Valente Taddei – Minima maxima sunt

Pietrasanta - 24/04/2014 : 11/05/2014

Una narrazione sottile, nella quale un minuscolo individuo, inconfondibile protagonista delle sue opere, conduce una paradossale esistenza, sospesa in tempi e spazi indefiniti. L’artista presenta una metafora dei limiti umani, sdrammatizzando, con ironia, il senso di vuoto e di caducità che l’uomo può provare di fronte al proprio destino.

Informazioni

  • Luogo: COMPLESSO DI SANT'AGOSTINO
  • Indirizzo: Via Sant'Agostino 1 (55045) Pietrasanta - Pietrasanta - Toscana
  • Quando: dal 24/04/2014 - al 11/05/2014
  • Vernissage: 24/04/2014 ore 16,30
  • Autori: Valente Taddei
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni, con orario 16.30 - 19.30; sabato e festivi, con orario 10.30 - 13.00 / 16.30 - 19.30.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: cultura@comune.pietrasanta.lu.it

Comunicato stampa

Pietrasanta | La poesia dell’essenziale. Con Valente Taddei la sala delle Grasce, dal 24 aprile (inaugurazione, ore 16.30), si anima di dipinti ad olio e china su carta. Una narrazione sottile, nella quale un minuscolo individuo, inconfondibile protagonista delle sue opere, conduce una paradossale esistenza, sospesa in tempi e spazi indefiniti. L’artista presenta una metafora dei limiti umani, sdrammatizzando, con ironia, il senso di vuoto e di caducità che l’uomo può provare di fronte al proprio destino


La mostra, Minima maxima sunt, a cura di Gianni Costa, è promossa dall’Assessorato alla Cultura ed organizzata in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio. E’ corredata di catalogo con introduzione di Fabrizio Brancoli.

“Con piacere ospitiamo nel complesso di Sant’Agostino – afferma il sindaco Domenico Lombardi – uno dei più vivaci talenti del nostro territorio. La sua opera ha una seducente musicalità poetica che si amplifica nella suggestione della Sala delle Grasce”.

Viareggino, classe 1964, vive e lavora a Pietrasanta. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Carrara nel 1993, Taddei vanta un nutrito curriculum espositivo, con numerose personali e collettive sia in Italia che all’estero (Svizzera, Germania, Romania, Albania). Ha collaborato in varie occasioni con la casa editrice Einaudi: nel 2008 ha illustrato con 10 tavole il saggio “Pandora, la prima donna” di Jean-Pierre Vernant, uno tra i più importanti studiosi del mito e della cultura greca, apparso nella collana ‘L’Arcipelago’. Ha realizzato il manifesto ufficiale del Carnevale Pietrasantino 2014.