Terraforma Festival 2016

Bollate - 01/07/2016 : 03/07/2016

Terza edizione di Terraforma, il festival internazionale di musica dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale.

Informazioni

  • Luogo: VILLA ARCONATI
  • Indirizzo: Castellazzo di Bollate - Bollate - Lombardia
  • Quando: dal 01/07/2016 - al 03/07/2016
  • Vernissage: 01/07/2016
  • Generi: serata – evento, musica, festival
  • Biglietti: Pass early bird di 3 giorni incluso campeggio a 70 euro e biglietti giornalieri (25 euro + dp venerdì e sabato, 20 euro + dp domenica)
  • Sito web: http://www.terraformafestival.com

Comunicato stampa

erraforma festival, terza edizione
1-2-3 luglio 2016, Villa Arconati, Bollate (Milano)

Charlemagne Palestine (US), Atom™ & Tobias (DE), Biosphere (NO), Adrian Sherwood (UK), Rabih Beaini (LB) & Vincent Moon (FR), Donato Dozzy (IT), Flanger (Atom™ & Burnt Friedman, DE), Lee Gamble (UK), Beatrice Dillon (UK), Helena Hauff (DE), Sensate Focus (UK), Healing Force Project (IT), Primitive Art (IT), Francesco Cavaliere (IT), Claudio Fabrianesi (IT), Paquita Gordon (IT), Dynamo Dreesen (DE), STILL (IT), Feldermelder & Supermafia (CH), Enrico Malatesta (IT), Tropic Disco Sound System (IT)


Press kit a questo link

Foto edizioni passate a questo link

Terraforma, il festival internazionale di musica dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale, annuncia la sua terza edizione da venerdì 1 a domenica 3 luglio 2016 nel parco di Villa Arconati a Bollate (Milano) in collaborazione con Fondazione Augusto Rancilio.

Come nelle precedenti edizioni, Terraforma (r)innova il concetto di esperienza musicale in tre giorni di immersione totale nei suoni degli artisti e della natura. Una dimensione unica, plasmata da performance di musica dal vivo, workshop, percorsi di ascolto e talk nel verde, dove provare un senso di appartenenza e di sospensione che annulla le distanze e congela il tempo. A Terraforma è possibile ritrovare l’essenza delle cose e delle relazioni umane, avventurarsi verso nuove percezioni o riscoprire le frequenze naturali, in cui il senso del ritmo è indissolubilmente legato all'ambiente.

Musica
Rinnovate e ampliate sono l’area campeggio e la zona food, ma protagonista è come sempre la musica, che traccia un percorso immaginifico crossgenere e intergenerazionale dall’ambient al jazz fino alla techno, con particolare attenzione per la sperimentazione acustica ed elettronica. Tra i 20 artisti coinvolti, spiccano il compositore minimalista newyorkese Charlemagne Palestine, con una esibizione pianistica in apertura di festival letteralmente fuori dal coro, i due maestri dell’improvvisazione elettronica Atom™ & Tobias, che suonano ed entusiasmano insieme dal 1991, e Adrian Sherwood, storico produttore britannico che ha unito elettronica, post-punk e dub lavorando, tra gli altri, con Lee Perry, Nine Inch Nails e Mark Stewart (The Pop Group). Atom™ si esibisce anche in compagnia di Burnt Friedman con il progetto Flanger, che mediante una complessa programmazione esplora il jazz in tutte le sue forme. Donato Dozzy, uno dei dj e produttori techno italiani più acclamati e riconosciuti in ambito internazionale, si riconferma dal vivo a Terraforma per un nuovo lungo viaggio attraverso paesaggi sonori ipnotici. Ritorno d’eccellenza anche per un ispiratore del festival, Rabih Beaini, questa volta in compagnia dell’acclamato regista Vincent Moon, di cui musicherà e manipolerà in tempo reale alcuni video. Molto atteso dalla Norvegia è Biosphere, alpinista e musicista che da oltre vent’anni produce brani ambient dalle sfumature sci-fi e con campionamenti dal circolo polare artico. Tutt’altra atmosfera si respira e si balla con Lee Gamble, sperimentatore elettronico che dalla jungle inglese alla computer music presenta una visione obliqua della musica dance. Sempre dal Regno Unito, ma con approcci diversi, arrivano il matematico Mark Fell con il suo progetto avant-house Sensate Focus, e Beatrice Dillon, compositrice e produttrice dalla visione musicale a tutto campo. Un’altra presenza femminile che unisce talento, sostanza e dedizione è Helena Hauff, instancabile dj e produttrice techno dall’approccio punk. Il boss di Acido Records, Dynamo Dreesen, trasforma noise, jazz e house in qualcosa di veramente personale. STILL è un nuovo progetto musicale con cui Simone Trabucchi di Hundebiss reinterpreta al computer i primi momenti e riddim della dancehall. I Primitive Art, invece, proiettano Terraforma nel futuro presente con la loro personale attitudine tribale applicata ai mezzi digitali. Francesco Cavaliere combina suoni, voci, materiali e spazio, mostrando particolare sensibilità analogica e gusto per le più diverse forme di esotismo. La squadra di dj italiani si rafforza con il gusto sopraffino di Claudio Fabrianesi, il groove eclettico di Paquita Gordon, quello a tinte free jazz di Healing Force Project e con l’impianto “giamaicano” dei Tropic Disco Sound System.

