Sergio Sarra

Siena - 15/11/2014 : 15/12/2014

Un’ istallazione site specific preceduta da un talk dell’artista con gli architetti Carlo Nepi e Marina Gennari incentrata sulla sua casa studio di recente costruzione.

Informazioni

  • Luogo: INNER ROOM
  • Indirizzo: via G.di Mannaia, 15 53100 - Siena - Toscana
  • Quando: dal 15/11/2014 - al 15/12/2014
  • Vernissage: 15/11/2014 ore 18
  • Autori: Sergio Sarra
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: lunedì-sabato orario 9.00-13.00/15.00-19.30

Comunicato stampa

nner room© - inner room jewelbox©
per il ciclo Talents ha il piacere di presentare nell’ambito di Open Zona Toselli
Sergio Sarra
un’ istallazione site specific
preceduta da un talk dell’artista con gli architetti Carlo Nepi e Marina Gennari
incentrata sulla sua casa studio di recente costruzione

Opening 15 novembre 2014

-ore 17.00 c/o Casanova arredo contemporaneo , viale Toselli, 25
“Studio” a talk with Sergio Sarra, Carlo Nepi facilitated by Marina gennari

-ore 18.00 inner room @ fusi&fusi, Via Guccio di Mannaia, 15 Siena
opening

durata mostra: 15 novembre – 15 dicembre 2014
lunedì-sabato orario 9.00-13.00/15.00-19.30



Per questo progetto Sergio Sarra elabora un’installazione da intendere come dialogo tra il modulo architettonico di inner room a Siena e gli ambienti interni ed esterni della sua casa studio in Abruzzo.

Un grande disegno su tela di cm 300x400 occupa tutta la parete di fondo della stanza.

Lo spazio è costellato da una serie di fotografie incastonate in pesanti cornici di truciolato di legno. Le cornici, a loro volta, sono ospitate su grandi tavole dello stesso materiale che invadono l’intero volume.
Le immagini rivelano particolari dell’edificio apparentemente insignificanti e porzioni di paesaggio ad esso circostanti.

Infine, la presenza di un insieme di disegni, intesi come parti di un organismo, descrive pretestuosamente le planimetrie, gli impianti e i mobili dell’edificio.

La mostra è preceduta da un talk intitolato “Studio” con Sergio Sarra, Carlo Nepi architetto, facilitato da Marina Gennari architetto e gallerista, sul tema della casa d’artista partendo dalla recente realizzazione dello studio-abitazione di Sarra, menzionata al Fritz Hoger Preis in Berlino e finalista al Wienenberger Award in Vienna.
Lo scopo è intenderla e proporla come atto di creazione che sintetizza formalmente quanto espresso nel corpo d’opera dell’artista stesso ed anche come elemento di sintesi spaziale che contenga la vita da cui l’opera o in cui l’opera prende forma. Nonché gli elementi di rimando dell’opera stessa.
Tale realtà può essere volano di ispirazione ed analisi al tempo stesso.



Questa all’Inner room è la sua prima personale

inner room jewelbox© scatola luminosa dove si apprezza l’incontro tra la cultura e la manualità artigiana del gioiello d’artista, ospita per l’occasione gioiello disegnato dallo stesso Sergio Sarra e realizzati dagli orafi di fusi&fusi.

Il coordinamento teoretico è a cura del Dott. Romeo Giuli

Sergio Sarra
È nato a Pescara nel 1961, vive e lavora in Abruzzo
Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Nel 1989 espone alla Biennale del Mediterraneo presso il MACBA di Barcellona e nel’ 90 all’Expace Cartier di Parigi. Nello stesso anno tiene la sua prima personale nella galleria Alice a Roma.
Nel 1993 partecipa alla Biennale di Venezia nella sezione Aperto e a De Europa nel Museo d’Arte Moderna di Atene, entrambe curate da Achille Bonito Oliva. Nel 1997 fonda la rivista aperiodica di sole immagini Orlo e partecipa alle mostre Sign, Sound, Sacred, Sense curata da Lorenzo Benedetti, Odisseo e FuoriUso curate da Giacinto Di Pietrantonio. Nel 2000 espone a Roma da Volume! e cura Conversione di Saulo a Palazzo Odescalchi. E’ invitato alla Biennale dell’Avana del 2000 nella mostra Window onto Venus. Nelo stesso anno sposa Elisabetta Ruscitti e la coppia va a vivere per alcuni anni a Napoli, dove Apre il suo studio e realizza le sue Table sculptures e elabora varie performances tra cui D. dal vero n. 1, realizzate successivamente per il Micromuseum di Palermo (2004) e per il MNAC di Bucarest (2007). Negli anni seguenti espone nelle città di Firenze, Porto, Roma, Lisbona e Milano e partecipa a numerose collettive tra cui Altered states a cura di Nicolas Bourriaud e Paolo Falcone al WAX di Budapest e Cose mai viste a cura di Achille Bonito Oliva alle Terme di Diocleziano a Roma. Nel 2011 è invitato al Padiglione Italiano della Biennale di Venezia e tra il 2012 e il 2013 sviluppa i progetti Monsuno, episode I e II da Pio Monti e al Garage Carcani e un ambiente, sei vetri al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Insieme ai giovani architetti dello Studio Zero85 progetta e realizza il suo nuovo studio in Abruzzo, che nel 2014 riceve una menzione d’onore al Fritz Hoger Preis a Berlino e viene nominato tra i progetti finalisti al Brick Award Wienemberger di Vienna.
Questa all’inner room è la sua prima personale.
info e contatti

Opening sabato 15 novembre ore 17.00
Durata 15 obre – 15 dicembre 2014
ORARIO: LUN/VEN: 9.30-13.00/15.30-19.30
SABATO: 9.30-13.00 / 15.30-19.30

inner room©
fusi&fusi
via G.di Mannaia, 15
53100 Siena
www.inner-room.org
[email protected]
tel + 39 0577 43160/7
inner room© . Inner room nasce in continuazione e in discontinuità con la vicenda artistica italiana: l’aspetto continuativo si riferisce soprattutto al carattere performativo della iniziativa; tutti i dettagli sono caratterizzanti un atteggiamento artistico compartecipativo degli autori. L’aspetto discontinuativo è rappresentato dal fatto che gli autori non sono sotto la tutela di colui che li presenta e rappresenta: non più artisti che delegano. In questo senso si rivaluta la tradizione da quella performativa a quella riflessiva ed eremitica. Siamo ovviamente lontani da ogni intendimento di vuota celebrazione rituale: l’umano e il transcendente ritrovano un equilibrio antico.
E’ un’ etichetta di produzione artistica nata in Siena nel 2010 originariamente come spazio underground di 7 metri quadrati letteralmente sotto il livello stradale all’interno dello storico negozio fusi&fusi. organizza ciclicamente in sede ed in differenti luoghi mostre ed incontri coinvolgendo i talenti dell’arte contemporanea nelle molteplici realtà di ricerca e produzione dell’azienda stessa, il tutto per la crescita spirituale, sociale ed economica delle persone che sono e che passano da Siena. Per la sua natura si adatta anche al dialogo con realtà operative e produttive di vario indirizzo, apparentemente lontane all’arte contemporanea, riuscendo secondo il suo scopo ad individuare il potenziale dello spazio, favorire la nascita e sviluppare il dialogo opera/uomo coniugando il linguaggio dell’arte con la valorizzazione di senso della realtà che lo ospita. inner room presenta per ogni mostra un gioiello d’artista.
inner room©