Ugo Levita – Ondaperpetua

Milano - 23/02/2012 : 08/03/2012

Napoletano verace, ma trapiantato in Umbria, Ugo Levita è pittore che unisce il "cervello", fervido d'immaginazione fremente, all'abilità pittorica, quel virtuosismo di cui s'è perso oggigiorno il gusto, la sfida, il senso, la bellezza, la necessità.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIARTI
  • Indirizzo: Corso Buenos Aires 23 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 23/02/2012 - al 08/03/2012
  • Vernissage: 23/02/2012 ore 18.30
  • Autori: Ugo Levita
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 17:00 alle 19:30 (escluso la domenica)
  • Email: info@spaziarti.com

Comunicato stampa

Napoletano verace, ma trapiantato in Umbria, Ugo Levita è pittore che unisce il "cervello", fervido d'immaginazione fremente, all'abilità pittorica, quel virtuosismo di cui s'è perso oggigiorno il gusto, la sfida, il senso, la bellezza, la necessità. Al trucco scoperto delle avanguardie epigoniche tutto stupore e ferocia, non di Kandinskij, Pascali, Klee, Burri, Duchamp, Pollock, Manzoni, Fontana..., Levita oppone una pittura di fantasie e di sogni, di incubi e di miti, di simboli e di miracoli, il tutto in un intrico di piani e di flash back, di commistioni e di intarsi

Un mondo il suo pieno di misteri e di narrazioni circolari, dove lo spazio e il tempo si trovano in somma sintonia, dentro la storia audace e onirica dell'utopia, in un universo di figure trasfigurate e di corpi o volti che non sai se più umani o più angelici. Una pittura di sterminata felicità, nonostante la realtà. In galleria testo critico di Massimo Mattioli (Caporedattore di Artribune).

Antonio Carlo Ponti