Sandro Scalia – naturalia/artificialia

Castelbuono - 15/02/2015 : 22/03/2015

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare la mostra naturalia/artificialia, personale di Sandro Scalia, prima di una serie di approfondimenti sugli artisti presenti all'interno della collezione permanente del Museo.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CIVICO DI CASTELBUONO
  • Indirizzo: Piazza Castello - Castelbuono - Sicilia
  • Quando: dal 15/02/2015 - al 22/03/2015
  • Vernissage: 15/02/2015 ore 12
  • Autori: Sandro Scalia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: ma-do dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00
  • Biglietti: Tickets: € 4,00; reduced € 2,00 (for people 65 years old or over and from 8 to 18 years old, schools and groups of 12 people or more); free entrance for children under 7 years of age.
  • Sito web: http://www.sandroscalia.com
  • Catalogo: con testi di Laura Barreca, Valentina Bruschi, Salvatore Davì

Comunicato stampa

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare la mostra naturalia/artificialia, personale di Sandro Scalia, prima di una serie di approfondimenti sugli artisti presenti all'interno della collezione permanente del Museo. In occasione dell'inaugurazione sarà presentato al pubblico il restauro di una fotografia realizzata dall'artista nel 1995, proveniente dai depositi del Museo. L'immagine è di un dettaglio degli stucchi tardo seicenteschi di Giacomo Serpotta, nella Cappella Palatina del Castello dei Ventimiglia



La mostra naturalia/artificialia è un progetto inedito di Sandro Scalia, realizzato a seguito di una residenza alla scoperta dei beni artistici, architettonici e paesaggistici di Castelbuono e del suo territorio. Una ricerca visiva, che utilizza il linguaggio del video e della fotografia, condotta su alcuni luoghi specifici, seguendo richiami botanici, fenomeni luminosi e sonori: il bosco di agrifogli monumentali, la Torre dell'Orologio, e dettagli di alcuni siti suggestivi, in continuità con l'indagine sul paesaggio siciliano che l'artista conduce da oltre un decennio, con il progetto Letture siciliane. Scalia è un conoscitore esperto del territorio del Parco delle Madonie, essendo esso stato oggetto di suoi numerosi lavori, da A20, dedicato alla realizzazione dell'autostrada Palermo-Messina, con i suoi viadotti monumentali, alla serie di scatti dei "gitanti della domenica" sulla neve di Piano Battaglia, solo per citarne alcuni.

Le stampe fotografiche e i video in mostra - l'audio di uno di questi è stato realizzato in collaborazione con il compositore e performer Alessandro Librio - ci danno una nuova lettura del paesaggio contemporaneo, in continuità con la ricerca sull'identità del territorio condotta dal Museo Civico di Castelbuono. L'idea è di approfondire la conoscenza, da diverse prospettive, dell'ambiente che ci circonda, uno scenario di grande bellezza su cui il nostro sguardo si sofferma sempre più distrattamente. L'obiettivo di Sandro Scalia e il formato panoramico delle immagini, allungate in orizzontale - secondo il taglio preferito dall'artista - ci spingono dentro l'immagine e ci seducono attraverso il linguaggio cromatico, l'elegante scelta dei contrasti di luce e nella messa in scena costruita con cura, o trovata per caso. Emerge lo sguardo del fotografo, che ci coinvolge tutti come spettatori: con l'intento di elaborare un discorso più ampio sulla nostra relazione personale con l'orizzonte, con lo spazio che abitiamo, e soprattutto con l'immagine, fermata in un gesto che sospende un attimo per sempre. Al termine dell'esposizione Sandro Scalia donerà un lavoro fotografico, risultato del progetto condotto in occasione della mostra, al fine di implementare la collezione permanente del Museo Civico di Castelbuono con la nuova commissione di una nuova produzione artistica.

Il progetto di Sandro Scalia è accompagnato dalla pubblicazione di un quaderno, con un 'introduzione di Laura Barreca, un'intervista di Valentina Bruschi e un testo critico di Salvatore Davì. Il formato del quaderno, in seguito adottato per la serie "quaderni della collezione" del Museo Civico, è ideato e progettato da Paolo Di Vita, docente di Grafica editoriale all'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

Si ringrazia l'Agriturismo Bergi per la realizzazione del progetto di Sandro Scalia e The HotelSphere Hotel & Villa Collection di Palermo, Main sponsor della programmazione annuale del Museo Civico di Castelbuono.

