Susanna Pozzoli – Passato Prossimo per INstudio

Milano - 10/04/2015 : 13/04/2015

Le fotografie di Susanna Pozzoli ci parlano di un passato a noi vicino relazionandosi per contrasto allo spazio da poco abitato dallo studio di Moreno Ferrari, nuovo luogo di lavoro e creatività, generando un interessante dialogo ricco di rimandi.

Informazioni

Comunicato stampa

INstudio ospita una selezione di fotografie tratta dal progetto multimediale 'Passato Prossimo' di Susanna Pozzoli, un'indagine visiva durata più di 10 anni, che racconta attraverso spazi ormai abbandonati una storia di famiglia ricca e complessa, dal 1875 agli anni duemila.
La fabbrica dismessa di Chiavenna, nucleo del ricordo, è testimone di un passato vivace e laborioso che riemerge nella familiarità quotidiana dei dettagli, generando riflessioni complesse sulle origini e sull'identità mutevole di luoghi e persone


Le immagini, scelte per INstudio in collaborazione con Eleonora Angiolini, fanno parte di una lunga ricerca dell'autrice sul legame tra lavoro, luoghi e vita familiare. Il progetto multimediale, prodotto e pubblicato nella sua interezza grazie alla Fondazione Credito Valtellinese nel 2011 per la mostra di Sondrio, trova oggi nuove chiavi di lettura.
Le fotografie di Susanna Pozzoli ci parlano di un passato a noi vicino relazionandosi per contrasto allo spazio da poco abitato dallo studio di Moreno Ferrari, nuovo luogo di lavoro e creatività, generando un interessante dialogo ricco di rimandi.

Susanna Pozzoli (1978) dopo un master alla Sorbonne resta a Parigi dove si forma come fotografa, vivendo lì per cinque anni. Invitata a numerose residenze per artisti, per anni gira il mondo: Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, 2007-2009; Mongin Art Space, Seoul, 2010; Premio Shanghai, Ministero Italiano per gli Affari Esteri - Istituto Italiano di Cultura a Shanghai - IGAV di Torino, Shanghai, 2013; Nature Humaine, Le Blanc (Francia), 2013. Attualmente vive tra Parigi e Milano. Il suo lavoro è ordinato in diverse mostre personali e monografie e si organizza per progetti di ampio respiro. www.susannapozzoli.com

INstudio è un progetto curatoriale di Simona Sanvito, aperto e in divenire nel suo stesso compiersi.
Lo studio è indagine, ricerca, e presuppone il concetto di cura. E studio è un luogo. Qui si dà seguito agli incontri, si approfondisce. Qui le suggestioni vengono rielaborate, filtrate e sottoposte a quell’intenso labor limae che permette all’ispirazione di farsi progettualità.
INstudio è un contenitore poliedrico all’insegna della curiosità intellettuale e della voglia di indagare il presente nel suo farsi, in modo conviviale e spontaneo. INstudio accade e accetta proposte, coinvolge saperi e discipline differenti: inanellare esperienze, ‘mettere insieme le cose’, permettere a chi partecipa di costruire la propria mappa mentale di collegamenti e suggestioni, il trait d’union è la stessa tensione creativa, la voglia di sinergie, di qualità, di confronto.

Moreno Ferrari, ligure, è uno dei progettisti più innovativi e trasversali della moda e del design italiani. Per un decennio direttore artistico per CP Company, nel 2001 vince Il Compasso d'Oro con I Trasformabili. Attualmente è direttore artistico di MOMO Design e Serio e collabora, tra gli altri, con Moleskine, Riva 1920, Caimi Brevetti, Eastpack, VF International. Le sue creazioni sono state esposte al Centre Pompidou, al MoMA e al London College of Fashion e sono nella Collezione Permanente del Museo del Design della Triennale.
Moreno Ferrari offre lo spazio privato del suo studio come luogo di ritrovo e di pensiero e ospita nella sua nuova sede milanese il progetto INstudio.