Travellingaway

Marina di Scarlino - 27/07/2013 : 27/08/2013

Una riflessione sul tema del viaggio inteso come falso movimento, condizione randagia dell’esistenza, metafora di una nuova valutazione ottica e cambiamento di prospettiva, ma anche di scoperta e (ri)scoperta, viaggio d'approdo o di ritorno, connesso ai temi della diaspora e della migrazione.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO TRANSITI
  • Indirizzo: Località Puntone - Marina di Scarlino - Toscana
  • Quando: dal 27/07/2013 - al 27/08/2013
  • Vernissage: 27/07/2013 ore 19
  • Curatori: Paolo Campiglio
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: tutti i giorni, 17.00-22.00
  • Email: anteapress@gmail.com

Comunicato stampa

Inaugurato con successo lo Spazio Transiti, un nuovo spazio espositivo ideato dall’imprenditore fiorentino Leonardo Ferragamo nel porto di Marina di Scarlino, uno dei punti di approdo più rinomati della Maremma Toscana, la rassegna continua con TRAVELLINGAWAY (27 luglio – 27 agosto 2013), una riflessione sul tema del viaggio inteso come falso movimento, condizione randagia dell’esistenza, metafora di una nuova valutazione ottica e cambiamento di prospettiva, ma anche di scoperta e (ri)scoperta, viaggio d'approdo o di ritorno, connesso ai temi della diaspora e della migrazione

A fine luglio sarà il turno di Velasco Vitali che abiterà il molo con alcuni dei suoi celebri cani di ferro mentre nelle sale dello Spazio Transiti presenterà tavole inedite realizzate come illustrazioni per il libro Nel Ventre di Sergio Claudio Perroni (Bompiani, Collana Narratori Italiani). Accanto a lui approderanno anche la scultrice Daniela Novello, vincitrice nelle scorse edizioni del Premio San Fedele, il pittore lecchese Nicola Villa, autore di opere sempre in bilico fra realtà e immaginazione, popolate di figure sospese nell'attesa, e il fotografo milanese Renzo Chiesa noto per i suoi ritratti storici di artisti e musicisti (da Arman a David Hockney, da Jimi Hendrix a Mick Jagger).

Lungo tutta l'estate, lo Spazio Transiti ospiterà nei suoi ambienti algidi affacciati sulla banchina, una serie di mostre a catena, mentre i giardini esterni accoglieranno un nucleo di sculture che, nel corso dei prossimi mesi, aumenteranno in coincidenza con le singole mostre, arrivando, a fine ottobre, a completare un vero parco di sculture all'aperto con vista mare.