Take The Leap

Milano - 29/02/2012 : 24/03/2012

Take The Leap. Peep-Hole Annual Benefit presenta oltre 40 opere di artisti italiani e internazionali donate con la finalità di raccogliere i fondi necessari per sostenere le attività di Peep-Hole.

Comunicato stampa

Take The Leap. Peep-Hole Annual Benefit presenta oltre 40 opere di artisti italiani e internazionali donate con la finalità di raccogliere i fondi necessari per sostenere le attività di Peep-Hole



In mostra le opere di Alis/Filliol, Kathryn Andrews, Pedro Barateiro, Massimo Bartolini, Marco Belfiore, Pavel Büchler, Pierpaolo Campanini, Ludovica Carbotta, Alessandro Ceresoli, Etienne Chambaud, Danilo Correale, Andrew Dadson, Tomaso De Luca, Loredana Di Lillo, Gintaras Didziapetris, Jimmie Durham, Matias Faldbakken, Ettore Favini, Alberto Garutti, Alice Guareschi, Karl Holmqvist, Susanne Kriemann, Andrea Kvas, Renata Lucas, Victor Man, Eva Marisaldi, Fabian Marti, Kris Martin, Elena Narbutaite, Rosalind Nashashibi, Giulio Paolini, J. Parker Valentine, Alessandro Pessoli, Gianni Pettena, Alessandro Piangiamore, Walid Raad, Andrea Romano, Evangelia Spiliopoulou, Mauro Vignando, Danh Vo, Ulla Von Brandenburg, Jordan Wolfson.

A tutti loro, come agli artisti che li hanno preceduti nelle due prime edizioni, va il nostro ringraziamento più grande.

Per maggiori informazioni [email protected]


Take The Leap. Peep-Hole Annual Benefit
Opening mercoledì 29 febbraio, ore 18.30
1-24 marzo 2012
martedì – sabato 15.00-19.00 o su appuntamento
Peep-Hole Via Panfilo Castaldi 33, 20124 Milano
[email protected] T. +39 3397656292 | +39 3385694112
Press info Stefania Scarpini [email protected]




Peep-Hole Sheet #11 – Out Now


The Artist as Spectator di Pedro Barateiro

Peep-Hole Sheet #11 è ora disponibile nei principali spazi d’arte contemporanea pubblici e privati, nei bookshop e concept store delle maggiori città Europee e degli Stati Uniti.

Scritto nel 2005 ma mai pubblicato, The Artist as Spectator (L’artista come spettatore) è concepito come un flusso, una raccolta dei pensieri che accompagnano il lavoro di Pedro Barateiro: “Passerò il resto della vita a riscrivere le mie parole, questo è certo. Continuerò a seguire le mie riflessioni, creando il mio linguaggio”.*
Un lavoro che si delinea soprattutto come atto riflessivo, sottrazione, “dissequestro”, partendo dalla consapevolezza di essere tutti cooptati dentro le logiche del Mercato/ Spettacolo che l’arte in qualche modo preconizza. L’invito è quindi a recuperare uno sguardo su di sé e sul mondo, restando sempre sul luogo del delitto, sempre sull’orlo della sparizione. L’oggetto, il video, il mezzo artistico diventa un’arma puntata alla tempia: si può aspettare che qualcosa (il mondo, il tempo) cambi; oppure decidere di imbracciare direttamente l’arma.

* L’artista in The Artist as Spectator (L’artista come spettatore), p. 5

Peep-Hole Sheet è un trimestrale di scritti d’artista. Ogni numero è dedicato ad un singolo artista invitato a contribuire con un testo inedito i cui contenuti e il cui formato sono completamente liberi. I testi sono pubblicati in lingua originale, accompagnati da traduzioni in inglese e in italiano. Peep-Hole Sheet si rivolge a tutti coloro che considerano gli artisti catalizzatori di idee e desiderano leggere le loro parole senza alcun filtro. Nel corso del tempo aspira a costruire un’antologia di scritti che possa aprire nuove prospettive per interpretare e comprendere i nostri tempi.

Peep-Hole Sheet è un progetto editoriale di Peep-Hole, un centro d'arte contemporanea con sede a Milano. É pubblicato e distributo da Mousse Publishing.
Per saperne di più, ordinare una copia o sottoscrivere un abbonamento visita www.peep-hole.org / www.moussepublishing.com