Together

Roma - 03/07/2014 : 06/07/2014

L’associazione culturale Next Stop Arte presenta Together, l’evento – collettiva ideato per chi ogni giorno, con talento e perseveranza, lavora per trasmettere con creatività il proprio messaggio.

Informazioni

  • Luogo: IL LABORATORIO
  • Indirizzo: Via Del Moro 49/50 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 03/07/2014 - al 06/07/2014
  • Vernissage: 03/07/2014 ore 19
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: tutti i giorni feriali dalle 18.00 alle 23.00 (o telefonare per appuntamento)

Comunicato stampa

TOGETHER



L’associazione culturale Next Stop Arte presenta Together, l’evento – collettiva ideato per chi ogni giorno, con talento e perseveranza, lavora per trasmettere con creatività il proprio messaggio.

Per la prima volta insieme Benedetta Borrometi, Valentina D'Urbano, Marino Festuccia, Kentaro Horikiri e Ozge Sahin sono chiamati a esporre le proprie opere. Non un leitmotiv ma la semplice volontà di realizzare un allestimento concepito come summa di cinque mini esposizioni personali in dialogo tra loro



Comune denominatore dell'esposizione è l’attestazione di stima che gli artisti hanno riservato nel corso di questi due anni alla giovane realtà di Next Stop Arte, dimostrandole ogni giorno fiducia e rispetto, collaborando per riportare al centro del sistema artistico quel sodalizio tra artista e pubblico oggi celato dietro ipocrite leggi di mercato.

Fotografia, pittura e illustrazione, tre modi differenti di intendere l’arte, quella nobile e pura, pronta a rasserenare gli animi di chi la osserva.

Cinque artisti dunque, cinque personalità forti e distinte, cinque mondi eterogenei di provenienza. Un percorso comune, quello di Together, che si rende portavoce di una riflessione collettiva, dove il visitatore è chiamato a interagire, a emozionarsi, a rendersi espressione di un vero e proprio messaggio.

Il messaggio racchiuso nei viaggi onirici di Benedetta Borrometi e nell’emblematicità toccante degli scatti di Marino Festuccia; nello sguardo delle donne di Ozge Sahin e nel mondo fantastico di Valentina D’Urbano, passando attraverso le suggestioni orientali di Kentaro Horikiri.

Una riflessione seria e profonda, quindi, che getta le basi sulle molteplici sfumature dell’odierno linguaggio artistico contemporaneo in grado di stupire e meravigliare, determinato da quella forza prorompente scaturita dalla sola passione e amore verso l’arte.
Perché si sa che, in fondo, chi lavora con le sua mani, la sua testa e il suo cuore è un artista.