# Variazioni su temi proposti per una pura ideologia fonetica

Roma - 23/05/2015 : 24/05/2015

Nei pressi del tempio di Asclepio sull’isola Tiberina (fronte ponte rotto), à chapeau per il terzo appuntamento di “ ANCHEMò (asclepiade) ”, Jacopo Sabar Giacchino le pietre lanciate riprende in canto fluviale, accettando quel gioco d’ideologia pura, avanzando sul filo tessuto da “Cantico” ('08) ad “Ahipatritaglia!” ('13) che lo lega al poeta.

Informazioni

Comunicato stampa

Isola Tiberina - Fronte Ponte Rotto
ANCHEMò (asclepiade)
presenta:


# VARIAZIONI SU TEMI PROPOSTI
PER UNA PURA IDEOLOGIA FONETICA
(Emilio Villa)

re-lecture jouée: Jacopo Sabar Giacchino
otro sonidos: Rencontres (L.A. Praussello e C. Onorati)


Immagine in linea 1


Dal principio di questo millennio che parrebbe a parole già stanco, si va palesando attraverso nuove e preziose edizioni (di cui l’ultima/prima per l'Orma editore) una -gonìa poetica rimasta a lungo celata


Emilio Villa: parola-talea che diffida lo scritto, indagata al suo nascere e mutuata da cosmi di idiomi perduti, tradotta tradita o annientata ma resa archetìpo, alchimia, di fuoco che crepita voci a venire, poièsis che torna a vibrare in moto rapsodico.

Gettava le pietre nel Tevere, Emilio Villa, le pietre recanti fonemi, le pietre che eran gli dei, e dava in pasto sacrale alle acque il suo verbo: così “pubblicava”, si dice in leggenda..

Il 23 e 24 maggio alle 19,30 ca nei pressi del tempio di Asclepio sull’isola Tiberina (fronte ponte rotto), à chapeau per il terzo appuntamento di “ ANCHEMò (asclepiade) ”, Jacopo Sabar Giacchino le pietre lanciate riprende in canto fluviale, accettando quel gioco d’ideologia pura, avanzando sul filo tessuto da “Cantico” ('08) ad “Ahipatritaglia!” ('13) che lo lega al poeta.


[email protected]
(+39) 3299614692



Prossimo appuntamento in luogo da destinarsi:

30 e 31 maggio: LAMINEORFICHE con Edda Gaber e Jacopo Sabar Giacchino