Sostenibilità
Terraforma è un festival con un’anima sostenibile. Fin dalla prima edizione, l'organizzazione ha intrapreso un percorso di valorizzazione del bosco di Villa Arconati, insieme a Fondazione Augusto Rancilio, mediante una progressiva opera di bonifica e riqualificazione delle aree verdi in cui si inserisce. Sono stati potati più di 60 alberi secolari, rese sicure zone boschive precedentemente non accessibili al pubblico e create alcune strutture per il parco architettonico. Quest’anno, il progetto di rigenerazione del bosco abbraccia due obiettivi triennali di sostenibilità: il primo, sulla gestione dei rifiuti, in collaborazione con Etica Sgr del gruppo Banca Etica, per misurare e ridurre l’impatto ambientale del festival grazie alla realizzazione di isole ecologiche e all’introduzione dei green steward, giovani volenterosi che assisteranno e sensibilizzeranno il pubblico a un comportamento responsabile. Il secondo, con il contributo di Borotalco, per il ripristino di un labirinto come rinvenuto da alcune incisioni planimetriche della Villa di Marc’Antonio Dal Re risalenti al 1743. Il labirinto di siepi, commissionato al giovane studio di architettura Fosbury, verrà realizzato in tre fasi della durata di un anno ciascuna. Non sarà completamente visibile fino al 2018, ma sarà comunque reso vivo da subito con tecniche di spazializzazione del suono e con l’installazione e performance artistica Erratic di Feldermelder & Supermafia presentata da Buka.

Talk e workshop
Per approfondire il lavoro di alcuni artisti e scoprire curiosità direttamente dalle loro voci, basta partecipare alla talk con Donato Dozzy e Claudio Fabrianesi condotta dal giornalista Damir Ivic di Soundwall sabato alle ore 15.00, e alla lecture del magazine inglese The Wire con Adrian Sherwood domenica alle ore 12.00. Tra i workshop, sabato alle ore 17.00 il musicista Enrico Malatesta condivide un lavoro intitolato Belabor. Con tre set elettroacustici in location diverse, della durata di un’ora ciascuno, Malatesta utilizza percussioni, oggetti e dispositivi di playback come registratori portatili e speaker, introducendo i contenuti in forma di laboratorio e con una sessione live in cui vengono proposte ai partecipanti differenti modalità di ascolto e interazione.

