VerdeOfficina – Viaggiatori Vegetali

Milano - 08/04/2015 : 30/05/2015

Un meraviglioso viaggio, fatto di installazioni e di opere d'arte vegetali, frutto della genialita' artistica e botanica di 'VerdeOfficina'.

Informazioni

  • Luogo: ROSSOSEGNALE B&B
  • Indirizzo: Via Sacchini 18 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 08/04/2015 - al 30/05/2015
  • Vernissage: 08/04/2015 ore 18,30
  • Autori: VerdeOfficina
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

"Si spostano in silenzio, secondo i venti e secondo il caso, che organizza i dettagli e usa tutti i vettori possibili, dalle correnti marine alle suole delle scarpe (...)" - Gilles Clement 'Elogio delle vagabonde'. RossoSegnale e' orgoglioso di ospitare un meraviglioso viaggio, fatto di installazioni e di opere d'arte vegetali, frutto della genialita' artistica e botanica di 'VerdeOfficina'. Un percorso bellissimo e divertente che animera', con un tocco di follia onirica, la galleria, il giardino, il terrazzo e gli spazi d'arte di RossoSegnale

Sebbene ad occhi distratti sembrino sempre immobili, in realta' le piante viaggiano e lo fanno in una precisa fase della loro vita. Racchiusa nel suo seme, come all'interno di una minuscola capsula spaziale, la plantula comincia le sue peregrinazioni, portando con se' solo quello che le servira' per nutrirsi e svilupparsi, diventando autosufficiente. Si tratta di un vero e proprio viaggio iniziatico, con sfumature talvolta fantastiche e rocambolesche, un viaggio attraverso lo spazio e il tempo in cui il seme dovra' volare, navigare, lottare contro i suoi stessi fratelli e passare attraverso le fiamme o restare sepolto sotto la neve prima di trovare un luogo da colonizzare, sia che si tratti di terre vergini che di crepe nell'asfalto urbano. All'interno di questa avventura non mancano ostilita', amicizie e alleanze con gli animali, tra cui l'uomo, che da secoli baratta con i semi la possibilita' di nutrirsi in cambio di un significativo contributo alla loro dispersione. La narrazione di questi incredibili viaggi e degli arrivi in un luogo in cui finalmente mettere radici e' affidata ad immagini oniriche e installazioni ironiche, in cui oggetti d'uso quotidiano, botanica e arte si fondono per formare le parole del racconto.