Tommaso Arcangioli – Progetto per Architetture Inutili

  • CAMPO

Informazioni Evento

Luogo
CAMPO
via della Marrana 94 00181 , Roma, Italia
Date
Dal al

Lun-Ven 10:00-18:00

Vernissage
12/05/2018

ore 19

Artisti
Tommaso Arcangioli
Generi
architettura, disegno e grafica
Loading…

“Progetto per architetture inutili” è una libera riflessione su città, paesaggio ed habitat. Una serie di nove illustrazioni che ha come oggetto l’intervento dell’uomo sull’ambiente. Nove progetti di architettura.

Comunicato stampa

“Progetto per Architetture Inutili” ¬– project for Useless Architectures – is a free reflection on city, landscape and habitat. Nine projects of architecture in nine illustrations investigate the action of man on the environment.

The work explores the potential of abandoned gas stations: useless architectural structures deprived of their original function, which occupy the territory as built leftovers, as contemporary ruins waiting for an alternative destiny.

“Progetto per Architetture Inutili” proposes unconventional landscape devices to reactivate the territory without fixed and defined programs. These unusual pavilions for practicing life are ephemeral and empty constructions for a multiplicity of temporary uses. Liberated from their function these objects rediscover a narrative dimension of the architectural project.

The fantastic scenario that the projects bring to life is the result of the contamination of different elements suspended between reality and imagination, memory and fantasy: a collection of legends learned from random people, stories heard in songs, drawings coming from architecture magazines, myths narrated in school books, notions from geographical atlases and memories from somewhere else…
Even time is suspended in a continuous present rather than fixed in a distant past or projected in a near future.

These architectures operate in a multiple spatial and temporal context, constructed out of personal journeys or casual encounters with different people and places, and in different moments. In such landscape man is absent while the scene is inhabited by solitary wild animals. In Andrea Branzi’s words: “a primitive metropolis where the only possible utopia is the possibility to unleash our own healthy animal energy”.

Tommaso Arcangioli
Progetto per Architetture Inutili

11 Maggio 20181 – 2 Giugno 2018
Opeining: 11 Maggio 2018,18:00

CAMPO
via della Marrana, 94
00181 Rome, Italy
+39.06.64400145
[email protected]
www.campo.space

Orario di apertura: Lun-Ven 10:00-18:00

“Progetto per architetture inutili” è una libera riflessione su città, paesaggio ed habitat. Una serie di nove illustrazioni che ha come oggetto l'intervento dell'uomo sull'ambiente. Nove progetti di architettura.
Il lavoro esplora il potenziale delle stazioni di rifornimento carburanti dismesse: strutture architettoniche inutili, private della loro funzione originaria, che ingombrano il territorio come residui, come rovine contemporanee in attesa di un destino alternativo.

“Progetto per Architetture Inutili” propone dispositivi di paesaggio non convenzionali per riattivare il territorio senza un programma predeterminato e definitivo. Questi padiglioni insoliti per pratiche utili alla vita sono costruzioni effimere e vuote per attività molteplici e temporanee: oggetti liberati dalla propria funzione che permettono di riportare la dimensione narrativa al centro del progetto architettonico.
Lo scenario immaginifico al quale i progetti danno vita è il risultato della contaminazione elementi in bilico tra realtà e immaginazione, tra memoria e fantasia. Una collezione di legende raccontate da persone incontrate casualmente, di storie scritte nelle canzoni, di disegni pubblicati su libri di architettura, di gesta narrate nei libri di scuola, di nozioni riportate in atlanti geografici, di ricordi nascosti altrove…
Anche il tempo è sospeso in un presente continuo più che fissato in un futuro prossimo o in un passato lontano.

Le architetture operano in una molteplicità spaziale e temporale costruita a partire da fotografie scattate in luoghi differenti e in tempi differenti, rintracciate in raccolte o viaggi personali.
Un paesaggio in cui l’uomo è assente mentre animali selvatici e solitari occupano la scena. Per usare le parole di Andrea Branzi “una metropoli primitiva la cui unica utopia possibile è oggi la possibilità di sprigionare la propria salubre energia animale”.

CAMPO is a space to debate, study and celebrate architecture, born in Rome out of the collaboration between Gianfranco Bombaci, Matteo Costanzo, Luca Galofaro e Davide Sacconi.

CAMPO invites researchers, professionals and students to expose projects, experiments and researches that challenge the current understanding of the city, and to collaborate in the investigation of the potential and the limits of architecture as a form of collective production and common knowledge.