Valerio Adami – Disegnare Dipingere

Roma - 10/10/2014 : 15/11/2014

Il titolo della mostra, Disegnare / Dipingere, sta a indicare non solo la presenza di numerosi disegni accanto alle grandi opere di pittura, ma anche un filo logico, che illustra il percorso creativo dell'Artista, il quale, nel suo testo che introduce il catalogo, dichiara: " Non ho mai dipinto un quadro che non fosse preceduto da un disegno."

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA ANDRE'
  • Indirizzo: Via Giulia 175 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/10/2014 - al 15/11/2014
  • Vernissage: 10/10/2014 ore 18
  • Autori: Valerio Adami
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al venerdì, ore 11-13 // 16,30 -19,30

Comunicato stampa

Il prossimo 10 ottobre si inaugurerà presso la galleria André un mostra personale di Valerio Adami, un artista che vive da molti anni a Parigi, ha esposto nei più importanti musei del mondo (molti dei quali hanno anche sue opere in collezione) e nelle gallerie più prestigiose non solo d'Europa (Parigi, Londra, Berlino, Milano, Helsinki, Zurigo, New York, Città del Messico, Tokio, ecc.), ma quasi mai a Roma

Il titolo della mostra, Disegnare / Dipingere, sta a indicare non solo la presenza di numerosi disegni accanto alle grandi opere di pittura, ma anche un filo logico, che illustra il percorso creativo dell'Artista, il quale, nel suo testo che introduce il catalogo, dichiara: " Non ho mai dipinto un quadro che non fosse preceduto da un disegno."
Il disegno infatti rappresenta per Adami il momento dell'invenzione, quello in cui la mano fissa con grande libertà sulla carta temi, ricordi, associazioni di idee e di immagini, in un processo che potrebbe ricordare la "scrittura automatica" dei Surrealisti. Trasferito sulla tela, quel disegno diventa poi la "sinopia" del dipinto, come accadeva nella creazione dell'affresco, quando l'artista usava il cartone, in cui aveva definito il progetto, per fissare sulla parete i contorni che lo avrebbero guidato nella realizzazione della pittura. Sulla tela si attiva un altro processo creativo, quello degli accordi e dei contrasti dei colori, in una stesura compatta, che rifletteranno non solo il tema del disegno, ma anche lo stato d'animo del momento, le suggestioni del luogo, della luce in cui l'Artista viene a trovarsi. Il disegno e la pittura infatti rappresentano, per Adami, due momenti creativi conclusi in sé, in una certa misura autonomi, e non necessariamente conseguenti l'uno all'altro nel tempo.
Il catalogo della mostra comprende dodici tele e otto disegni, che rappresentano bene il lavoro dell'artista negli ultimi anni, quale era stato presentato tre anni fa al Museo di Boca Raton (Miami) e l'anno scorso nella grande antologica presso il Museo d’Arte di Ravenna.

L'Artista sarà presente all'inaugurazione. Catalogo in galleria.