Trieste Immagina. Bauhaus dei giovani

Trieste - 01/12/2012 : 02/12/2012

L’evento prevede due intere giornate di meeting, tavole rotonde e laboratori attorno al tema dell’Arte quale motore di sviluppo di una coscienza culturale e sociale in grado di prefigurare nuovi scenari ad alta sostenibilità economica, artistica, sociale e ambientale.

Informazioni

  • Luogo: MAGAZZINO 26 - PORTO VECCHIO
  • Indirizzo: viale Miramare Trieste - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 01/12/2012 - al 02/12/2012
  • Vernissage: 01/12/2012 ore 9
  • Generi: incontro – conferenza, serata – evento
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Soggetti coinvolti | Sponsor Provincia di Trieste, Minu Mu, Comune di Trieste, Regione FVG, Fondazione CRT, Fondazione Casali, Gruppo Immagine, FVG Futura, PortoCittà, Mibac, Università di Trieste, Cooperative Operaie. Dialogo con Galleria d’Arte Contemporanea L. Spazzapan di Gradisca, il Museo ferroviario, il Museo del mare di Trieste
  • Uffici stampa: ATEMPORARY STUDIO

Comunicato stampa

Si svolgerà l’1 e il 2 dicembre prossimi nel piano rialzato del Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste l’happening TRIESTE IMMAGINA. Bauhaus dei giovani: giocare con l’Arte nell’era postmunariana

Promosso dall’Associazione Gruppo Immagine nella ricorrenza dei suoi venticinque anni di attività in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni e le Attività Culturali e Paesaggistici del Friuli Venezia Giulia e la Regione Friuli Venezia Giulia - Assessorato alla Cultura, l’evento prevede due intere giornate di meeting, tavole rotonde e laboratori attorno al tema dell’Arte quale motore di sviluppo di una coscienza culturale e sociale in grado di prefigurare nuovi scenari ad alta sostenibilità economica, artistica, sociale e ambientale.
Coerentemente con l’approccio didattico sviluppato in venticinque anni di attività che nella didattica munariana – fu proprio Bruno Munari ad inaugurare nel 1987 l’Associazione - affonda le radici, Gruppo Immagine intende promuovere in quest’occasione un intenso scambio di idee, proposte, riflessioni sull’evoluzione che il concetto di giocare con l’Arte ha subito in questi ultimi anni in rapporto alla continua evoluzione della pedagogia e della psicologia dell’età evolutiva e ancora più in generale in rapporto ai cambiamenti socio–economici in atto nella società contemporanea.
A questo scopo sono stati chiamati a portare il loro contributo nomi del calibro di Michelangelo Pistoletto per Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Riccardo Dalisi, Miroslava Hajek, Mario Pieroni di RAM radioartemobile, Maria Rosa Sossai, Coca Frigerio, Sabrina Zannier, Milica Gilas, Fabio Turchini, Laura Safred, Tiziano Agostini, Fulvio Dell’Agnese e molti altri che – partendo da spunti tematici quali l’Arte relazionale, collettiva, virtuale quale esperienza coinvolgente. Da Munari ai maestri contemporanei e La didattica artistica nell'era post-munariana – esporranno la loro personale visione forgiata sull’esperienza e la pratica artistica declinate nei rispettivi ambiti professionali.

TRIESTE IMMAGINA però sarà questo e molto altro ancora.

