Viaggi fotografici sul Garda. 1880-1910

Riva del Garda - 14/06/2014 : 02/11/2014

Con la mostra Viaggi fotografici sul Garda. 1880-1910, il MAG rinnova la sua attenzione verso la fotografia storica del paesaggio gardesano, proponendo un itinerario dentro le collezioni e la memoria delle esposizioni del Museo, attraverso una selezione di riproduzioni di fotografie scattate a cavallo tra 1800 e 1900.

Informazioni

  • Luogo: MAG MUSEO ALTO GARDA - MUSEO RIVA DEL GARDA
  • Indirizzo: Piazza Cesare Battisti, 3/A 38066 - Riva del Garda - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 14/06/2014 - al 02/11/2014
  • Vernissage: 14/06/2014
  • Generi: documentaria, fotografia

Comunicato stampa

Con la mostra Viaggi fotografici sul Garda. 1880-1910, il MAG rinnova la sua attenzione verso la fotografia storica del paesaggio gardesano, proponendo un itinerario dentro le collezioni e la memoria delle esposizioni del Museo, attraverso una selezione di riproduzioni di fotografie scattate a cavallo tra 1800 e 1900.

Da sempre il lago di Garda ha affascinato viaggiatori provenienti da tutto il mondo.
Tra fine Ottocento e inizio Novecento numerosi fotografi si sono misurati con i panorami del Garda e degli abitati circostanti

Tra questi, la famiglia tedesca dei Lotze, l'austriaco Alois Beer e infine, a inizio Novecento, Alessandro Oppi, che ha documentato da fotografo amatore un’escursione in battello nell’estate 1910.

In mostra, allestita al terzo piano del Museo di Riva del Garda, vengono presentate alcune riproduzioni di queste tre esperienze, documentate dal MAG attraverso le personali di Oppi, dei Lotze e di Beer rispettivamente negli anni 2011, 2012 e 2013.


"Così bello nei giorni sereni, il Garda tocca i fastigi del sublime nelle convulsioni della tempesta, che nelle proporzioni gigantesche cui assurge, è paragonabile soltanto a quella dell'oceano".
Giuseppe Solitro, Il lago di Garda, Bergamo, Istituto Italiano di Arti Grafiche, 1904

"La fertilità del suolo gareggia colla dolcezza del clima, per cui vi allignano a cielo aperto e senza custodia d'inverno i leandri, gli allori ed altre piante dei climi più meridionali".
Giovanni Battista Simeoni, Guida generale del lago di Garda illustrata Verona, Civelli, 1879