Screen City Festival – tour 2014

Ceresole Reale - 23/08/2014 : 31/08/2014

Il festival Screen City a Stavanger in Norvegia, curato da Daniela Arriado and Mirjam Struppek, è un evento biennale dedicato alle immagini in movimento presentate in spazi pubblici.

Informazioni

Comunicato stampa

Il festival Screen City a Stavanger in Norvegia, curato da Daniela Arriado and Mirjam Struppek, è un evento biennale dedicato alle immagini in movimento presentate in spazi pubblici. Facciate di edifici, vetrine di negozi e luoghi di aggregazione all’aperto diventano schermi per cambiare la percezione del contesto urbano della città con un programma che esplora la rimodellazione dello spazio pubblico attraverso la Media Arte. L’edizione precedente è stata la prima e ha tenuto luogo a Ottobre 2013


Nel 2014, una selezione delle opere presentate durante il Screen City Festival 2013 nel sezione “Neighbourhood Projections” andrà in tour in diverse città tra cui Berlino, Aarhus, Melbourne e Riga. L’obiettivo è esplorare l’effetto delle nostre proiezioni di video arte in contesti differenti. In agosto vorremmo portare una di queste selezioni a Ceresole Reale.
”Screen Passage” - Video Arte a Ceresole Reale
In collaborazione con la famiglia Rivetti, intendiamo proporre due programmi “muti” della durata di ca. 14min. Due finestre di casa Rivetti (fraz. Borgiallo) diventeranno gli schermi su cui presentare i video per 3 ore dalle 19:30 alle 22:30 durante i fine settimana. Vogliamo invitare il pubblico a deviare dalla strada principale e passare a trovarci nel bosco per assistere alla proiezioni dall’esterno.

Programma - Ceresole Reale
Per Ceresole abbiamo scelto un programma di video “muti” da proiettare su due finestre, per creare una contrapposizione tra le riprese di remoti panorami selvaggi su uno schermo e il tema delle migrazioni sul secondo, il tutto immerso nella cornice dei boschi di Ceresole al crepuscolo. La migrazione é un tema vasto che puó essere affrontati da molti lati e su diverse scale. Con la nostra programmazione a Ceresole Reale vogliamo portare l’attenzione sul significato della migrazione nei luoghi di montagna. Gli animali da sempre seguono i loro cicli migratori, in epoche piú recenti i giovani dei villaggi montani lasciano il loro luoghi natii per migrare verso le cittá. Nell’altra direzione, d’estate, Ceresole si ripopola di persone che migrano verso le montagne per sfuggire al caldo degli spazi urbani e tutto ciò si intreccia con gli spostamenti su scala globale di persone che migrano lontano.

Finestra 1 - Paesaggi Immaginari
Anders Elsrud Hultgreen (NO) Perpetual Progeny (2013) - 14’00 min
Due paesaggi paralleli. Il viaggio di un essere vivente attraverso un paesaggio che va oltre il suo aspetto naturale; un paesaggio parallelo a quello del mondo visibile. Il video è parte di un progetto che esplora il concetto di paesaggio e il suo uso nar- rativo. Ricontestualizzando gli elementi visuali di un paesaggio, immagini di luoghi geograficamente distinti, l’artista ottiene una dimensione astratta, raggiungendo l’esperienza di un paesaggio geologicamente universale.

Finestra 2 - Confini e Migrazioni
25 anni fa la cortina di ferro si è dissolta in Europa aprendo nuovi flussi migratori. A volte siamo noi stessi a construire confini interiori ed esteriori per proteggerci da ciò che è estraneo e strano. Come per molti altri animali, anche noi umani sentiamo la necessità di difendere il nostro prezioso territorio. Allo stesso tempo le migrazioni e gli spostamenti sono un fenomeno naturale che ricorre continuamente. Per l’umanità è sufficiente vedere le migrazioni esclusivamente come un problema?
Silvia Ospina (CO) Animals ein Tanzduett (2008) - 4’00 min Dario Bardic (NL) LUNCHTIME (2009) - 1’00 min
Bjørn Magnhildøen (NO) Crossover (2013) - 1’17 min
Zanny Begg (AU) This is not a Citizen (2013) - 3’10 min Chris Brandl (DE) No Toi (2008) - 0’30 min
Chris Brandl (DE) Money4Nothing (2009) - 0’18 min Jessica Koppe (DE) and even If (2011) - 2’10 min