Ristorazione
La dimensione gastronomica di Terraforma ospita cinque forme di cucina. Tutte hanno in comune il grande rispetto per le materie prime e l’estrema cura nella trasformazione degli alimenti. Si parte dalla colazione, gestita da Villa Catalfamo, realtà agronomica siciliana: frutta di stagione e dolci ripieni di marmellate agli agrumi prodotte in azienda. Continuando nel mediterraneo si assaporeranno ricette della cultura sicula e la creatività gastronomica di Babek che presenta il Kebab nella sua formula originale con estrema attenzione per l’origine e la qualità degli ingredienti. Sarà possibile degustare l’autentico sapore della cucina indiana proposta da ShriGanesh, con ricette e preparazioni fedeli a quella Terra. La Cucina vegetariana e vegana di Al Tatto regalerà un’aromaticità e delicatezza al palato emblematiche di gesti ecologici per le scelte di filiera e atti culinari. Interessante e saporita è la pasta ripiena della Ravioleria di Paolo Sarpi, vera cucina di strada orientale, redicata nel territorio per la scelta dei prodotti a Km zero, portatrice di novità ricombinando il sapere gastronomico di levante con i gusti locali. Un aspetto attento alla sostenibilità viene realizzato grazie alla collaborazione con il Progetto Recup, giovani che vedono nel rifiuto un pasto per diverse categorie sociali, recuperando le derrate in perfette condizioni ma destinate alla distruzione, mettono il cibo nella prospettiva anti-spreco e di coesione sociale.

Nike+ Run Club
La corsa è il mezzo migliore per raggiungere Terraforma in modo sostenibile ed entrare gratuitamente al festival: sabato 2 luglio, il Nike+Run Club porterà 150 runner a Terraforma con una staffetta a squadre, senza tuttavia diventare una gara. Per partecipare basta iscriversi sul sito Nike.com/Milano e prepararsi ad affrontare il percorso che parte da piazza Gae Aulenti alle ore 17.45 e termina all’ingresso di Villa Arconati. Le squadre, con corridori di ogni livello, dai principianti ai più veloci, si alterneranno lungo i 24 km del percorso guidato dai "pacer" del NRC che li accompagneranno verso i paesaggi fuori Milano fino a destinazione. All'arrivo, tutti i runner saranno ospiti del festival, potranno usufruire dei servizi a loro dedicati, un rinfresco e navette per rientrare al punto di partenza.


Terraforma Festival 2016 // 1-2-3 luglio // Parco di Villa Arconati, via Madonna Fametta 1, Castellazzo di Bollate (Milano) tel. 02 8692287 // Pass di 3 giorni incluso campeggio a 90 euro e biglietti giornalieri (30 euro + dp venerdì e sabato, 25 euro + dp domenica) disponibili online sul sito www.terraformafestival.com e su http://www.mailticket.it/spettacolo/5626


La nuova immagine di Terraforma è curata da Tommaso Garner e Daniel Sansavini dello studio 2015.vision. Ogni immagine che compone il trittico è a sua volta composta da due immagini, che dialogano tra loro. Prima una fotografia, realizzata con una lente macro, di un insetto; poi uno scatto della Terra, realizzato dall'alto di un satellite. Il microscopico e il macroscopico, l'estrema vicinanza, quella della lente d'ingrandimento, e l'estrema lontananza, quasi siderale, della ionosfera, si trovano a dialogare sorprendentemente, come se i pattern e i colori del pianeta, visti con l'occhio spaziale, e quelli dei suoi abitanti più piccoli – gli insetti – fossero in qualche modo legati. La giustapposizione, però, è realizzabile soltanto grazie all'uomo e alla sua tecnologia: le lenti fotografiche, i satelliti orbitanti. http://2015.vision/.

Il video concept per Terraforma 2016, Diamorphoses, realizzato da Dimitra Louana Marlanti (DLM), è la manipolazione del paesaggio, la manipolazione del suono, la manipolazione o il plasmaggio di materiali; è la trasformazione di qualcosa da uno stato all'altro, artificiale o diverso. Diamorphoses è ciò che accade dentro e intorno a noi. È l'essere tutto e la fine di tutto. Visibile su Nowness https://www.nowness.com/series/video-art-visions/diamorphoses





PROGRAMMA

VENERDì 1
20-21 Charlemagne Palestine live
21-22 Rabih Beaini & Vincent Moon live a/v
22-23 Biosphere live
23-01 Helena Hauff dj set
01-04 Donato Dozzy live

