Steve Piccolo – Sondaggio (Panic Box)

Cremona - 26/05/2012 : 26/05/2012

Dopo le giornate del laboratorio/sonoro Sondaggio (Panic Box) di Steve Piccolo, tenutosi lo scorso Febbraio negli spazi del Liceo delle Scienze Umane “Anguissola”, a cui hanno partecipato gli studenti cremonesi di vari Licei e persone comuni, ecco la restituzione alla città in forma di opera/performance collettiva.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO CITTANOVA
  • Indirizzo: C.so Garibaldi, 120. 26100 - Cremona - Lombardia
  • Quando: dal 26/05/2012 - al 26/05/2012
  • Vernissage: 26/05/2012 ore 18
  • Autori: Steve Piccolo
  • Curatori: Dino Ferruzzi
  • Generi: performance – happening

Comunicato stampa

ondaggio (Panic Box)
opera/performance di STEVE PICCOLO

con gli studenti dei Licei cremonesi

sabato 26 maggio 2012 h 18.00 POrtici di Palazzo Cittanova - Cremona

a cura di Dino Ferruzzi

in collaborazione con il Liceo delle Scienze Umane “S.Anguissola” di Cremona, Guido Chiari, Donatella Migliore, Aldo Pini

Patrocini: Provincia di Cremona, Ufficio Scolastico Territoriale XIII di Cremona

Dopo le giornate del laboratorio/sonoro Sondaggio (Panic Box) di Steve Piccolo, tenutosi lo scorso Febbraio negli spazi del Liceo delle Scienze Umane “Anguissola”, a cui hanno partecipato gli studenti cremonesi di vari Licei e persone comuni, ecco la restituzione alla città in forma di opera/performance collettiva.

Il musicista newyorkese, aveva raccolto materiali sonori, rumori e vocalità delle persone che avevano partecipato al laboratorio, con lo scopo di offrire alla città una singolare partitura per coro, un’opera in cui l’espressione spontanea potesse diventare suono codificato, imparato e riprodotto, un modo “orale” di far circolare umori e sentimenti” condivisi.



“… creo una composizione per coro (anche di non-cantanti) usando i suoni registrati,

ho bisogno di una decina di volontari muniti di iPod o attrezzo simile,

ognuno carica sull’iPod la sua parte, deve imitare i suoni che sente nell'auricolare,

serve una stanza, possibilmente con un po' di riverbero suo, e una sedia per ogni partecipante,

premiamo 'play' tutti insieme e la performance comincia.

I partecipanti restituiscono lo stato d'animo collettivo della giornata delle registrazioni, ma lo trasformano anche, senza saperlo, perché la voce tradisce, svela i sentimenti di ognuno, inevitabilmente…

La performance sarà registrata... alla fine, posso creare una situazione stereo in cui si sentono contemporaneamente le due versioni, le due giornate, ciò crea un installazione molto interessante.

Ho bisogno un paio di settimane prima di sapere il numero di partecipanti, quanti maschi, quante femmine, per preparare le tracce.

Per caricare le tracce in iPod ci sono sempre un po' di piccoli problemi... sarebbe meglio farlo prima, o dare i file via email a tutti in modo che possano caricarli loro, a casa...

possono anche usare lettori CD portatili, basta saperlo, preparo i CD.

Ci sentiamo per la scelta del luogo, sarebbe bello se fosse un posto pubblico, ma soprattutto dobbiamo trovare uno spazio acusticamente adatto” …