Temporary Black Space – Progetto Centaurea

Bergamo - 11/08/2012 : 11/08/2012

Progetto Centaurea, giunto quest’anno alla quinta edizione, è una realizzazione indipendente del collettivo Temporary Black Space, che consiste in una serie di performance musicali inserite all’interno di installazioni artistiche, nella suggestiva cornice dell’Orto Botanico Lorenzo Rota di Bergamo.

Informazioni

  • Luogo: ORTO BOTANICO LORENZO ROTA
  • Indirizzo: Scaletta di Colle Aperto 24129 - Bergamo - Lombardia
  • Quando: dal 11/08/2012 - al 11/08/2012
  • Vernissage: 11/08/2012 ore 21
  • Generi: performance – happening, serata – evento
  • Sito web: www. t-blackspace.com
  • Email: andrea@t-blackspace.com

Comunicato stampa

PROGETTO CENTUAREA JAM: PARTECIPAZIONE E SENSO


Progetto Centaurea, giunto quest’anno alla quinta edizione, è una realizzazione indipendente del collettivo Temporary Black Space, che consiste in una serie di performance musicali inserite all’interno di installazioni artistiche, nella suggestiva cornice dell’Orto Botanico Lorenzo Rota di Bergamo.
Centaurea, un genere di piante che conta più di 500 specie, è la metafora su cui si è costruita la visione del progetto, basato sulle interazioni tra Varietà (di discipline, generi musicali e contesti)


L’Orto Botanico, luogo ispiratore di questo concetto, è stata un’istituzione tanto autorevole quanto disponibile al confronto, dimostrando di funzionare come fulcro attorno al quale poter mettere in atto una serie di proposte sperimentali.
Negli anni, Progetto Centaurea, pur rimanendo un appuntamento di nicchia, si è consolidato nell’agenda estiva cittadina fino a contare 600 persone in una serata, all’ultima edizione. Il suo vero successo è stato però l’attivarsi di collaboratori, aiutanti e artisti che hanno contribuito alla messa in atto di un sistema potenzialmente precario, perché condizionato dagli agenti atmosferici e da una logistica complessa. Quando si è percepita questa sinergia, cancellando le ultime tracce dello Spettacolare, allora è stato il momento migliore, in cui si è realizzato il vero risultato del lavoro svolto con tanta cura.

La “componente umana” sarà l’ingrediente principale dell’edizione 2012: una grande jam session dove generi, professionisti, dilettanti e passanti potranno incontrarsi per un’improvvisazione musicale all’interno di un luogo pubblico.
L’adesione, libera e priva di programmazione, sarà una sorta di restituzione al pubblico della responsabilità delle proprie scelte. Un risultato estemporaneo ed effimero, specchio di una condizione reale ormai diffusa, in cui i contenuti prenderanno il sopravvento sulla forma attraverso una serie di spunti offerti dall’Ecologia Profonda. Vivere Come Se La Natura Fosse Importante di G. Session e Bill Devall.
La situazione che si potrà creare sarà il frutto di una rete semi spontanea, sulla base delle collaborazioni intessute da TBS lungo la propria attività.

Con questa scelta si vuole privilegiare la Presenza, sia del pubblico che dei musicisti, come segnale forte di partecipazione. Un’azione che diviene portatrice di Senso, necessaria, affinché si possa ritrovare soddisfazione nel fare, e significativa, per sottolineare l’importanza del modo con cui vivere uno spazio comune.