Valeria Ferrero – Intuitions

Torino - 27/02/2016 : 24/03/2016

Le opere di Valeria Ferrero rimandano allo scorrere del tempo, al tema della deforestazione, al congelarsi di un istante, invitando a riflessioni su quanto la scienza sia capace di esplorare e codificare l'essenza dell'uomo.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO 100
  • Indirizzo: Via Oropa 100/A Torino - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 27/02/2016 - al 24/03/2016
  • Vernissage: 27/02/2016 ore 18
  • Autori: Valeria Ferrero
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal 1 al 22 Marzo Martedì Mercoledì, Giovedì: h 16.30-19 Venerdì pomeriggio e Sabato mattina: su appuntamento

Comunicato stampa

Sabato 27 Febbraio 2016 alle ore 18 si terrà il Vernissage di "Intuitions", mostra dell'artista biellese Valeria Ferrero.
Un'occasione per il pubblico torinese per ammirare dal vivo alcune delle più interessanti opere realizzate da questa giovane e talentuosa artista.
Saranno infatti esposte sculture, video e installazioni di estrema attualità e contemporaneità, frutto della sua profonda indagine sui grandi temi che coinvolgono l'uomo e la sua esistenza



La mostra
Le opere di Valeria Ferrero rimandano allo scorrere del tempo, al tema della deforestazione, al congelarsi di un istante, invitando a riflessioni su quanto la scienza sia capace di esplorare e codificare l'essenza dell'uomo.
Tra queste, da segnalare in particolare:

"365 days (of my life)"
Grande installazione di oltre 6 metri di lunghezza per 2 metri di altezza, a rappresentare un intero anno di vita dell'artista.

"Clean air doesn't come to those who wait"
Scultura che raffigura un bambino cinese che si protegge dall'inquinamento, usando una mascherina dai colori pop.

"7420"
Installazione che affronta il tema della deforestazione attraverso l'accumulo di 7.420 sfere di
carta riciclata accartocciata (corrispondenti al numero di alberi abbattuti ogni minuto nel mondo).
Attraverso una stratificazione si genera un paesaggio statico e morto, che si dirama tra promontori, incavi e pianure.
L'obiettivo è rendere visibile e più comprensibile l'impatto su un numero così elevato di alberi nel mondo.

"Neve"
Una scultura evanescente, in grado di racchiudere in se la sensazione del vento e della neve stessa.
Un volto femminile è cinto da un velo che balza in avanti trasportato da un soffio.
Sviluppando una nuova tecnica, l'artista è riuscita ad avvicinarsi all'effetto prodotto dalla neve; come se l'opera fosse stata sorpresa da una improvvisa bufera, capace di congelarla in pochi istanti.

Valeria Ferrero
1988, Biella.
Diplomata in scultura presso l'Accademia di Brera.
Usa scultura, installazioni e video per indagare temi ambientali (deforestazione, inquinamento, estinzione) umani e sociali (manipolazione genetica, alienazione ecc...).
Le sue modalità espressive spaziano tra numerose tecniche e materiali, in una sperimentazione tesa a colpire sempre più rapidamente la parte emotiva dell'osservatore delle opere.
Ad Ottobre 2015 è entrata a far parte del gruppo di artisti per "HAMBIENT", progetto annuale sui temi ambientali promosso da SPAZIO 100.