Sabato 1 dicembre verrà presentato il libro Bauhaus dei giovani, pubblicazione articolata realizzata grazie al contributo dell’Agenzia Nazionale Giovani | Ministero delle Politiche Giovanili da 11 giovani che hanno operato presso Gruppo Immagine. A ciascuno di essi sarà inoltre consegnato il certificato Youthpass, appositamente istituito dall'Unione Europea, quale riconoscimento per la partecipazione e le competenze acquisite nello sviluppo di laboratori creativi.
Ripercorrendo le tappe salienti dei primi venticinque anni di attività del Gruppo Immagine tra laboratori, convegni, formazione, mostre, teatro e progetti – il libro ricostruisce un quarto di secolo di storia fino alla nascita nel 2008 di minu mu Parco dei Bambini di San Giovanni, struttura sostenuta dalla Provincia di Trieste, dall’ASS n.1. Un compendio di idee nate dal Bauhaus dei giovani che offre “un differente modo di intendere l’azione creativa – così nelle parole di Riccardo Dalisi - … i giovani possono rappresentare un importante fattore della ‘decrescita’; e “guidarci a recuperare una visione etica dell’esistenza … dove l’intelligenza umana trovi i modi per convivere con l’intelligenza della natura (Pistoletto)”.
E sarà proprio l’intervento di Michelangelo Pistoletto giunto a rappresentare Cittadellarte – Fondazione Pistoletto che introdurrà il Rebirth Day: prima giornata della rinascita fissata per il 21 dicembre ’12, sposata nell’approccio, nel concetto e promossa da Gruppo Immagine. Una data epocale, una giornata di volontariato che vedrà la collaborazione spontanea di persone e comunità di tutto il mondo unirsi per favorire il processo di crescita culturale e sociale. Arte ed etica dunque per la nascita del cosidetto ‘Terzo Paradiso’ “nel quale l’umanità riuscirà a conciliare e coniugare l’artificio con la natura, creando un nuovo equilibrio esteso a ogni livello e ambito della società. (Pistoletto).
Un’intensa attività laboratoriale aperta a bambini delle scuole, a ragazzi, a famiglie e docenti condotta da Ruggero Poi di Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Coca Frigerio, Alberto Cerchi, Federica Parretti, Nicoletta Costa, Ruggero Poi di Cittadellarte e non da ultimo da Riccardo Dalisi – uno dei maggiori artisti italiani nonché storico collaboratore di Gruppo Immagine – fungerà da fil rouge di questa intensa due giorni.
Accanto alle attività proposte all’interno dell’Area Porto Città di Trieste, TRIESTE IMMAGINA presenta inoltre un’importante evento collaterale. Sabato 1 dicembre alle ore 12 il Magazzino 26 dell’Area Porto Città ospiterà PROPOSTE L'Industria interroga l'Arte |SUGGESTIONS Industry interviews Art, decimo incontro del ciclo D/A/C/
Denominazione_Artistica_Condivisa (ARTISTS vs PRODUCERS).
Creato da RAMradioartemobile, struttura diretta da Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier attiva da anni nella promozione e sviluppo del contemporaneo, il marchio D/A/C/ è nato per promuovere momenti di confronto tra i diversi modi di pensare il prodotto, una denominazione artistica condivisa, un momento dialettico costruttivo tra artisti – nella veste di sponsor di idee - e imprenditori per la promozione di nuovi modelli di impresa sollecitati da idee nate dall’arte. In occasione dell’incontro di Trieste un prestigioso panel di relatori raccolti attorno alla figura di Michelangelo Pistoletto sarà invitato a confrontarsi su alcune tipicità del Territorio e del tessuto imprenditoriale locale prefigurando scenari di possibile sviluppo futuro.
Il 10° incontro di D/A/C meeting sarà inoltre palcoscenico di dimostrazione di case histories di collaborazioni e progetti maturati dai precedenti incontri e già concretamente attuati. L’incontro sarà registrato e pubblicato in streaming sulla piattaforma radiofonica RAM LIVE www.radioartemobile.it e www-dacmeetings.com.

Sabato 1 dicembre 2012


ore 9 Tracce. Percorso sonoro
a seguire visita alla Centrale Idrodinamica aperta a scolaresche
ore 9.30 inizio laboratorio Corpo e movimento in un segno infinito a cura di
Gruppo Immagine (posti già esauriti)
Inizio laboratorio I linguaggi del corpo: dialoghi e costruzioni a cura di
Federica Parretti (posti già esauriti)
ore 10 interventi di saluto Gruppo Immagine | Autorità | Progetto Giovani – Ministero
Politiche Giovanili
a seguire intervento di Miroslava Hajek, Perché Munari
intervento di Riccardo Dalisi, Design ultrapoverissimo
ore 10.30 Primo Meeting Point:
ARTE / SOCIETÀ / CONOSCENZA
tavola rotonda con Dalisi, Damiani/Dell’Agnese, Scodeller, Rovello,
Anselmi
Modera Riccardo Dalisi
ore 12.00 Evento collaterale:
PROPOSTE L'Industria interroga l'Arte |SUGGESTIONS Industry
interviews Art | DAC a Trieste
10° incontro D/A/C/ Denominazione_Artistica_Condivisa [Artists
vs Producers] con Pistoletto, Vogelnik (IRWIN), Cividin, Dapretto,
Fanni, Flamio, Mizzan, Risch, Molini, Poi, Sossai, Pieroni
Modera Giovanna Felluga di AtemporaryStudio
ore 15.00 Rappresentante dei giovani partecipanti a Youth in Action
dell'Agenzia Nazionale Giovani presenta il libro Bauhaus dei giovani
ore 15.30 inizio laboratorio sul Terzo Paradiso a cura di Ruggero Poi di Cittadellarte
(aperto a tutte le età | per prenotazioni: mini mu, tel. 040-392113,
[email protected] da lunedì 26 a venerdì 30 novembre, ore 10-12 e 15-17)
ore 15.30 Michelangelo Pistoletto (Cittadellarte – Fondazione Pistoletto) presenta il Rebirth Day: prima giornata universale della rinascita



