Uroš Weinberger – Paintings

Venezia - 22/11/2011 : 25/12/2011

Mostra personale dell'artista sloveno Uroš Weinberger. Il progetto di Uroš Weinberger si concentra sugli aspetti sociali della percezione dell’informazione visiva a cui i pubblico viene esposto attraverso i mass media.

Informazioni

  • Luogo: A PLUS A GALLERY
  • Indirizzo: San Marco 3073, 30124 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 22/11/2011 - al 25/12/2011
  • Vernissage: 22/11/2011 ore 18
  • Autori: Uroš Weinberger
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato 11-14 15-18

Comunicato stampa

Il progetto di Uroš Weinberger si concentra sugli aspetti sociali della percezione
dell’informazione visiva a cui i pubblico viene esposto attraverso i mass media. La
sequenza di informazioni ed eventi, a cui un nuovo evento ed una nuova informazione si
susseguono, sono conosciuti e calibrati dai media in modo tale da programmare
giornalmente lo spettacolo a cui il pubblico assiste. Il risultato generato da questa tecnica
di produzione delle immagini e delle informazioni è la mancanza di interesse per le tragedie
individuali e collettive che avvengono nel mondo

Problemi e tragedie croniche come le
carestie, disastri naturali e guerre, all’interno di questo sistema creano un senso di
ripetitività dell’informazione, perdendo perciò la funzione di novità e diventando “ombre”
dell’evento. Allo stesso tempo l’evento, quando perde la sua attualità, perde
contemporaneamente la sua realtà, e perciò viene rimosso dai circuiti mediatici e cessa di
avvenire. Le troppe informazioni che annullano se stesse, creano una frammentazioni di
eventi e immagini.
I dipinti esposti imitano le tecniche e le strategie dei mass media, cioè: l’attualità, il
dinamismo, l’estetica e la disabilità simulata. In questo senso perciò strappano le
informazioni-immagini dal loro contesto originale creando nondimeno una attraente
immagine artistica che funziona come una trappola. Lo spettatore viene intrappolato dalla
piacevolezza dei dipinti, composti da bambini che indossano maschere anti-gas perché
minacciati da disastri ecologici, oppure rimane affascinato dall’intervento aggressivo che le
istituzioni nel nostro spazio personale e così via. La trappola prosegue quando realizza che
il contesto da cui le immagini provengono non appartengono al campo per cui l’immagine
pittorica stessa è apprezzabile. Infatti se la tensione tra l’immagine visuale e le
informazione è pensata per tenere inchiodato lo spettatore allo schermo questo dipinti
fanno qualcos’altro: il contrato fra la dimensione estetica ed il contenuto visivo obbligano
chi guarda a diventare un osservatore attivo, capace con le proprie intuizioni e
interpretazioni di trasformare il suo contenuto, generando un discorso sopra di esse. Per
questa ragione, il ruolo che la pittura ha nell’arte contemporanea ed in special modo nel
lavoro di Uroš Weinberger è quello di frammentare queste scene ricavate dai mass media,
in modo che le immagini possano vievere di un gesto capace di riportarle alla loro origine.