Storie di fronte al mare

Latina - 01/09/2015 : 26/09/2015

“Storie di Fronte al Mare”, è il titolo della prossima mostra per la rassegna MAD on Paper.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA LA FELTRINELLI
  • Indirizzo: Via A. Diaz 10 - Latina - Lazio
  • Quando: dal 01/09/2015 - al 26/09/2015
  • Vernissage: 01/09/2015 ore 18,30
  • Curatori: Fabio D’Achille
  • Generi: fotografia, doppia personale
  • Orari: Tutti i giorni 9,30 – 13,00/16,30 – 20,30. Chiuso il Lunedì mattina

Comunicato stampa

“Storie di Fronte al Mare”, titolo della prossima mostra per la rassegna MAD on Paper, nasce da un esperimento realizzato da due artisti: il fotografo Antonio Spirito e il disegnatore Fabrizio Gargano, uniti da un rapporto di amicizia che dura da diversi anni.

Martedì 1° settembre alle 18,30 presso La Feltrinelli di Via A. Diaz, 10 a Latina si svolgerà il vernissage a cura di Fabio D’Achille di un’esposizione che vede dialogare due differenti linguaggi espressivi, che si diversificano e si completano a vicenda


Protagonista il mare, le persone che si lasciano alle spalle il frastuono metropolitano per immergersi nella quiete delle proprie sensazioni, lasciarsi trasportare dal vento, il rumore, i sapori dell’atmosfera marina.
L’ambientazione delle istantanee è il pontile di Capoportiere, “generatore di storie”, come lo definisce Antonio Spirito, dove le persone portano con sé i propri pensieri, le proprie storie, confidandoli a quell’entità affascinante e misteriosa che è il mare.
Gli scatti di Antonio Spirito sono stati realizzati nel corso di diverso tempo, in vista di un progetto espositivo, con la più semplice delle attrezzature tecnologiche: un telefono cellulare.
In seguito Fabrizio Gargano, osservando le istantanee ritraenti persone sul pontile, ne ha dato la sua interpretazione dal carattere intimista, col tratto veloce e immediato tipico dello sketch, dove i disegni –affiancati alle fotografie- sono corredati di scritte, ipotetici pensieri, dialoghi interiori dei personaggi.
Una mostra a quattro mani che lascia intravedere come il dialogo tra l’uomo e il mare possa andare di pari passo con quello tra diversi linguaggi artistici.