Silvia Iorio

Todi - 05/12/2019 : 14/02/2020

Dopo l’opening, Space Mater si impone sulle scene con la mostra di un’artista internazionale che indaga l’intimità.

Informazioni

  • Luogo: SPACE MATER
  • Indirizzo: via Valle Inferiore, 6 - Todi - Umbria
  • Quando: dal 05/12/2019 - al 14/02/2020
  • Vernissage: 05/12/2019
  • Autori: Silvia Iorio
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Si chiama Silvia Iorio e, dopo aver esposto le sue opere al MACRO di Roma, alla Biennale di Venezia e fino alla London Metropolitan University in collaborazione con la Whitechapel Gallery, ora si prepara a presentare la sua collezione alla Galleria Space Mater di Todi. L'appuntamento è per i primi di dicembre, ma Faith - questo il nome della personale della Iorio - resterà esposta in galleria fino al 14 febbraio 2020



Silvia Iorio, attraverso le sue opere, esplora l’universo dell’astrattismo visionario e del post-realismo utilizzando principalmente l’acquerello, le lacrime e il fluoro luminescente, insieme ai rotoli di carta intrecciata, olografica e magnetizzata. Ne vengono fuori ampie o minuscole superfici blu, monocrome o trapunte di linee geometriche, asciutte o tempestate di stelle, che danno vita a un’opera enciclopedica e metaforica volta a raccontare ai visitatori le sue espressioni più intime, per renderle così universali.

Faith, però, non è solo una sorta di confessione artistica della Iorio, ma è anche un atto di fede: “Per evolversi dalla Scienza alla Co_scienza, dall'empirismo all'illuminazione - spiega Silvia Iorio - è richiesto al pubblico un atto di fede nel futuro. Da qui il termine Faith, titolo ed essenza di una mostra che rifonda il proprio statuto, lo manifesta agli occhi e lo grida in silenzio, volgendo l’area espositiva in un luogo sacro di apparizioni”. “Così - continua la Iorio - l’invito è quello di rintracciare spazialmente il luogo dell’eterea realtà interconnessa, ma soprattutto di visualizzarla - ciascuno mediante il proprio spirito - rendendo il pubblico partecipe della mia sensibilità sottile per ricreare in galleria la percezione di una ri-nascita, spirituale e mentale”.

E non poteva esistere luogo migliore per esporre questa rinascita che la Galleria Space Mater di Todi, che si propone di diventare punto nevralgico per un vero e proprio risveglio culturale della città attraverso l’arte. Una scommessa su cui la sua direttrice, Marta Angeli Coarelli, crede molto: “Ho studiato interior design e poi, anziché andarmene, ho scelto di restare nella città in cui sono nata e di investire nella mia grande passione, l’arte. Per me la galleria Space Mater è un luogo “in movimento”, pronta ad ospitare le più svariate espressioni artistiche e il pubblico più vario. Vorrei che questo spazio diventasse un polo di aggregazione e di incontro”. E continua: “Ho deciso di ospitare le opere di Silvia Iorio per questa sua capacità di entrare in sintonia con il pubblico e con lo spazio circostante. Attraverso la sua arte, ci prepariamo ad esplorare l’universo dell’astrattismo visionario per entrare in una dimensione non più solo terrena, ma cosmica”.



Silvia Iorio è nata a Roma. Studia biologia molecolare e astrofisica. Dopo 10 anni a Berlino, oggi vive e lavora in Umbria. La sua opera è parte di prestigiose collezioni d’arte pubbliche e private; l’artista ha anche esposto in importanti istituzioni, nazionali ed internazionali.



Galleria Space Mater è uno spazio espositivo a Todi che ospita espressioni artistiche statiche e performative guidato dall’interior design e giovane imprenditrice culturale Marta Angeli Coarelli.