Surprise 2012-2013

Torino - 15/05/2014 : 15/05/2014

Verrà presentato alla GAM il catalogo dell’edizione 2012-2013 di Surprise, il ciclo annuale di appuntamenti con cui il museo approfondisce il fermento creativo che ha caratterizzato il decennio tra gli anni Sessanta e Settanta in Italia e a Torino gettando le basi per lo sviluppo di movimenti artistici internazionali.

Informazioni

  • Luogo: GAM - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Magenta 31 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 15/05/2014 - al 15/05/2014
  • Vernissage: 15/05/2014 ore 18
  • Generi: presentazione
  • Biglietti: ingresso libero fino a esaurimento posti

Comunicato stampa

Giovedì 15 maggio alle 18 verrà presentato alla GAM il catalogo dell’edizione 2012-2013 di Surprise, il ciclo annuale di appuntamenti con cui il museo approfondisce il fermento creativo che ha caratterizzato il decennio tra gli anni Sessanta e Settanta in Italia e a Torino gettando le basi per lo sviluppo di movimenti artistici internazionali.

Il volume verrà presentato da Danilo Eccher, Direttore della GAM e curatore del progetto, insieme a Maria Teresa Roberto, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia Albertina di Torino e curatrice della prima edizione di Surprise



Gli appuntamenti del 2012-2013 hanno messo in evidenza il legame della GAM con il territorio, l’attività all’avanguardia e il ruolo centrale che il museo ha ricoperto, e ricopre tuttora, nel panorama artistico-culturale cittadino, ma anche a livello nazionale e internazionale.

Ugo Nespolo, Pietro Gallina, Michela Pachner e Max Pellegrini sono stati i protagonisti della prima edizione. Un appuntamento particolare è stato dedicato all’evento Fluxus che ebbe luogo alla GAM durante l’inaugurazione della sezione delle collezioni Museo Sperimentale, aperta al pubblico il 26 aprile 1967. Surprise sottolinea come la GAM sia stata un luogo di sperimentazione artistica, una realtà vissuta e vivacizzata dalla presenza e dal dialogo costante con gli artisti che hanno contribuito alla crescita del museo e delle sue collezioni.