Un augurio ad arte 2015 – Tracce per un’autorappresentazione

Catanzaro - 04/03/2015 : 03/04/2015

La nuova edizione, denominata Tracce per un'autorappresentazione, riflette sul tema dell'autoritratto, valicando la sua mera funzione referenziale o di imitazione del reale.

Informazioni

Comunicato stampa

TRACCE PER UN'AUTORAPPRESENTAZIONE
UN AUGURIO AD ARTE 2015
sesta edizione
a cura di Simona Caramia e Lorenzo Madaro

Centro per l’arte contemporanea Open Space
via Romagna 55, 88100 Catanzaro

Inaugurazione: 4 marzo 2015, ore 19.00

Info: 0961.61839 - [email protected]


Il Centro per l'arte contemporanea Open Space di Catanzaro promuove, da dieci anni, una continua attenzione alle problematiche del sociale e della comunicazione, realizzando attivamente momenti di relazione e di confronto, indirizzando la propria mission verso il dialogo, la solidarietà, l’accettazione e il rispetto reciproco


UN AUGURIO AD ARTE è un appuntamento consolidato da ormai sei anni che si propone come progetto culturale e pedagogico in progress, come momento di relazione che convoglia idee e riflessioni, un “ponte” che unisce arte e società verso un auspicio di cambiamento.
Il progetto è promosso nell'ambito delle attività educative dalla sezione didattica dell’Open Space, che annovera docenti e studenti dell'Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Dopo il successo delle passate edizioni, che ha visto la partecipazione attiva di numerose personalità del mondo dell'arte e della cultura, anche quest'anno l’Open Space promuove un dialogo costruttivo e trasversale, attraverso il fare di coloro che hanno inteso donare il proprio contributo.
La nuova edizione, denominata Tracce per un'autorappresentazione, riflette sul tema dell'autoritratto, valicando la sua mera funzione referenziale o di imitazione del reale. Inteso quale momento di attenzione e riflessione sulla dimensione umana individuale − anche, ma non esclusivamente agli aspetti dell'identità fisiognomica e psicologica − l'autoritratto è ciò che caratterizza più intimamente l'artista, connotando semanticamente ed esistenzialmente il suo lavoro.
Ogni artista è dunque stato invitato a rappresentare se stesso − la propria personalità-identità − secondo le modalità che ha ritenuto più opportune, utilizzano il proprio linguaggio (pittura, scultura, fotografia, ecc.).
I protagonisti di questa edizione sono: Getulio Alviani, Salvatore Anelli, Caterina Arcuri, Angelo Bianco, Stefano Cagol, Eva Caridi, Angelo Casciello, Bruno Ceccobelli, Fernando De Filippi, Nicola Elia, Franco Flaccavento, Gaetano Grillo, Francesco Guerrieri, Bogumil Ksiazek, Roberto Martino,



Giuseppe Negro, Christos Pallantzas, Mariagrazia Pontorno, Virginia Ryan, Emiliano Zucchini.
La mostra sarà inaugurata presso gli spazi dell'Open Space mercoledì 4 marzo, ore 19.00. Per l'occasione, durante la serata inaugurale, sarà realizzata da un gruppo di studenti dell'Accademia di Belle Arti (Mariagrazia De Micheli, Yana Kozhemykina, Matteo Loprete, Caterina Pagliara, Alfredo Smorfa, Carla Tomaino) una performance, che rifletterà sul rapporto dialettico di conoscimento/riconoscimento tra sé ed altri, tra identità ed alterità.