Transito #17 – Ange Leccia

Palermo - 24/01/2014 : 24/01/2014

Il nuovo appuntamento vede protagonista Ange Leccia, uno dei più significativi artisti contemporanei che ha segnato importanti pagine nella ricerca video nell’arte contemporanea. Pittore, fotografo e video maker, Ange Leccia è considerato uno dei principali pionieri della video art in Francia.

Informazioni

Comunicato stampa

Prosegue il percorso iniziato più di un anno fa all’interno dello ZAC - Zisa Zona Arti Contemporanee, fatto di incontri e di scambi tra gli artisti in work e personalità del mondo dell’arte e della cultura internazionale.
I TRANSITI sono occasione di dialogo e confronto su temi legati alle culture contemporanee, e questo nuovo incontro conferma Zac quale spazio pubblico dinamico e sperimentale di attraversamenti e discussioni con i principali attori della scena internazionale



Venerdì 24 gennaio 2014 alle ore 16.30 ZAC ospita il TRANSITO #17 che vede protagonista Ange Leccia, uno dei più significativi artisti contemporanei che ha segnato importanti pagine nella ricerca video nell’arte contemporanea. Pittore, fotografo e video maker, Ange Leccia è considerato uno dei principali pionieri della video art in Francia.

Durante il TRANSITO - realizzato grazie all'Institut Français di Palermo e introdotto da Paolo Falcone - l’artista presenta alcuni dei suoi video più conosciuti, che sono presentati per la prima volta a Palermo, raccontando il suo percorso creativo nel corso della sua carriera. L’artista francese è riconosciuto a livello internazionale, protagonista di mostre al Centre Georges Pompidou di Parigi, al Guggenheim di New York e al Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, oltre ad esser presente in importanti manifestazioni internazionali, quali Documenta IIX di Kassel, Skulptur Projekte a Münster e la Biennale di Venezia.

Ange Leccia inizialmente espone soprattutto sculture e installazioni, che chiama "arrangements", ma non abbandona mai la produzione di video e film. Dagli anni Novanta però si moltiplicano le presentazioni dei suoi video, che spesso vengono allestiti in spettacolari installazioni.
Nei suoi film elabora una riflessione sul vocabolario cinematografico, giocando sugli elementi formali per modificare lo sguardo. Realizza Ile de Beauté (1996) e Gold (2000), Malus (2002) e Personne n’est à la place de personne (2010) in collaborazione con l’artista Dominique Gonzales-Foerster, oltre ai lungometraggi Azé, uscito nelle sale cinematografiche nel 2004, e Nuit bleue, presentato al festival di Rotterdam nel 2010.



BIOGRAFIA
Ange Leccia, nato nel 1952 a Minerviu, in Corsica, vive e lavora tra Parigi e la Corsica.
Terminati gli studi nelle arti plastiche, inizia le sue ricerche in una doppia attività di artista e di cineasta.
Dal 1972 al 1976 segue i corsi di Dominique Noguez sul cinema sperimentale all'università di Parigi e inizia fin da allora a realizzare dei film. Negli anni ‘80 vince una borsa di studio per una residenza a Villa Medici a Roma e nel 1992 presso Villa Kujoyama a Kyoto. Dal 1985 al 1997 insegna all'École des Beaux-Arts di Grenoble e successivamente all’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Cergy-Pontoise, per poi diventare Direttore del Pavillon Unité Pédagogique al Palais de Tokyo di Parigi.
Numerose le mostre personali e la partecipazione alle più importanti manifestazioni d’arte contemporanea come la Biennale di Venezia, Skulptur Projekte a Münster, Documenta 8 a Kassel, Biennale di Sydney, e nel Giugno 2013 il MAC/Val gli ha dedicato un’esposizione monografica. Ange Leccia è rappresentato dalla galleria Almine Reich di Parigi.