Sentieri urbani

Pisa - 02/12/2011 : 02/12/2011

Gli artisti provenienti dall'area del Mediterraneo orientale, e cioè dall’Egitto, dal Libano e dalla Turchia, presenteranno la loro lettura dello spazio urbano. L'obiettivo è indagare possibili relazioni di carattere storico, sociale e geografico tra Pisa e le loro terre d’origine.

Informazioni

Comunicato stampa

Sentieri urbani
Progetti artistici sulla strada oltre la città
Pisa, 2 dicembre ore 16.00 - Centro espositivo SMS San Michele degli Scalzi
Incontro con gli artisti Ahmed Badry (Egitto), Randa Mirza (Libano), Hasan Salih Ay (Turchia), Tayfun Serttaş (Turchia)

Pisa - Proseguono le iniziative congiunte di Fondazione TESECO per l'Arte e Comune di Pisa curate da Stefano Coletto

È Sentieri urbani - progetti artistici sulla strada oltre la città il titolo dell’incontro con gli artisti ospiti a Pisa Ahmed Badry, Hasan Salih Ay, Tayfun Serttaş, aperto al pubblico, che si terrà presso il Centro espositivo SMS San Michele degli Scalzi, il prossimo due dicembre. Gli artisti provenienti dall'area del Mediterraneo orientale, e cioè dall’Egitto, dal Libano e dalla Turchia, presenteranno la loro lettura dello spazio urbano. L'obiettivo è indagare possibili relazioni di carattere storico, sociale e geografico tra Pisa e le loro terre d’origine.

In questo appuntamento, che si ricollega ai progetti Walls on Walls off (2008/2009), Beyond the wall (2009) e Strade (2010), si introduce il tema del "sentiero urbano", proponendo una riflessione sulle vie di comunicazione che dal centro cittadino conducono alle zone più periferiche, verso lo spazio ibrido costituito da aree industriali o in trasformazione: i porti, gli spazi coltivati o marginali. Agli artisti ospiti si è chiesto di provare ad esplorare questi spazi, ideando dei progetti che siano forme di connessione e apertura culturale e sociale per immaginare possibili direzioni di sviluppo e trasformazione.

Oltre a Ahmed Badry, Hasan Salih Ay, Tayfun Serttaş illustrerà il suo lavoro Randa Mirza, fotografa e videomaker libanese. Randa Mirza sarà a Pisa nel 2012 per un progetto residenziale d’artista dedicato alla metafora dei sentieri urbani tra Pisa e Venezia, in collaborazione con la Fondazione Bevilacqua La Masa. L’artista libanese è stata selezionata per il progetto RESIDENZAITALIA 2011, reso possibile grazie al contributo di FARE che ha offerto un grant destinato alle residenze italiane appartenenti alla rete www.artinresidence.it, piattaforma dedicata ai programmi di residenza in Italia e all’estero per artisti e curatori, nata da un’idea di FARE in collaborazione con Open Care e con il contributo di Fondazione Cariplo, NABA - Nuova Accademia di Belle Arti, GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani.

Sentieri urbani - progetti artistici sulla strada oltre la città è un’iniziativa a cura di Stefano Coletto, coordinata da Ilaria Mariotti e realizzata da Fondazione Teseco per l’Arte e Comune di Pisa, promossa dalla

Regione Toscana, dalla Provincia di Pisa, in collaborazione con SAT Aeroporto Galileo Galilei Pisa, mcm&partners, con il patrocinio della Fondazione Bevilacqua La Masa. L’iniziativa rientra nel progetto Locale 2011 sulle culture contemporanee presentato dalla Provincia di Pisa e finanziato dalla Regione Toscana.



P.R. mcm&partners – Martina Di Colo, [email protected] T. 050 987635 Mb. + 39 346 3848980
www.mcmpartners.it

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
GLI ARTISTI
Ahmed Badry, artista egiziano nato al Cairo nel 1979, si è laureato nel 2003 alla Helwan University, Facoltà di Educazione artistica. Vive e lavora al Cairo e a Zurigo. Durante gli ultimi tre anni l'artista ha svolto numerose residenze d'artista; ricordiamo il periodo di sei mesi alla Cité des Artsa Parigi; al Swiss Art Residency di Canton St. Gallen a Roma e due mesi alla Delfina Foundation a Londra.
Tra le mostre personali ricordiamo nel 2011 Two Minutes Delay, presso la AB Gallery, Zurigo; nel 2009 Made in China con Anastasia Katsidis, Kasko-Basel, in Svizzera; nel 2007 Al Qahira, Cairo Atelier al Cairo. Tra le mostre collettive recenti nel 2011 Beyond the Hyperreal, presso la Articulate Baboon Gallery al Cairo; nel 2010 Why Not?, Palace of Arts, al Cairo; Regionale 11, Hegenheim France e Friburgo in Germania; nel 2009 collettiva al Darat al Funun, curata da Wael Shawky, ad Amman in Giordania; nel 2008 alla The Townhouse Gallery del Cairo basic motion e al 19th Youth Salon sempre al Cairo. http://ahmedbadry.com/

