Virginia Mori – Se passi di qui

Viterbo - 12/05/2012 : 20/05/2012

Disegni che sembrano prender vita e, divincolati dal tempo, appaiono come dei racconti immediati densi di una memoria frammentata. A cura di Giorgia Noto.

Informazioni

  • Luogo: BIANCOVOLTA
  • Indirizzo: Via delle Piagge 23 - Viterbo - Lazio
  • Quando: dal 12/05/2012 - al 20/05/2012
  • Vernissage: 12/05/2012 ore 18
  • Autori: Virginia Mori
  • Curatori: Giorgia Noto
  • Generi: personale, disegno e grafica
  • Orari: Chiuso lunedi, ore 16.30-19.30

Comunicato stampa

Il Festival Librimmaginari continua e conclude il suo calendario di appuntamenti con un’ultima mostra di illustrazioni "Se passi di qui" dell’autrice Virginia Mori sabato 12 maggio alle ore 18 presso il Biancovolta.

Una personale che ospita buona parte del lavoro di questi ultimi anni di Virginia tra i disegni originali e i corti d’animazione

I disegni di Virginia sembrano prender vita dalla sua penna bic rigorosamente nera, divincolati dal tempo appaiono come dei racconti immediati e densi di una memoria frammentata: sequenze incantate di vita, immortalate su un piano orizzontale pronto a lasciarsi invadere dai ricordi, dalle paure, dalle ossessioni.
Ogni tratto di Virginia possiede qualcosa di romantico che si unisce in maniera indelebile ad un filo di nostalgia costante. Le fanciulle, i conigli o qualsiasi altro personaggio prende spazio in un immaginario fantastico ed intimo.

Virginia Mori nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all'Istituto Statale d'Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell'illustrazione. Partecipa a diversi eventi artistici in Italia e vince il premio "SRG SSR idee suisse" ad Annecy Call for project (Francia), che le permette di realizzare il corto di animazione "Il gioco del silenzio", premiato e selezionato in diversi festival internazionali e il premio "Abbaye de Fontevraud" che le permette di lavorare al suo prossimo film nella residenza dell'omonimo centro culturale francese nell'ottobre 2011.