Stone Design

Roma - 05/07/2018 : 25/07/2018

Accademia Italiana di Arte, Moda, Design inaugura a Roma la mostra Stone Design -presso lo spazio espositivo della nuova Rinascente in Via del Tritone- il progetto curato dagli studenti del corso di laurea in Arredamento e Product Design che rende omaggio a un materiale che da sempre accompagna l’umanità: la pietra.

Informazioni

  • Luogo: RINASCENTE
  • Indirizzo: Via del Tritone 61 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 05/07/2018 - al 25/07/2018
  • Vernissage: 05/07/2018 ore 18,30
  • Generi: design

Comunicato stampa

Accademia Italiana di Arte, Moda, Design inaugura a Roma la mostra Stone Design -giovedì 5 luglio alle ore 18.30 presso lo spazio espositivo della nuova Rinascente in Via del Tritone- il progetto curato dagli studenti del corso di laurea in Arredamento e Product Design che rende omaggio a un materiale che da sempre accompagna l’umanità: la pietra



Al piano -1 del mega-store, nell’area in cui hanno trovato nuova luce i resti dell’Aqua Virgo -l’acquedotto di epoca romana riemerso durante la costruzione del nuovo edificio–, la pietra antica dialogherà con il presente attraverso un’esposizione di oggetti di diverse tipologie, realizzati in pietra santafiora, marmo e pietra leccese.

Il progetto è frutto di un lavoro di squadra che vede collaborare studenti e docenti di Accademia Italiana in partnership con Santafiora Stone, Monitillo Marmi e Lotriglia & Tarantino. Le tre aziende hanno sviluppato assieme agli allievi le idee proposte fino alla realizzazione del prototipo, supportandoli nell’affrontare la complessità presentata da ciascun materiale. Sono nati così oggetti da tavola, lampade e complementi di arredo dalle linee contemporanee ed essenziali, che rimarcano il focus sulla materia prima.

La pietra, nelle sue molteplici finiture, è ispirazione anche per gli studenti dei corsi di Fashion Design e Design del Gioiello, le cui creazioni completano il percorso espositivo con una ulteriore reinterpretazione materica.

Il progetto Stone Design, nato da un’idea del Presidente di Accademia Italiana Vincenzo Giubba, si sviluppa nelle aule e nei laboratori della scuola, quale testimonianza di come la creatività sia una risorsa infinita, e quanto sia importante per l’Accademia valorizzare e promuovere il lavoro dei propri studenti.



In occasione dell’apertura della mostra, verrà presentano il volume Il metodo del creativo, di Vincenzo Giubba e Nicolas Ballario, edito da Nardini. Il libro, con prefazione di Francesco Merlo, ripercorre la storia di Accademia Italiana attraverso il racconto di aneddoti salienti e dei contributi di nomi illustri del panorama del design internazionale, quali Franco Zeffirelli, Oliviero Toscani, Domenico Guzzini, Gianni Quaranta.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 25 luglio, visitabile negli orari di apertura dello store.





I partners dell’iniziativa



PIETRE DI MONITILLO | MONITILLO MARMI

Monitillo Marmi nasce nel 1980 ad Altamura, dall'esperienza di Francesco Monitillo e dalla sua passione per la lavorazione di marmi, graniti, e pietre di vario genere. Da oltre 30 anni l'azienda si contraddistingue per la maestria di interpretare in maniera unica le caratteristiche di ciascuna pietra, esaltandone le qualità naturali estetiche e funzionali. Un artigianato artistico, fatto di ricerca, innovazione, cura dei particolari, per una costante perfezione progettuale applicata alla materia.

Pietre di Monitillo è la home collection di Monitillo Marmi, un insieme di oggetti in pietra frutto della collaborazione tra Monitillo Marmi e designer internazionali, eterogenei per esperienze e linguaggio, ma accomunati dalla passione per le potenzialità espressive della materia. Le pietre, selezionate con cura dai maestri artigiani, vengono lavorate mediante tecnologie a controllo numerico per creare sculture per il quotidiano, da vivere e ammirare.



SANTAFIORA STONE

Nel cuore dell’antica Tuscania etrusca, l’attuale Alto Lazio e Maremma Toscana, si colloca Pietre Santafiora.

