Sciandra – Ma che rito inutile #2

Bologna - 28/01/2012 : 28/01/2012

Sciandra mette in scena il proprio matrimonio, realizzando il sogno di ogni bambina della sua generazione: quello di indossare l’abito da sposa. Nella sua affermazione d’indipendenza l’artista è una donna che interpreta questo rito con ironia.

Informazioni

  • Luogo: INDIE STORE BARSPORT DONNA
  • Indirizzo: via Riva di Reno 100/d - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 28/01/2012 - al 28/01/2012
  • Vernissage: 28/01/2012 ore 19.30
  • Autori: Sciandra
  • Generi: performance – happening
  • Uffici stampa: CULTURALIA

Comunicato stampa

Sabato 28 gennaio alle ore 19.30 in occasione della Notte Bianca bolognese, presso l’INDIE STORE “barsport donna” l’artista SCIANDRA (Susanna Gerardi) metterà in scena il secondo atto della Performance MAcheRITO INUTILE dal titolo “Ho fatto centro!”. La performance avverrà all’interno di una cornice studiata appositamente dall’ artista e da Giovanni Oscar Urso, che esporrà ancora fino al 31 di gennaio 2012 la mostra “La donna indipendente”, un percorso fotografico che indaga il ruolo femminile contemporaneo in maniera insolita e accattivante





La SCIANDRA mette in scena il proprio matrimonio, realizzando il sogno di ogni bambina della sua generazione: quello di indossare l’abito da sposa. Nella sua affermazione d’indipendenza l’artista è una donna che interpreta questo rito con ironia.



Nel primo atto di MAcheRito INUTILE – Il peso della partecipazione SCIANDRA ha incantato il pubblico entrando trionfalmente all’INDIE STORE, donando partecipazioni di nozze sotto forma di piccoli mattoni.



Nel secondo atto di MAcheRITO INUTILE – Ho fatto centro!, che sarà presentato il 28 gennaio, La SCIANDRA entrerà rigorosamente vestita di bianco e concluderà la Performance, allo stesso modo in cui si conclude tradizionalmente l’ atto matrimoniale, ovvero con il lancio del bouquet, momento ritenuto dalle partecipanti e future spose di buon auspicio per il conseguimento del loro sogno di bambine. Come avveniva alle rassegne rumoriste del Cabaret Voltaire, lo spettacolo avrà un ritmo veloce e tenderà alla rottura e al rinnovamento degli schemi tradizionali, sarà provocatorio e dissacrante.