Serghej Potapenko – (1962–2003)

Domodossola - 18/10/2013 : 18/11/2013

Un impianto formale di solido vigore segnato da una sorta di lontana memoria genetica della grande tradizione pittorica russa del primo Novecento confluita nell'avanguardia, nel cui solco è radicata una poetica affatto personale.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO IMMAGINARIO
  • Indirizzo: via Mellerio, 2 - Domodossola
  • Quando: dal 18/10/2013 - al 18/11/2013
  • Vernissage: 18/10/2013
  • Autori: Serghej Potapenko
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

“Un impianto formale di solido vigore segnato da una sorta di lontana memoria genetica della grande tradizione pittorica russa del primo Novecento confluita nell'avanguardia, nel cui solco è radicata una poetica affatto personale. Un imprinting popolare teso al recupero dell'ingenuità perduta, un ambito di significazione elementare ed immediata.”
“La sua pittura ne è unica testimone, mai scevra da una sottile melanconia che conferisce ai suoi oggetti una pregnanza a tratti dolorosa

Ogni dettaglio diviene ricetto di una gravità fisica a cui non si sottraggono le figure, oberate talora da ingombranti fardelli: montagne, torri babeliche che rivendicano la loro natura pontificale dando corso a quel canale tra terra e cielo che fa della pittura il “sogno sostenuto” di cui diceva Pavel Florensky.”
Luisa Perlo, 1994