Terreferme. Emilia 2012: il patrimonio culturale oltre il sisma

Bologna - 19/12/2014 : 15/02/2015

Il progetto viene presentato con una mostra multimediale e interattiva che si avvale delle nuove tecnologie della comunicazione e del contributo di artisti che, utilizzando mezzi espressivi differenti, danno vita a vere e proprie installazioni per raccontare come un evento così inaspettato e sconvolgente ha profondamente colpito il patrimonio culturale, il paesaggio e le comunità.

Informazioni

  • Luogo: EX CHIESA DI SAN MATTIA
  • Indirizzo: Via Sant'isaia 20 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 19/12/2014 - al 15/02/2015
  • Vernissage: 19/12/2014
  • Generi: documentaria, new media
  • Orari: venerdì 23 gennaio mattina solo gruppi su prenotazione sabato 24 gennaio h 15.00 - 24.00 domenica 25 gennaio h 11.00 – 19.00 Orari di apertura ordinari venerdì e sabato h 15.00 – 19.00 domenica h 11.00 – 19.00 giovedì e venerdì mattina su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Terreferme. Emilia 2012: il patrimonio culturale oltre il sisma è un progetto della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna realizzato in collaborazione con Fondazione Telecom Italia per la documentazione del terremoto che ha colpito la bassa pianura padana nel maggio 2012.
Il progetto viene presentato con una mostra multimediale e interattiva che si avvale delle nuove tecnologie della comunicazione e del contributo di artisti che, utilizzando mezzi espressivi differenti, danno vita a vere e proprie installazioni per raccontare come un evento così inaspettato e sconvolgente ha profondamente colpito il patrimonio culturale, il paesaggio e le comunità


Videoinstallazione “Kintsugi Emilia” Accademia di Belle Arti di Bologna.
Videoinstallazione “La chiesa dei Santi Carlo e Benedetto” Basmati a. c.
Raccolta di immagini Fondazione Studio Marangoni.

In occasione della ART CITY White Night, sabato 24 gennaio alle ore 21.30, 22.30 e 23.30 si tiene Istant Film Tremblement, una performance live di animazione e musica acustico-elettronica proposta da Basmati film e MaterElettrica, collettivo musicale del conservatorio di Matera.
Per accompagnare l’installazione video sull’ORATORIO GHISILIERI, Basmati propone un’animazione live, che racconta in maniera onirico performativa il terremoto. Segni animati e suoni creati in tempo reale offrono una visione interpretativa dei movimenti nascosti nel profondo della terra e delle energie che si muovono al suo interno. Le tecniche utilizzate dal vivo diventano il collante visivo sotto il quale si legano video di archivio e fotografie elaborate tramite fotomontaggi animati, segni pittorici, movimenti materici di sabbie e terre che diventando texture animate in video. Il supporto musicale si integra con forti accenni di improvvisazione seguendo il divenire delle immagini.

Promossa da
Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Emilia-Romagna

In collaborazione con: Telecom Italia
Fondazione Telecom Italia

Sponsor
Conad