I suoi ampi bacini, al centro di un’area orografica così ricca di pietre da potersi ritenere unica al mondo, garantiscono standard quantitativi e qualitativi omogenei per tutti i materiali estratti, sia per cromatismo che per caratteristiche fisico/meccaniche.

Pietre Santafiora produce blocchi, lastre grezze, semilavorati e lavorati finiti senza limiti di dimensioni per ogni settore: edilizia, arredo urbano, lavori artistici accompagnando, passo dopo passo, il cliente dalla commessa fino alla consegna del lavoro finito.

Aggiornando continuamente il comparto di tecnologie in dotazione, Pietre Santafiora ribadisce una leadership riscontrabile in tutte le opere realizzate.



TARANTINO&LOTRIGLIA

Dall'incontro fortunato tra le due famiglie nasce, 30 anni or sono, l'Azienda Tarantino & Lotriglia. Da allora, passione e innovazione si fondono con la professionalità delle maestranze e l'alto grado di meccanizzazione dei processi produttivi. Questo ha permesso di coniare lo slogan "Industria e Arte per l'Architettura" a testimonianza di uno sviluppo tecnologico che consente di mantenere qualità e quantità di lavorati tali da uscire fuori dall'ambito del mero artigianato locale, affermandosi nel settore del complemento d'arredo di design che diventa opera d'arte trasformando un edificio in una residenza dal fascino e dalla classe di un tempo.

Dalle migliori cave del Salento, ogni giorno vengono estratti blocchi provenienti dal medesimo strato. Ciò permette di avere una pietra dalle prestazioni eccezionali e dalla colorazione costantemente uniforme.



Il metodo del creativo Moda, Fotografia, Design, nelle storie di Accademia Italiana

Nicolas Ballario a colloquio con Vincenzo Giubba



Nardini editore



Firenze, Roma, Milano, Berlino, Bangkok ... la moda, il design e la fotografia internazionali sono passati da queste città. Dagli anni Settanta a oggi, la Pop Art, Andy Warhol, Gucci e la trasformazione dei grandi sarti in stilisti e imprenditori, i colori sorprendenti di Fiorucci e l’alta moda di Pitti a Firenze, di Milano e di Roma fino alla moda rivoluzionaria di Vivienne Westwood, il postmoderno, la fotografia che diventa digitale, Oliviero Toscani e il messaggio dell'immagine che entra nell'anima e la mette a nudo, Christo e i monumenti impacchettati, il design del bello, Armani e la nuova moda femminile, internet e la comunicazione che sconvolgono le vecchie regole e connettono tutte le arti.

Il libro ripercorre, mostrando come la qualità del metodo creativo utilizzato da questa grande realtà imprenditoriale sia stata raggiunta con la qualità del lavoro, le vicende del costume di questi decenni in modo parallelo alle grandi correnti delle idee e degli eventi che hanno coinvolto il mondo. E poi i grandi nomi: Zeffirelli, Toscani, Fendi, Capucci, Westwood, Richmond, Ivory, Lavazza, Guzzini, Missoni e tanti altri che hanno accompagnato la storia dell’Accademia Italiana nella sua crescita come testimone del tempo e delle mutazioni del gusto.

Il libro è illustrato con oltre 300 fotografie, che conquistano il lettore e lo portano in una lunga storia di gusto, fascino, imprenditorialità, personaggi e idee. Con testi di Oliviero Toscani (fotografo), Sudhitham Chirathivat (presidente La Rinascente), Gianni Quaranta (Oscar per la scenografia nel film Camera con vista), Ilenia Alesse (fashion designer), Franco Fiesoli (Storico della fotografia), Domenico Guzzini (industriale del design), Filippo Pernisco (designer), Marco de Micheli (artista concettuale), Antonella Tundo (architetto), Walter Conti (grafico).



Gli autori

Vincenzo Giubba, architetto, fondatore dell’Accademia Italiana, la più prestigiosa Scuola del settore, con sedi a Firenze e Roma, in dialogo con Nicolas Ballario, giornalista di Radio Rai 1, Corriere della Sera, Radio Radicale e della rivista Rolling Stone. Ha vinto premi per il suo lavoro in ambito artistico, culturale e ambientale.

Introduzione di Francesco Merlo, una delle più grandi firme del giornalismo italiano.