Sergio Sarra – Perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi

Pescara - 16/12/2011 : 16/12/2011

L’autore ha raccolto nel volume una propria visione della città di Pescara. perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi nasce da una osservazione, condotta nel tempo, della città in cui Sarra è nato: l’artista ha appuntato la propria attenzione su alcuni luoghi, ne ha ragionato e ha elaborato soluzioni diverse. Non si tratta, tuttavia, di un libro di architettura o di urbanistica, ma piuttosto di un luogo per avanzare suggerimenti e proposte.

Informazioni

Comunicato stampa

Presentazione del libro
perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi
di Sergio Sarra


Venerdì 16 dicembre 2011 alle ore 19, presso l’Auditorium Leonardo Petruzzi in Via delle Caserme 60 a Pescara, sarà presentato il libro perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi dell’artista Sergio Sarra.
L’autore ha raccolto nel volume una propria visione della città di Pescara

perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi nasce da una osservazione, condotta nel tempo, della città in cui Sarra è nato: l’artista ha appuntato la propria attenzione su alcuni luoghi, ne ha ragionato e ha elaborato soluzioni diverse. Non si tratta, tuttavia, di un libro di architettura o di urbanistica, ma piuttosto di un luogo per avanzare suggerimenti e proposte.
Il volume si compone di una serie di testi narrativi – piccoli racconti, apologhi, visioni, sogni – scritti con un tono poetico e fanciullesco, cui si accompagna una serie di disegni. Attraverso questo duplice sentiero, Sarra dirige lo sguardo del lettore su alcune aree della città – la nuova zona del ponte del mare, l’area di risulta, il lungomare nord, l’Asse attrezzato, corso Vittorio Emanuele – per le quali propone soluzioni realizzabili: un piccolo teatro in riva al mare, due parchi tra i palazzi nell’area di risulta, un arretramento del tracciato stradale della riviera nord all’altezza delle Nàiadi.
perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi si apre con uno scritto della critica d’arte Cloe Piccoli, nel quale si ricostruisce l’idea di città di Sarra, che nasce dall’incontro della dimensione narrativa del racconto con quella del disegno, sospeso tra libertà e progettualità. Ne emerge “un’idea di città, forse una visione, forse un sogno ad occhi aperti, che mette in fila alcuni aspetti, con la leggerezza e l’immediatezza […] del racconto, uno degli archetipi più antichi e significativi della civiltà”.
Alla presentazione del volume interverranno l’autore Sergio Sarra, l’artista Ettore Spalletti, e la critica d’arte Cloe Piccoli. L’incontro sarà moderato da Simone Ciglia.

Il libro è stato realizzato con il contributo di:
ANCE Pescara, Camera di Commercio di Pescara, Confindustria Pescara;
ALMA C.I.S. s.r.l., F.lli Di Donato sas, MADIS costruzioni, SLET studio legale e tributario, Selezione sas;
Patrizia Leonelli Spalletti, Luca Rotondo, Elisabetta Sarra

Sergio Sarra, perché la spiaggia si assottiglia dopo le Nàiadi
Edizioni Sarra Varano