Una performance live painting dove Stefano Ricci, disegnatore di fama internazionale, disegnerà dal vivo accompagnato dal contrabbasso di Giacomo Piermatti. A fare da scenografia a questa performance una serie di lavori inediti di Ricci.

Informazioni

  • Luogo: IL VICOLO
  • Indirizzo: via Maroncelli 2 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/06/2016 - al 02/07/2016
  • Vernissage: 14/06/2016 ore 19
  • Autori: Stefano Ricci
  • Generi: performance – happening, personale, disegno e grafica

Comunicato stampa

Stefano Ricci
al VICOLO e a OLINDA


La galleria d’arte Il Vicolo presenta, martedì 14 giugno dalle 19.00 alle 22


Più Giù
Un atto dal vivo
Stefano Ricci, disegno, voce
Giacomo Piermatti, contrabbasso


una painting live performance dove l’artista e disegnatore di fama internazionale Stefano Ricci disegnerà dal vivo accompagnato dal contrabbasso di Giacomo Piermatti.

A proposito di queste performances che Ricci sta presentando sia in Italia che all’estero, lo stesso autore dice:
Disegnare è per me come cercare di lasciarsi cadere, più giù, con la musica di Giacomo


Disegno, suono e voce, sono gli strumenti antichi, segretamente uniti, che stiamo cercando di fare apparire insieme, per riuscire a raccontare una storia.

L’atmosfera del mondo onirico di Ricci sarà accentuata dalla presenza di una serie di lavori inediti, le Piccole Sculture Cucite, realizzate dall’artista stesso con tessuti riciclati e altri materiali donatigli dalla madre, e raffiguranti i personaggi che solitamente si vedono nei suoi disegni o film d’animazione. Per Ricci la nuova esperienza del cucire rappresenta il legame con il suo passato – madre e nonna sarte – i “resti dei vestiti di una vita”, come lui stesso sostiene, che riprendono altre forme pur mantenendo un rapporto con la memoria.

A fare da scenografia a questi piccoli personaggi di stoffa, un’installazione di eliografie che l’artista ha presentato solo nel 2004 in un grande allestimento per il Kunstmuseum Luzern, Museo d’arte di Lucerna.


L’evento fa seguito all’esposizione di Ricci che inaugura la ventesima edizione del festival Da vicino nessuno è normale, all’ex opsedale psichiatrcio Paolo Pini, dove Ricci presenta Eccoli una serie di opere ispirate ai filmati realizzati durante le prime sedute di musicoterapia nell’Ospedale Psichiatrico Provinciale di Gorizia, durante la direzione di Franco Basaglia. Da questi Ricci ha tratto a sua volta un filmino e una serie di disegni dedicati alle persone filmate, a Basaglia e alle tracce che ha lasciato.




Biografia

Stefano Ricci è nato nel 1966 a Bologna ,vive ad Amburgo e Quilow. Disegnatore, dal 1986
collabora con la stampa periodica e l’editoria in Italia e all’estero (“Frigidaire”, “Per Lui”, “Dolce vita”, ”Avvenimenti”, “Linea d’ombra”, “il manifesto”, “Esquire”, “Panorama”, “Teléma”, “Extra”, ”Glamour”, “HP”, “Follow me”, ”Libération”,“LesInrockuptibles”,”Internazionale”, “Alias”, “Lo Straniero”, “Télérama”,”L’Humanité”,”Bang”, “la Repubblica” "Afterhours", Mondadori, Rizzoli, Einaudi, Salani, E.Elle,L’Ancora, Carocci ,Forum, Quodlibet, ecc.).
Dal 2008 dirige, con Anke Feuchtenberger, la casa editrice Mami Verlag.

Stefano Ricci dal 1991 ha partecipato a numerose mostre personali e collettive.
Tra le mostre personali di Stefano Ricci più recenti:
2012 Cosí su due piedi (con Ericailcane). Squadro Stamperia Galleria d’arte, Bologna.
Die Welt hier hinten. Zeichnungen und Kurzfilme, Galerie Streitenfeld, Oberursel
2013 Dice la Volpe al Corvo (con Anke Feuchtenberger), Galleria d’arte Il Vicolo, Genova
2014 L’histoire de l’Ours, Galerie Martel, Paris
Disegni animati, Studio Tommaseo, Trieste
Disegni, Kranj Museum, Lubjana
Eccoli, Squadro Stamperia Galleria d’Arte, Bologna
Die Geschichte des Bären, Kulturreich, Hamburg
L’histoire de l’Ours, Niort
Die Geschichte des Bären, Zeitraumexit, Mannheim
Raccontami, D406, Modena
Das Auge des Waldes, (con Anke Feuchtenberger), Linz
Eccoli/Raccontali, Sferisterio, Macerata
La storia dell’Orso,La Grande Invasione, Musei della Città, Ivrea
Die Geschichte des Bären, Zeitraum, München
La storia dell’Orso, Biblioteca Comunale, Russi
Sette Arazzi, Teatro Storchi, Modena
Avvistamenti, Galleria d’arte Il Vicolo, Milano



La Galleria il Vicolo, nata nel 1967, è una delle gallerie storiche della città di Genova, tra le prime ad esporre il Futurismo e specializzata in grafica d’autore. L'attività si concentra in vari campi: tuttora punto di
riferimento per gli appassionati e i collezionisti di incisioni e litografie, Il Vicolo ha curato nel corso degli anni mostre legate all'arte del '900, dell'avanguardia storica e contemporanea, mostrando particolare attenzione al mondo dell'illustrazione.

Alla soglia dei cinquanta anni di attività, Il Vicolo apre anche a Milano. Martina e Stefano Gagliardi, nipoti del fondatore della galleria genovese, Alf Gaudenzi, artista futurista e ceramista, conducono la nuova sede in via Maroncelli 2.

Lo spirito con cui si è scelto di aprire uno spazio a Milano è ben rappresentato dal logo de Il Vicolo, tratto da un’illustrazione di Gaudenzi del 1928: il megafono che annuncia e amplifica vuole
essere un modo leggero e divertente di comunicare l’approccio al mondo dell’arte e a chi ad essa si vuole avvicinare. A Milano è stata riproposta la formula che caratterizza già da anni la sede di Genova: rivolta principalmente all’arte contemporanea e all’illustrazione, la galleria sarà un luogo d’incontro, dove la parte dedicata alle mostre sarà affiancata dallo “store”, in cui si possono acquistare opere grafiche, multipli, oggetti, libri e gioielli di artisti che hanno collaborato con la galleria, come l’illustratore e scenografo Emanuele Luzzati, di cui Il Vicolo è stato il principale
editore di sue serigrafie fin dal 1975.