Trouble Rainbow: a non-happening evening

Roma - 06/10/2011 : 06/10/2011

Un “happening non-improvvisato”, un evento multiforme che prevede tre momenti principali, ma concepiti come un unico avvenimento: un incontro con le artiste e Valentina Sansone, curatrice all’ISR; la performance Paranormal with our Body di Melodie Mousset e Zachary Sharrin (artista e coreografo attivo a Los Angeles); il lancio della pubblicazione Trouble Rainbow, realizzata in occasione della mostra Trouble Rainbow delle artiste Claudia Comte (che a luglio ha concluso la sua residenza all’ISR), Athene Galiciadis e Melodie Mousset alla Galleria Marie-Laure Fleisch.

Informazioni

Comunicato stampa

Trouble Rainbow:
a non-happening evening
Claudia Comte / Athene Galiciadis / Melodie Mousset


Giovedì 6 ottobre 2011
ore 19.00

Conversazione con le artiste Claudia Comte, Athena Galiciadis e Melodie Mousset moderata da Valentina Sansone (ISR)
Presentazione del libro Trouble Rainbow (Nero ed., Roma in collaborazione con Galleria Marie Laure Fleish)
Performance di Melodie Mousset e Zachary Sharrin

Istituto Svizzero di Roma Sala Conferenze
Via Ludovisi 48
00187 Roma T

+39 06 420 42 620
Ingresso libero


In concomitanza con “Trouble Rainbow”, la mostra delle artiste Claudia Comte (che a luglio ha concluso la sua residenza all’ISR), Athene Galiciadis e Melodie Mousset alla Galleria Marie-Laure Fleisch, giovedì 6 ottobre l’Istituto Svizzero di Roma presenta un “happening non-improvvisato”, un evento multiforme che prevede tre momenti principali, ma concepiti come un unico avvenimento: un incontro con le artiste e Valentina Sansone, curatrice all’ISR; la performance Paranormal with our Body di Melodie Mousset e Zachary Sharrin (artista e coreografo attivo a Los Angeles); il lancio della pubblicazione Trouble Rainbow, realizzata in occasione della mostra a Roma da Nero, che prosegue la collaborazione con l’ISR iniziata nel 2010.

Secondo una pratica sempre più diffusa tra le giovani generazioni svizzere, l’evento annulla ruoli e parametri tipici del sistema dell’arte e produce una crisi nello spettatore, deludendo le sue attese.



Comte, Galiciadis e Mousset condividono una formazione all’ECAL (l’École Cantonale d’Art de Lausanne) e nutrono un interesse comune per lo studio delle arti decorative –pattern, motivi geometrici e forme astratte. Insieme realizzano installazioni ambientali in cui predominano pittura, scultura e performance: scenari che si arricchiscono di elementi narrativi, come i rituali immaginari scaturiti dalla rappresentazione di un’unica entità immateriale in grado di assimilare le distinte personalità delle artiste.

Claudia Comte (Losanna, 1983) è stata artista membro dell’ISR da settembre 2010 a luglio 2011. Nel corso della sua residenza all’ISR ha realizzato due grandi produzioni: le installazioni site specific Scansione / Tensione e Let’s Go to Rodeo, presentate a Roma rispettivamente lo scorso marzo e a luglio 2011. Nell’ambito di “The Swiss Cube #3” (10 marzo - 28 aprile 2011) Comte è stata invitata a disegnare il setting per tutti i concerti previsti dall’evento. Scansione/Tensione (2011) è un display che si appropria dell’idea di messa in scena e che conduce a una riflessione sul rapporto tra performance live e pubblico.
Per l’evento che ha chiuso il periodo di residenza degli artisti membri ISR 2010-2011, Comte ha lavorato a un’installazione ambientale che dal giardino di Villa Maraini si sviluppava fino alla Loggia e nel salone interno della Sala Conferenze della Villa. Presentata in occasione della mostra “Rock the Casbah” (8 luglio 2011), Let’s Go to Rodeo è costruita interamente attorno al pattern che ricopriva completamente le colonne in cima alla scalinata d’ingresso alla Villa. L’opera stabiliva una comunicazione tra spazio esterno e interno e produceva un movimento sistematico tra i diversi elementi dell’installazione. Comte vive e lavora a Berlino e a Losanna.

Le opere dell’artista di origini greco - ungheresi Athene Galiciadis (Altstätten, CH, 1978) rappresentano simboli geometrici (triangoli, mosaici e recinti) che si arricchiscono di una valenza rituale, in cui gli elementi del ricordo e del gesto assumono un ruolo fondamentale. Vive e lavora a Zurigo e a Losanna.

Melodie Mousset (Abu Dhabi, 1981) ha conseguito un MFA presso il California Institute of the Arts nel 2011. Nel lavoro di Mousset video, performance e scultura si mescolano indistintamente in una pratica ironica, che riflette sul concetto di identità. Vive e lavora a Los Angeles.

Zachary Sharrin (Los Angeles, 1982) è artista e coreografo. Ha studiato pittura e storia dell’arte all’Università di Berkley in California e danza contemporanea all’ODC di San Francisco. Di recente ha conseguito un MFA presso il California Institute of the Arts. Vive e lavora a Los Angeles e a San Francisco.


L’evento si svolge in concomitanza con la mostra “Trouble Rainbow” alla Galleria Marie-Laure Fleisch (in corso fino al 26 novembre).