Simone Sbaraglia – A tu per tu con la Natura

Cagliari - 29/04/2016 : 10/06/2016

La mostra è un'ode alla bellezza del mondo naturale, un percorso emozionale attraverso il quale Simone Sbaraglia, il fotografo naturalista italiano più premiato, ci conduce nelle meraviglie del nostro Pianeta con la speranza che ognuno di noi sviluppi la consapevolezza di volerlo proteggere.

Informazioni

  • Luogo: CASTELLO DI SAN MICHELE
  • Indirizzo: Via Sirai - Cagliari - Sardegna
  • Quando: dal 29/04/2016 - al 10/06/2016
  • Vernissage: 29/04/2016 ore 18
  • Autori: Simone Sbaraglia
  • Generi: fotografia, personale
  • Orari: dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 16 sabato e domenica dalle ore 14 alle ore 20 lunedì chiuso
  • Uffici stampa: CAMU\’

Comunicato stampa

Venerdì 29 aprile alle ore 18 , dopo un periodo di chiusura al pubblico dovuto a importanti lavori di manutenzione straordinaria, riapre a Cagliari il Castello San Michele.
L'importante monumento cittadino viene restituito alle visite con una mostra del fotografo naturalista Simone Sbaraglia da titolo A tu per tu con la Natura


L'esposizione, visitabile fino al 10 giugno, è un ode alla bellezza del mondo naturale, un percorso emozionale attraverso il quale Simone Sbaraglia, il fotografo naturalista italiano più premiato, ci conduce nelle meraviglie del nostro Pianeta con la speranza che ognuno di noi sviluppi la consapevolezza di volerlo proteggere.

Gli Ecosistemi, I Volti, I Luoghi, I Momenti, Il Ritmo, L’Amore, Le Forme, le sette sezioni in cui è divisa la mostra, sono la declinazione estetica del mondo naturale, un messaggio chiaro e forte sull’importanza di preservare.
In un’epoca che ci ha derubato della nostra innata sensibilità all’equilibrio e all’armonia, il lavoro di Simone Sbaraglia muove dal presupposto che diffondere la bellezza e la meraviglia della natura sia oggi il primo passo per recuperare un corretto rapporto con la nostra Madre Terra. "La fotografia - scrive Sbaraglia nel catalogo della mostra - è sempre un dialogo tra fotografo ed osservatore, qualunque sia il soggetto ritratto, in cui il fotografo mette a nudo se stesso, i propri sentimenti, le proprie emozioni. Perché questo dialogo possa avvenire è necessario un certo grado di consapevolezza da parte del fotografo, che deve fare lo sforzo di analizzare le proprie emozioni per poterle poi comunicare tramite un’immagine fotografica. La fotografia è dunque innanzitutto un mezzo di comprensione: si fotografa per capire meglio se stessi, per dare un nome a quel tumulto di sensazioni. Solo una volta assolto questo compito la fotografia può diventare un mezzo di comunicazione in cui queste emozioni vengono condivise con l’osservatore".

LABORATORIO DIDATTICO

La mostra sarà lo spunto per partire alla scoperta del colle e dei suoi piccoli abitanti, con il laboratorio didattico per le scuole di ogni ordine e grado A tu per tu con il Colle, frutto della collaborazione tra il Consorzio Camù e l’Associazione Culturale Punti di Vista.Dopo la visita guidata alla mostra e alcuni giochi rompighiaccio di sensibilizzazione ambientale, gli operatori dell’Associazione guideranno i partecipanti alla scoperta degli insetti, dei rettili e dei piccoli mammiferi che abitano il Colle San Michele. Armati di quaderno, matita e macchina fotografica, proprio come dei perfetti naturalisti, i giovani studenti potranno osservare e catturare con l’obbiettivo le caratteristiche e i comportamenti di questi affascinanti animali nel loro habitat naturale. Scattate le fotografie, i partecipanti saranno invitati a cercare di identificarne i soggetti delle immagini, con l'aiuto di una piccola biblioteca naturalistica allestita per l’occasione.