ore 16.30 Secondo Meeting Point:
COME TRASMETTERE IL SAPERE ATTRAVERSO L’ARTE
tavola rotonda con Antonini, Pieroni, Pistoletto, Poi,
Sossai, Turchini, Zannier.
Modera Maurizio Fanni
ore 17 inizio laboratorio Il dettato di coniglio a cura di Nicoletta Costa (età 4-8
anni| per prenotazioni: mini mu, tel. 040-392113, [email protected] da lunedì 26
a venerdì 30 novembre, ore 10-12 e 15-17)


Domenica 2 dicembre 2012

ore 9 Tracce. Percorso sonoro
ore 9 inizio laboratorio Università volante a cura di Riccardo Dalisi (per giovani e
adulti | per prenotazioni: mini mu, tel. 040-392113, [email protected] da lunedì
26 a venerdì 30 novembre, ore 10-12 e 15-17)
ore 10 inizio laboratorio La città immaginata di Trieste a cura di Coca Frigerio
e Alberto Cerchi (età 7-12 anni| per prenotazioni: mini mu, tel. 040-392113,
[email protected] da lunedì 26 a venerdì 30 novembre, ore 10-12 e 15-17)
ore 10 Terzo Meeting Point:
MUNARI E L’ARTE CONTEMPORANEA
tavola rotonda con Safred, Hajek, Zanni, Gilas, Merkù, Dell’Agnese
Modera Nadia Bassanese
ore 15 inizio laboratorio Esercizi con suono. Entrare in relazione, sperimentare,
riconoscere, scoprire il suono a cura di Cristina Fedrigo (tutte le età | per
prenotazioni: mini mu, tel. 040-392113, [email protected] da lunedì 26
a venerdì 30 novembre, ore 10-12 e 15-17)
ore 16.30 Quarto Meeting Point:
LA PERCEZIONE NELL’ARTE E IL RUOLO DELL’OSSERVATORE
tavola rotonda con Accerboni, Cerchi, Fedrigo, Frigerio, Cantarin
Modera Tiziano Agostini









