cose ma comprende anche il punto di vista di chi le osserva.
L’obiettivo è di completare il ciclo con dieci temi per altrettanti incontri.

Le giornate di VISIONI IN DIALOGO a Lugano completeranno il tema OSSERVATORE – OSSERVATOcon due serate che si svolgeranno nella prossima primavera mentre nell’autunno 2015 la giornata sarà dedicata a QUALE REALTA’?

Gli interventi dei relatori insieme alle biografie, interviste brevi e altre informazioni relative ai programmi sono disponibili sul sito dell’Associazione www.associazione-nel.ch

Terza giornata del ciclo di incontri
VISIONI IN DIALOGO

OSSERVATORE - OSSERVATO

Sabato 15 novembre 2014

ore 11 – 17

Aula Auditorio, Università della Svizzera Italiana
Via Giuseppe Buffi 13, Lugano

Ore 11.00 Saluti ufficiali On. Giovanna Masoni Brenni,
Vicesindaco e Capo del Dicastero Cultura della Città di Lugano
Introduzione del direttore del Museo Cantonale d’Arte e del Museo d’Arte, Lugano, Marco Franciolli
Modera Elena Volpato, storica dell’arte.

Ore 11:15 Relazione di Carlo Rovelli, fisico teorico, professore al Centre de physique théorique all’Università di Marsiglia, tra i fondatori della Teoria loop quantum gravity, una delle principali linee di ricerca per descrivere le proprietà quantistiche del tempo e dello spazio.

Ore 11.50 Relazione di Maurizio Ferraris, professore di filosofia teoretica all’Università di Torino, che ha proposto il concetto di realtà in filosofia (Nuovo Realismo) come antidoto alla relazione con il mondo indotta della degenerazione del postmodernismo.

Pausa

Ore 14.00 Elena Volpato, storica dell’arte e curatrice, Galleria d’Arte Moderna Fondazione Torino Musei.

Ore 14.15 Relazione di Daniel Soutif, filosofo e critico d’arte, è stato direttore del Département de Developpement Culturel al Centre Pompidou a Parigi, direttore del Museo Pecci di Prato e attualmente curatore indipendente.

Pausa

Ore 15.30 Relazione di Giulio Paolini artista, in dialogo con Elena Volpato. Paolini ha tenuto innumerevoli mostre in tutto il mondo ed è rappresentato in molte collezioni pubbliche internazionali.

Ore 16.00 Un progetto speciale dell’artista americano che vive a Berlino Sean Snyder. il cui lavoro risulta dalla ricontestualizzazione di immagini, video e testi provenienti da diverse fonti documentarie.

Ore 16:40 Discussione e chiusura di Elena Volpato con Carlo Rovelli.