Biografia:

Sandro Scalia (Ragusa, 1959. Vive e lavora a Palermo) ha studiato fotografia all'Umanitaria di Milano e si è diplomato in Decorazione all'Accademia di Belle Arti di Palermo e in Fotografia all'Accademia di Belle Arti di Catania. Inizia a collaborare con riviste e case editrici nel 1988 a Milano e nel 1990 torna a vivere a Palermo dove è docente di Fotografia presso l'Accademia di Belle Arti. Nel 1995 in occasione dei "Rencontres de la Photographie di Arles" viene premiato alla Galeria d'Essai e nel 1996 vince il Premio Portfolio a Modena Fotografia. Per maggiori informazioni:

www.sandroscalia.com



The Museo Civico di Castelbuono is pleased to present Sandro Scalia’s solo exhibition naturalia/artificialia, the first of a series of shows focusing on artists whose works are present in the permanent collection of the museum. On the occasion of the opening, the museum will present to the public a photograph by Sandro Scalia dated 1995, previously in the museum’s deposit, restored especially for this event. The image is of a detail of the late seventeenth century plaster work by Giacomo Serpotta from the Palatine Chapel of the Ventimiglia Castle.

The exhibition naturalia/artificialia is a new project by Sandro Scalia, realized as a result of a residency, researching the artistic heritage, architecture and landscape of Castelbuono and its territory. A visual search, using video and photography, conducted in some unique sites, following both botanical references, light and sound phenomena: the forest of monumental hollies, the Clock Tower, details of some beautiful spots, continuing his investigation of Sicilian landscape that the artist has been following for over a decade, with the project Letture Siciliane. Scalia is a expert of the Madonie area, since it has been the subject of numerous of his works, from A20, dedicated to the construction of the Palermo – Messina motorway, with its monumental viaducts, to the series of shots of the "Sunday drivers" on the snow in Piano Battaglia, just to name two.


The photographs and videos on show – the audio of one of these was made in collaboration with composer and performer Alessandro Librio - give us a new outlook on contemporary landscape, continuing the research of the identity of the area being conducted by the Museo Civico di Castelbuono. The idea is to get learn more about the environment around us from different perspectives. A scenario of great beauty on which at which we glance at ever more hastily. The aim of Sandro Scalia’s use of the widescreen image, stretched horizontally - the artist’s favourite cut - pushes us into the image and seduces us through the particular use of colour, the elegant choices of the contrast of light and the scene constructed with care, or found by chance. The view of the photographer involves everyone as spectators, with the intent of developing a broader discussion of our personal relationship with the horizon, with the space we inhabit, and especially with the image as a gesture that freezes a moment forever. For the show, Sandro Scalia will donate a new photographic work to the museum, in order to increment the permanent collection of the Museo Civico di Castelbuono with the new commissions of original artistic productions.

Sandro Scalia’s solo show is accompanied by the publication of a catalogue produced for the exhibition with an introduction by Laura Barreca, an interview by Valentina Bruschi and a critical text by Salvatore Davì. The format of this book, conceived and designed by Paolo Di Vita - Professor of Editorial Graphics at the Academy of Fine Arts of Brera in Milan - will be adopted for the all the publications of the series of “Notebooks of the Collection”, focused on the artists present in the permanent collection of the museum.

The museum wishes to thank the Agriturismo Bergi for their support of Sandro Scalia’s project and The HotelSphere Hotel & Villa Collection, as Main sponsor of the Museo Civico’s annual program.

Biography:
Sandro Scalia (Ragusa, 1959. Lives and works in Palermo) studied photography at the Umanitaria in Milan and graduated in Decoration at the Academy of Fine Arts in Palermo and in Photography at the Academy of Fine Arts in Catania. He began working with magazines and publishing houses in 1988 in Milan and in 1990 returned to live in Palermo, where he teaches photography at the Academy of Fine Arts. In 1995, on the occasion of the "Rencontres de la Photographie” in Arles, he was awarded a prize at the Galeria Arthouse, and in 1996 he won the Portfolio Prize for Modena Photography. For more information:www.sandroscalia.com