_______________________________________________________________

GRUPPO IMMAGINE _ BIO
_______________________________________________________________

Gruppo Immagine è accreditato presso il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca per l’attività di formazione e aggiornamento nel campo dell’educazione artistica e mantiene un dialogo vivo con il Ministero per i Beni e le attività culturali, Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia e Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia collaborando ad eventi museali nazionali. Il contributo del Gruppo Immagine alla costruzione della didattica dell’arte è testimoniata dalla pubblicazione della vasta serie di suoi quaderni che vanno ad arricchire il circuito pedagogico della metodologia ispirata a Bruna Munari, come pure il confronto con altre metodologie: il n°1 su diversi itinerari per lo sviluppo della creatività; il n°2 sulla metodologia che utilizza e sul gioiello; il n°3 su percorsi alla scoperta dei particolari architettonici della città (Trieste); il n°4 “Miramare: un castello da scoprire” che raccoglie le esperienze dei laboratori realizzati, anche con la partecipazione diretta di Bruno Munari, all’interno del castello di Miramare (lavoro presentato nel 1999 alla fiera del libro da “Gutenberg al laser”); il n°5 “Giocare al museo: esplorazione tra creatività e sapere”, atti dell’omonimo convegno del 1999, presentati nel 2001 in occasione delle Giornate Internazionali della Ricerca Scientifica (alla presenza dei rappresentanti dei principali filoni educativi europei per lo sviluppo della creatività nei bambini e nei giovani, di musei italiani e del museo G.Pompidou), il quale descrive, nel quadro della politica degli enti locali, la natura dei rapporti tra educazione-scuola-cultura museale e prefigura la creazione del Childrem's Museum della città di Trieste, poi attuato nell'anno 2008; il n. 6 con il confronto tra artisti nell’arte Tra i vetri; e poi attraverso varie altre pubblicazioni tra cui quelle, condotte dai ragazzi dell’Associazione, relative ai laboratori presso i castelli di Muggia e Cormons ne3l 2011.
Gruppo Immagine partecipa alle Giornate del contemporaneo annualmente organizzate da AMACI, l’associazione dei musei di arte contemporanea ed alle giornate della cultura ed a quelle di speciali eventi del Mibac, come emerge dai rispettivi siti internet nazionali. Ha organizzato un considerevole numero di mostre ad alto profilo tra cui Bruno Munari “L'arte di tutti-bruno munari - la regola e il caso”, la mostra "Tra i vetri", con Riccardo Dalisi, Chersicla, Valvassori, Bon, Navarra, Possenelli, Fanni Canelles, Vecchiet, Cervi Kervischer, Dal Col, Sillani, la mostra "Fare dal Nulla" di opere di Bruno Munari, quella "Intrecci" di Renata Bonfanti, Anda Klancic e Cristina Busnelli, "Le alici di Alea" di Enzo Navarra, "Rinascita" di Villibossi, "Ossimori" di Manuel Fanni Canelles, "Wunderkammer" di Paola Moro, ed ha intessuto legami col mondo dell’arte nazionale ed internazionale.
Ha anche diffuso la cultura munariana quale mezzo terapeutico per minori in condizioni di
disagio. Ogni anno celebra in novembre la giornata – anniversario della convenzione sui Diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Collabora attualmente su richiesta dell'Ospedale Burlo Garofolo al progetto internazionale ReMus ai fini dello studio, attraverso l'arte, del fenomeno della dislessia,

con un gruppo di bambini delle scuole di Trieste su cui verte un'sperimentazione clinica.
Le attività che conduce, ad alto valore educativo, sono in sintonia col movimento dei Children's Museums che in Europa si è espresso attraverso la Cité des Enfants di Parigi, il Kindermuzeum di Vienna, Le Musèe des Enfants di Bruxelles, Eureka nello Yorkshire e molte altre simili esperienze dalle dimensioni e dalle prospettive più svariate. Organizza ogni anno il "maggio del Mini Mu" che si è distinto di recente con la mostra Maschere di Riccardo Dalisi corredato da
indagini sulla psicologia delle emozioni anche attraverso il supporto della Scuola e dei collaboratori del prof. Tiziano Agostini dell’Università di Trieste, provenienti da diverse Università (Calabria, Verona, Milano Statale). Collabora con importanti Associazioni nazionali impegnate nel campo dell'educazione tra cui EDUCA. Collabora attivamente con la Facoltà di Scienza della comunicazione dell'Università degli studi di Trieste. Di recente Gruppo Immagine e la propria equipe (con Marcella Canelles, Ferruccio But e Maurizio Fanni) di Mini Mu sono stati protagonisti/commentatori nel film "Latta e Cafè", dedicato a Riccardo Dalisi (con Gillo Dorfles, Michelangelo Pistoletto, Mario Marenco, Sergio Latouche). Il film già in visione al Festival di Roma e alla Triennale è stato prodotto da Luigi e Aurelio De Laurentis e diretto da Antonello Matarazzo ed in parte girato presso la sede del Mini Mu. Con Dalisi, che collabora con Gruppo Immagine nelle mostre e nei laboratori, gli operatori di Mini Mu hanno sviluppato l'arte povera prima ancora che questa diventasse una corrente ufficiale. Presso Mini Mu si assemblano insieme materiali di riciclo, come latta, carta, ceramica, vetro, legno e stoffa e li si trasforma, con pazienza artigianale, in vere e proprie opere d'arte.