Tre civette sul comò. CivettArte

Roma - 28/01/2017 : 30/04/2017

La Casina delle Civette di Roma, splendido esempio di stile liberty, ospita per la prima volta una mostra dedicata al magico volatile notturno attraverso un percorso di 67 opere realizzate quasi tutte per l’occasione da altrettanti artisti provenienti, oltre che dall’Italia, anche da Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Iraq, Irlanda, Lussemburgo, Olanda e Spagna.

Informazioni

  • Luogo: CASINA DELLE CIVETTE - VILLA TORLONIA
  • Indirizzo: Via Nomentana 70 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 28/01/2017 - al 30/04/2017
  • Vernissage: 28/01/2017 ore 11.30
  • Curatori: Maria Grazia Massafra, Stefania Severi
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì – domenica 9.00 – 19.00 La biglietteria chiude 45 minuti prima
  • Biglietti: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto. La mostra è parte integrante della visita. Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) € 5,00 intero; € 4,00 ridotto. Ingresso gratuito per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana la prima domenica del mese.
  • Email: info@apritisesamo.org
  • Patrocini: La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che si avvale del Patrocinio della LIPU –Lega Italiana Protezione Uccelli-, FUIS – Federazione Unitaria italiana Scrittori -, Università di Trier (Germania), Ass. Convivium (Lussemburgo), Comunità greca di Roma e del Lazio, Ass. culturale EPLE – Europa Patria dei Liberi Europei -, Ass. Culturale Ghibli, Accademia d’Alta Moda Koefia di Roma, Strassacker Kunstgiesserei (Germania), è organizzata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo di Roma.

Comunicato stampa

“Tre civette sul comò. CivettArte”: dal 29 gennaio al 30 aprile 2017 la Casina delle Civette di Roma, splendido esempio di stile liberty, ospita per la prima volta una mostra dedicata al magico volatile notturno attraverso un percorso di 67 opere realizzate quasi tutte per l’occasione da altrettanti artisti provenienti, oltre che dall’Italia, anche da Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Iraq, Irlanda, Lussemburgo, Olanda e Spagna


La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che si avvale del Patrocinio della LIPU –Lega Italiana Protezione Uccelli-, FUIS – Federazione Unitaria italiana Scrittori -, Università di Trier (Germania), Ass. Convivium (Lussemburgo), Comunità greca di Roma e del Lazio, Ass. culturale EPLE – Europa Patria dei Liberi Europei -, Ass. Culturale Ghibli, Accademia d’Alta Moda Koefia di Roma, Strassacker Kunstgiesserei (Germania), è organizzata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo di Roma.
L’esposizione, a cura di Stefania Severi e Maria Grazia Massafra, sarà inaugurata sabato 28 gennaio alle ore 11.30.

Non solo dipinti e sculture, ma anche ventagli, aquiloni, gioielli, monopattini, ricami, libri d’artista, video, abiti, cappelli, burattini, intessono un dialogo continuo con gli esuberanti elementi decorativi dell’edificio che ospita il Museo della vetrata Liberty e che deve il suo nome proprio alle celebri vetrate di Duilio Cambellotti dedicate alle civette.
Attraverso le tecniche e i materiali più vari – vetrata, macramè, mosaico, video, cartapesta, stoffa, affresco, bronzo, tessitura, legno, gesso, polimaterici, bronzo, olio su tela – gli artisti offrono la loro interpretazione del tema della civetta con uno sguardo ora ironico, ora incantato, ora surreale, ora evocativo, ora poetico ed una settantina di civette popolano così gli ambienti della Casina e la sua dépendance.

L’allestimento espositivo, a cura dell’Architetto Monica Petrungaro, è articolato sia nella Casina che nello spazio espositivo della dépendance così da suggerire un coinvolgimento globale, da parte delle civette, degli spazi della “loro” casa.