SABATO 2
10-13 Claudio Fabrianesi dj set
13-14 Francesco Cavaliere live – Gancio Cielo 1
14-16 Healing Force Project dj set
16-17 Francesco Cavaliere live – Gancio Cielo 2
18-20 Dynamo Dreesen dj set
20-21.30 Flanger (Atom™ & Burnt Friedman) live
21.30-23 Sensate Focus live
23-01 Lee Gamble live
01-04 Atom™ & Tobias live

DOMENICA 3
10-12 Tropic Disco Sound System dj set
12-14 STILL dj set
14-16 Beatrice Dillon dj set
16-18 Adrian Sherwood dj set
18-20 Paquita Gordon dj set
20-21 Primitive Art live

Info
www.terraformafestival.com
[email protected]

Ufficio stampa
Gaetano Scippa // [email protected] // 335 6858609


Terraforma
Propone nuovi approcci alla musica, all'immagine, all'interattività e allo spazio, accogliendo artisti di ricerca nel contesto storico e naturale di Villa Arconati in tre giorni di performance dal vivo, proiezioni, workshop, incontri con gli artisti, percorsi di ascolto, immersioni nella natura, installazioni, mercato a chilometro zero e camping. www.terraformafestival.com

Villa Arconati – Fondazione Augusto Rancilio
A soli 10 km dal centro di Milano Villa Arconati è una tra le più maestose Villa di delizia del Nord-Ovest. A partire dal progetto fortemente voluto e magistralmente cominciato da Galeazzo Arconati nel Seicento, la villa è divenuta nel Settecento scrigno d'arte e cultura dove celebrare i fasti e le delizie della vita aristocratica del tempo. Luogo talmente unico nel suo genere da valergli l'appellativo di "petite Versailles italienne" nelle guide turistiche settecentesche, la villa è stata celebrata tra gli altri da Goldoni e Canova, ospiti illustri dei padroni di casa.
Fondazione Augusto Rancilio restituisce oggi questo patrimonio alla collettività con un progetto di recupero che ne rispetta il valore storico e culturale, e con una serie di attività che fanno di questo luogo unico un moderno centro di produzione e fruizione culturale in cui convivono arte, natura e cultura.
Villa Arconati è aperta al pubblico tutte le domeniche fino al 23 ottobre dalle 10.30 alle 18.30. Fondazione Augusto Rancilio devolve l’intero ricavato dei biglietti d’ingresso per il progetto di recupero della villa. Info: http://www.villaarconati.it/ - [email protected] - 393.8680934

THREES
Terraforma è ideato da THREES, associazione culturale no profit costituita nel 2012 da Dario Nepoti, Alberto Brenta e Ruggero Pietromarchi per la produzione di progetti musicali ed eventi culturali di qualità tra cui Techno Portraits e Progetto Opera. Le radici di THREES si fondano sui canoni della ricerca, del tempo e della semplicità associati a sostenibilità e accessibilità. http://www.threesproductions.com/

Borotalco
Storico marchio italiano che nasce nel 1878 in una farmacia fiorentina. Fin dall’inizio viene associato al Boro-talcum, la famosissima polvere di talco che è il prodotto iconico per eccellenza del brand; dal talco sono stati in seguito sviluppati altri prodotti per la cura della persona quali i deodoranti, i detergenti corpo e la crema che hanno però mantenuto le principali caratteristiche del prodotto originario e soprattutto l’inconfondibile profumo. http://www.borotalco.it/

Etica Sgr
Etica Sgr è una società di gestione del risparmio nata nel 2000 da un’idea di Banca Popolare Etica. Attualmente è l’unica Sgr italiana che istituisce e gestisce esclusivamente fondi comuni d’investimento socialmente responsabili con lo scopo di rappresentare i valori della finanza etica nei mercati finanziari. Etica Sgr offre inoltre consulenze alle istituzioni che desiderano pianificare i propri investimenti nel rispetto di criteri sociali e ambientali ed è pioniera in Italia dell’azionariato attivo. https://www.eticasgr.it/