Tayfun Serttaş è un artista, scrittore e ricercatore; è nato a Istanbul nel 1982. Vive a Istanbul e Bodrum. Si è laureato alla Istanbul University, presso il dipartimento di Antropologia Sociale nel 2004 con una tesi sull'antropologia urbana. Ha fatto il Master alla Yıldız Technical University, Facoltà di Design e Arte. Dal 2000 ha partecipato a numerosi progetti accademici in patria e all'estero. Ha svolto periodi di residenza presso l'AIF Residency Program dell' Arab Image Foundation a Beirut; nel 2010 alla The Delfina Foundation, Londra; nel 2009 presso la Platform Garanti Contemporary Art Center di Istanbul. Tra le mostre personali ricordiamo nel 2011 Foto Galatasaray presso il SALT Galata di İstanbul; ReMap 3 al Kalfayan Gallery di Atene; Souvenir Trauma Zico House, a Beirut. Tra le mostre collettive segnaliamo: nel 2011 The 3rd Thessaloniki Biennale of Contemporary Art presso il Teloglion Museum, Salonicco; Point Zero all'ArtSümer di Istanbul; Becoming Istanbul presso il SALT Beyoğlu di Istanbul. http://tayfunserttas.com/

Hasan Salih Ay è nato nel 1982 ad Ankara in Turchia. Vive e lavora tra Ankara e Istanbul. Si è laureato nel 2006 ed ha conseguito nel 2008 il master in Arti Visive e Design della Comunicazione Visiva presso l'Università Sabanci di Istanbul nel 2008, dove ha lavorato come assistente alla docenza. Tra le mostre collettive ricordiamo nel 2010 Crossections, 8.Korea - Turkey Exchange Exhibition, presso il MKM Besiktas Contemporary, a Istanbul; Invisible Play, Lüleci Hendek Cad. No:4, a Tophane, Istanbul; The 29th Contemporary Artists Exhibition, Akbank Art Center, Istanbul. Nel 2008 realizza high-tide-low-tide e homage to haijdouks, due lavori collettivi con Ender Gelgec, dal workshop ekosusak a Susak in Croazia; things get murmur, murmur gets to be a thing, presso la FASS Gallery di Istanbul; City is One of Us, 13esima Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, a Bari. Ha partecipato a diversi workshop tra i quali ricordiamo quello a Cittàdellarte, presso la Fondazione Pistoletto di Biella nel 2008. http://hasansalihay00.blogspot.com/


Randa Mirza è nata a Beirut nel 1978. Ottiene una laurea in Belle Arti all'università di Parigi e un Master all'Accademia libanese di Belle Arti. Tra le personali recenti ricordiamo nel 2008 la mostra alla Gallery Sfeir-Semler di Amburgo e al Museo di Fotografia in Finlandia. Tra le mostre collettive: nel 2011 Beirut alla Kunsthalle di Vienna, nel 2011 Morality al Witte de With di Rotterdam Individual / War, Ausstellungshalle Zeitgenössische Kunst di Münster, As the lands expands, al Al Riwaq Art Space, Regno del Bahrein, Plat(t)form10, Fotomuseum Winterthur, Winterthur. Numerose le partecipazioni a festival internazionali con live video performance. Ricordiamo le residenze ad Helsinki nel 2006 presso il Nordic Institute for Contemporary Art (NIFCA) e nel 2008 attraverso l'International Artist-in-residence Programme (HIAP). www.randamirza.com


FONDAZIONE TESECO PER L’ARTE http://fondazione.Teseco.it
La cultura contemporanea è campo di attenzione prioritario della Fondazione. Nata nel 1998 per approfondire l’attenzione di TESECO per lo sviluppo sostenibile e responsabile, la Fondazione ne allarga i confini dall’ambiente alla dimensione sociale e culturale, promuovendo la sperimentazione d’avanguardia e la ricerca. La collezione d’arte contemporanea, il laboratorio d’arte contemporanea e la progettazione di manifestazioni culturali rappresentano gli aspetti più significativi delle iniziative della Fondazione.