Tre giorni in un futuro meno meccanico, dove l'arte spezza la catena delle percezioni date e prodotte in larga scala. Presentazione di alcuni titoli dei fondi librari donati da Cesare Pietroiusti, Arturo Schwarz e Lillo Avola. Intervengono Francesco Lucifora, Matteo Durante, Concetta Bonini, Rosario Antoci, Filippo Leonardi e Roberto Timperi.

Informazioni

  • Luogo: COCA - CENTER OF CONTEMPORARY ARTS
  • Indirizzo: Corso Umberto I 420 - Modica - Sicilia
  • Quando: dal 07/10/2011 - al 09/10/2011
  • Vernissage: 07/10/2011 ore 18.30
  • Generi: presentazione, incontro – conferenza, serata – evento
  • Orari: 7 ottobre/ h.18.30 > presentazione progetto MICRO e TRAMANDI 8 ottobre/ h.19.00 > VISION ALONE di Roberto Timperi e LA SCULTURA E' L'OPPOSTO DELLA CULTURA (II) di Filippo Leonardi 9 ottobre/ h.19.00 > FUTURO : 'no profit in a world of profit' - talk con Francesco Lucifora, Matteo Durante, Concetta Bonini, Rosario Antoci, Filippo Leonardi, Roberto Timperi
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Assessorato Comunale Beni Culturali e Centro Storico
Assessorato Comunale Turismo e Spettacolo

In occasione della VII Giornata del Contemporaneo (8 ottobre 2011) promossa da Amaci, il C.o.C.A

center of contemporary arts di Modica presenta "SE SIAMO LIBERI_tre giorni nel futuro" che si estende dal 7 al 9 ottobre e apre un luogo temporale dove interrogarsi sulla condizione di libera', sulla possibilita' di essere ancora fautori di produttività artistica e culturale mentre tutto intorno l'attenzione si volge all'assuefazione verso qualunquismo e violenza mediatica e umana: una resistenza per fronteggiare l'erosione del nulla per mezzo dell'arte che riprende quota sugli scenari di azioni possibili volti a far crescere individui e comunità. Nella giornata del 7 ottobre viene presentato MICRO, uno spazio a metà tra il museo e un site specific ricavato all'interno di uno stretto e singolare volume tra un muro di contenimento di cemento armato e le pareti posteriori del C.o.C.A. TRAMANDI la presentazione di alcuni titoli dei fondi librari donati da Cesare Pietroiusti, Arturo Schwarz e Lillo Avola, quest'ultimo nel donare preziosi testi di filosofia e storia ha citato un particolare concetto di discendenza culturale per la quale tramandare libri e conoscenza è come lasciare un tesoro ad un figlio, da qui il titolo della presentazione. Nella seconda giornata, 8 ottobre, viene inaugurata VISION ALONE, personale dell'artista Roberto Timperi e l'intervento sonoro ambientale di Filippo Leonardi che prevede un'integrazione al suo lavoro installativo LA SCULTURA E' L'OPPOSTO DELLA CULTURA posto nel giardino del Co.C.A. durante l'opening del 22 aprile scorso. Domenica 9 ottobre, si inaugura FUTURO, un contenitore di dibattiti che inizia con no profit in a world of profit: una talk con taglio generazionale che apre un dibattito sulla condizione delle città e dei luoghi raggiunti da azioni culturali e artistiche che riescono, con alcune modalità, ad ottenere trasformazioni e spinte verso traguardi di civiltà e nuove convivenze, a quale punto è giunto il fare arte e verso quali approdi l'arte sta puntando, quanta libertà sopravvive nell'arte e quanto alcune dinamiche dell'arte siano associabili a quelle di sistemi soprastanti: intervengono Francesco Lucifora, Matteo Durante, Concetta Bonini, Rosario Antoci, Filippo Leonardi e Roberto Timperi.

Se siamo liberi probabile che vedremo il futuro e se siamo liberi abbiamo la possibilità di disegnarlo e prevedere quali spazi destinare alla convivenza in un presente che comprendiamo in presa diretta con tutte le difficoltà e l'estetica di un live set. Tre giorni in un futuro meno meccanico, dove l'arte riesce a spezzare la catena delle percezioni date e prodotte in larga scala e quindi a partire da oggetti di consumo ai quali fin troppo il mondo si aggrappa ritrovandosi spesso in momenti di buio o coinvolto in operazioni e progetti distanti dalla natura e dalla vita.