Sergio Mara – Piccolo Formato

Busto Arsizio - 21/10/2012 : 28/10/2012

Opere che non trovano il loro naturale compimento sulla superficie, ma proseguono sulle cornici, per una nuova compiutezza delle forme e armonia di colori.

Informazioni

  • Luogo: CASCINA DELL'ARTE
  • Indirizzo: Via Vespri Siciliani 5/7 - Busto Arsizio - Lombardia
  • Quando: dal 21/10/2012 - al 28/10/2012
  • Vernissage: 21/10/2012 ore 18
  • Autori: Sergio Mara
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: giov, veb e san 16-19, dom 10.30-12.30 e 16-19

Comunicato stampa

L'Associazione Culturale Cascina dell’Arte in via Vespri Siciliani, 7 a Busto Arsizio (Va), presenta la mostra: “…Piccolo formato…”, personale dell'artista SERGIO MARA. L'inaugurazione si terrà domenica 21 ottobre p.v. alle ore 18.00 con la presentazione di Ettore Ceriani



Il commento artistico riportato qui di seguito è di Mauro Bianchini pubblicato dalla rivista online artevarese.com.:

e opere di Sergio Mara non trovano il loro naturale compimento sulla superficie piana, ma proseguono sulle cornici, sempre ricercatissime, ad adempimento di un percorso inventivo nel quale l'istinto di creare trova soluzione nella compiutezza delle forme, nel bilanciamento dei colori, nella gestualità controllata che conferisce all'intero contesto una vibrante dinamica.

E' quella di Mara una pittura priva di timori, i colori paiono dialogare fra loro, poi fondersi, colare con irregolare eleganza, creare profondità dagli orizzonti indefiniti, o rilievi minimi dove l'accenno materico è solo un fremito e gli slanci segnici paiono vibranti indicazioni di fuga.

Indipendentemente dalle dimensioni dei quadri, le opere di Sergio Mara ci pongono di fronte a luoghi concepiti con la regola cinematografica dei campi lunghissimi, per cui la percorrenza visiva spazia dalla linea dell'infinito, sempre accuratamente incerta, verso le parti estreme che solitamente degradano liberandosi di lievi colate di colore, o si innalzano a compimento e contorno di forme sospese nel vuoto, la cui stabilità è fissata dai moti di cromatici che le circondano.
I "luoghi" di Sergio Mara aprono ad una visionarietà lirica, in essi è possibile scorgere folate fantascientifiche unite a tracce di sacrale creatività infantile.(…)